• Come back to home

    image

     

    Beh,…lo confesso, anche poco più di un calicetto di sto’ Ron me lo sono fatto! E a dire la verità non c’è male!

    Ci voleva proprio! Voi direte:…”È a noi che c’è frega?” E c’avreste pure arrraggione! E se me mannate a f……nun me la piglio, anzi ve fo’ tanto de cappello!
    Ma avevo voglia di parlare con qualcuno. Ma non con un “qualcuno” qualunque! Qualcuno per così dire a “tiratura limitata”. Qualcuno il cui stampo è unico e originale e non falsificabile! Insomma qualcuno a cui la testa non serve solo per dividere le orecchie!
    È vero, non ci conosciamo! Ma stranamente, nonostante Avatar, nikname, distanze kilometriche non indifferenti e quant’altro, mi sento a mio agio.
    Ma vi spiego l’antefatto. Tornato da qualche giorno nel BelPaese, dopo qualche mesetto passato a zonzo in SEA tra Laos, Cambodia, Vietnam & Thailand. Tutto ok!!!
    (Tranne una settimana passata a riposo a Ho Chi Minh City per una brutta caduta dalla moto in quel girone Dantesco che è questa città.)…ma che belle le Viet!
    A tratti in solitaria, ma mai in solitudine, (cosa che preferisco di gran lunga essendo di natura un lupo solitario), e a momenti in compagnia di quella Brava & Santa Donna della mia…si fa’ per dire fidan(s)ata, che il buon Buddha la preservi dalle malvagità umane!
    Rivisto volontariamente & caparbiamente luoghi già visitati molti anni addietro, e dove o consumato parte delle energie che la giovine età regala in quei tempi a piene mani.
    Un lungo viaggio nella memoria. Per ricordare e per ritrovare in quello specchio concavo che è il passato il come si era e per meditare sul come si cambia e si è diventati. (Sempre più dubbi e meno convinzioni!)
    Tranquille riflessioni, senza nostalgie inutili quando non dannose, sul tempo che passa…(oppure siamo noi che passiamo?) mentre Lui il Tempo al contrario è fermo ed è lì imperituro che ci osserva mentre cadiamo in pezzi, aspettando pazientemente che riconsegnammo il cadavere di noi stessi!
    Sono meditazioni che si fanno ciclicamente nel corso della vita di ognuno, una specie di inventario sulle scorte di magazzino rimaste! E l’inventario diventa più arduo, quando ti accorgi che hai passato la sessantina.
    Quando ti ritrovi seduto & sudato in un chioschetto, sprofondato tra rovine e porti alla bocca un bel bicchiere di birra ghiacciata, e mentre bevi, attraverso il vetro appannato vedi le rovine di Angkor Wat che ti stupiscono ancora! Distorto e in controluce, e ti rendi conto che sopravviveranno a te chissà per quanti secoli ancora! Ma va bene così!
    Oppure strane considerazioni ti assalgono all’improvviso mentre in una stazione di una città qualsiasi prendi nota degli orari dei prossimi treni, o nel gate dell’ennesimo aereoporto o mentre ti guardi allo specchio in un cesso il mattino, dopo una notte in bianco passata a rovistare, a cercare…ma cosa? E puoi contare le rughe che come complanari ti attraversano la fronte….e..poi….e poi…

    …È POI TORNI A CASA!!! È qui viene il bello! Tuo figlio ti invita (bontà sua), per un weekend, ti prepara la stanzetta dove dormirai che sembra quella di quella zoc…..di Barbie, oppure di quella befana di Mery Poppins! Me sento quasi che sto a diventa’ n’frocio…con tutto quel rosa caramello attorno!
    Cerco di declinare l’invito, adducendo le scuse più improbabili:… Tipo: “meglio di no, sai mi alzo 7volte la notte…per pisciare, ho vesciche grosse come copertoni alle piante dei piedi per il gran camminare.e c…..varie”. Ma non c’è niente da fare! Dice che ha una sorpresa per me.
    E sapete qual’e’ la sorpresa?? Non va ad invitare a mia insaputa quel l’armadio rococò a 8 e dico 8 ante della mia ex seconda moglie!
    Si è messo in testa “Lui,” mio figlio, di farci riconciliare! Ma de che…ma che me frega! Ma nemmeno sotto tortura! Me ne torno a casa!
    A dire il vero già mi ero fatto qualche bicchiere di quell’ottimo Ron agricolo da lui gentilmente stappato in mio onore, e di questo gli do merito!

    (Per carità lui bravo figlio, Buana, ma no capito papà no volere rottura de palle e no volere fare discorso su politica, chi buono, chi cattivo, ma stare solo con zuo PdN….e gontinuare a fare Vita no di prigione!) ahahah….
    Per farla breve, con il suo permesso concesso i a denti stretti, mi congedo anche dalla mia nuora che scopro ora che è in dolce attesa di una femminuccia…(Azz..auguri! Ecco perché mi volevano rifilare la cameretta della Barbie!)
    Bene, saluto veloce come Superman anche un paio di vecchi quanto inutili amici con le loro consorti/cariatidi che erano appena arrivati per la cena del…”bentornato”, e che dai loro occhi si capiva che erano avidi di racconti licenziosi su quella terra di Mistero & Perdizioni…ahahah…mi guardano perplessi…”ma dove stai andando?”…beh non ci crederete e sfodero il miglior sorriso in vetroresina che mi capita sottomano e dico:…”devo andare…sapete, l’età”.
    Vado in cucina, Infilo quel che rimane della bottiglia in una busta di plastica e a grandi passi guadagno con un sorrisetto da volpino l’uscita.
    Appena giù dalle scale, sento il mondo che torna a sorridermi e sento le delicate & profumate ali di farfalla spuntarmi nuovamente dalla schiena.
    Ma inevitabile il destino mi arpiona come un Tonno in una tonnara:…”Michele…” Azz…incrocio quel rococò della mia ex appena fuori il portone…”Da quanto tempo…ma dove stai andando?
    Un po’ alticcio già lo ero e mi è sembrata più brutta di un cesso in una discarica di periferia (scusate) ma è la verità!
    La saluto farfugliando “si, si, ci sentiamo… Sono un po’ stanco e devo prendere le pillole per la pressione”, col c…. penso, piuttosto mi faccio Monaco trappista.
    Ora sono a casa, non imbriago ma bello allegro. Sto scrivendo quanto state bontà vostra leggendo.
    Finisco di scolare sta bottiglia, ho preso il telefono e mandato via Line, come un regazzino n’ammmmorato tre love you e quattro pupazzetti colorati che se baciano & s’abbracceno alla mia fidansata che stava a dormi ar suo paesello dell’Isaan….e m’a’ risposto subito…Love You….Miss You…seeee vabbe’… è vero…non è vero, e che me frega? Nun semo mica nati l’artro ieri…la Vita non bisogna prenderla sul serio! Perché se se ne accorge so c…..amari!
    Avec le temps, prima o poi si scopre il trucco che c’è dietro la magia….ed è buona regola sometime chiudere gli occhi per continuare a sognare…volare…un abbraccio…e scusate la pappardella. Ciao.


    Dragodoro ha scritto anche:




    • Ciccio hai fatto bene ad appenderli tutti e sfilare prima che ti incastrassero. Alla fine se uno non se la sente non c’è ragione di forzare sé stessi. Certo, ti avranno preso per sciroccato…ma intanto non sarebbe né la prima né l’ultima volta, e comunque se ne faranno una ragione ad ogni modo, quindi tranqui.
      Essì…la realtà non è quasi mai quella che è ma quasi sempre quella che crediamo che sia…o che vogliamo credere…o chessòio…ma ecco, finché la si prende a Quor leggero, può essere qualsiasi cosa. E quando no, beh, pazienza. :doubleup

         3 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 25 novembre 2015 at 10:56

      @dragodoro,leggendoti amico mio mi sono posto una domanda,ma quale è o dovrebbe essere la normalità.
      Bene,sai che ti dico,che la normalità o se cosi vogliamo chiamarla non ha parametri,la normalità è quella che più ci si addice,quindi caro compare mio accetta la cameretta della barbie e tutto ciò che gli appartiene,non c’è malizia nell’averti preparatro un bentornato come non piace a te.Và amico mio,vola e finche puoi goditi tutto ciò che ti fa sentire felice.
      :youdaman :youdaman :youdaman
      ps ti mando un pvt.

         2 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 25 novembre 2015 at 13:56

      Un giorno di maggio, io e dei miei amici(avró avuto 7/8 anni) avevamo appena finito di tracciare per terra col gesso le linee di un gioco infantile che si gioca in tutto il mediterraneo.
      In Spagna e Marocco si chiama “piso”, in Liguria so che si chiama “paradiso”….via ci sono dei quadrati numerati e tu tiri una pietra e poi devi saltare su una gamba sola sui numeri in sequenza ecc.
      Mia nonna settantenne, con la massima naturalitá, prese una pìetra, si mise in fila, e giocó con noi, ridendo e gridando come noi.
      A me lí per lí sembró normale, e anche ai miei amici,oltretutto era brava a giocare…Ma in seguito i miei amici mi dissero che avevano sentito gli adulti dire: “Ma roba da matti, la Sora S. con 70 anni a saltellare coi bambini,ecc. ecc.”
      Quando riferii a mia nonna tali dicerie, lei mi guardó con ‘sti occhioni grigio/blu e mi disse: “Il mio corpo é cambiato,figlio mio,come cambierá anche il tuo, adesso ho il volto arrugato, i capelli bianchi, ma dentro sono esattamente la stessa bambina che giocava a “piso”, e quindi ho il diritto di farlo finché potró.Quando non avró piú voglia di giocare saró vecchia davvero.”
      É uno dei ricordi che mi sono rimasti piú impressi da sempre.
      @dragodoro, spesso quando ti leggo mi viene in mente quel giorno, e spero di poter mantenere quello spirito per sempre.
      Siccome tu sei una delle poche persone che conosco che lo fanno,posso solo dirti:”continua a giocare!”
      in quanto al figlio, vabbé sicuramente lui lo fa con buona intenzione, quindi non c’é niente di male…
      In quanto a non ritrovarti a tuo agio con molta gente, specialmente in Occidente…ma devi esserne solo contento! Il brutto sarebbe che ti trovassi bene con loro seduto sul muretto a guardare i bimbi che giocano…continua ad essere uno dei giocatori, e come diciamo in Spagna:”Que me quiten lo bailao!!!”
      Dai, tocca a te…salta!

         4 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 25 novembre 2015 at 14:01

      Non so perché ma nel post precedente non mi ha preso l’immagine…

         0 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 25 novembre 2015 at 17:02

      Grazie Capitano @LittleTruths per la comprensione..hahaha..eh sì! Hai detto bene, sciroccato!
      Altro che se non hanno fatto l’abitudine,…ma sai, in fondo come si sa, la (loro) speranza in un mio finalmente “prendermi sul serio” è dura a morire e mi sa che crepera’ prima lei…(la speranza)..hahaha….se solo sapessero, che sono ancora indeciso sul…che farò da grande? hahaha…

      Caro @piranha come al solito il tuo equilibrio e la tua positività hanno un effetto di un tisana calmante alle erbe! D’altronde da un Sig. Agricultore non potrei aspettarmi di meglio!
      Sai, sono di natura per così dire “sanguigno”, è ammetto, il più delle volte intemperante.
      InSomma a volte esagero ma sempre in buona fede! Non certamente per “apparire” o per snobbismo.
      Il fatto è, che da sempre non mi piace farmi “imbrigliare”, inscatolare, omologare dai cosiddetti…usi & costumi di “distruzioni di massa”, che ritengo il 90% delle volte causa delle infelicita’ umana su questa terra.
      Rivendico la libertà personale delle proprie scelte, quando non toccano confini altrui, e se a volte ho sconfinato, mi sono sempre scusato.
      Al di là di un pensiero globale che vuole tutti allineati & coperti, come soldatini di piombo!
      La vampirizzazzione dei morti viventi!
      Un continuo evitare di essere azzannati da Zombie dei luoghi comuni, che si alimentano sopprimendo & fagocitando emozioni, debolezze, stupori di chi ancora si vuole stupire.

      Bello il tuo racconto @luporosso su quel gioco che in sud Italia si chiama se non erro “campana”, è bella la risposta di tua nonna! Di una saggezza semplice ma vera.
      Penso che il gioco, la creatività, la capacità di sovvertire luoghi & pensieri comuni fatti di un tot al kilo, sia alla base della consapevolezza di una felicità effimera & sfuggente che ci viene “erogata” con il contagocce, da qualcuno o qualcosa in questo Universo.
      Per quanto mi riguarda, fin che posso continuerò a difendere il bambino che mi abita e ad arrampicarmi sulla mia Vita, come mi arrampico ancora, su accidentate & ripide scalinate di qualche Tempio, per vedere da lassù, ancora una volta la linea confusa dell’orizzonte!
      Il tutto sempre nella trepidante attesa di:…”Prendermi sul Serio”. :heyhey

         4 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 25 novembre 2015 at 17:55

      E beh @dragodoro come ti permetti di vivere libero e bello, fuori dagli schemi e in spregio al prevalente buon senso?
      Devi accettare di venire additato, chiacchierato e finanche considerato pazzo. Alla fine se non ti omologhi puoi solo scappare.
      Pure io nel mio piccolo spesso oso pensare con la mia testa e quindi mi son fatto fama di bastian contrario, di rompicoglioni.
      Mille di questi viaggi!

         2 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 25 novembre 2015 at 21:32

      Welcome back then! :doubleup
      Prima di iniziare a “prenderti sul serio” ricordati che s’ ha da fare un paio di raid in qualche vicolo d’Indocina io te e il Pdn a cavallo d’uno scooter! :ar

         1 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 25 novembre 2015 at 21:52

      Beh, CaVo drago come darti torto, già le cose premeditate ed organizzate da quelli che non si fanno i cazzi loro stanno sui coglioni, figuriamoci poi con la sorpresa !!!! Cit. “…..quel l’armadio rococò a 8 e dico 8 ante della mia ex seconda moglie!” :)) :master :))
      Bella anche la foto con il tatuaggione monster (e l’addominale “alto”, va beh, quello un pò più in là ci sta tutto e se ne vadino tutti a fare in culo) ;-)
      Cmq penso che fai bene, mai prendersi davvero sul serio, non ne vale la pena ;-)

         2 Mi Piace



    • Bellissima la risposta della Nonna di @Luporosso :dreaming
      Ottimizzo ™ anche tutti gli altri :doubleup

         1 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 26 novembre 2015 at 7:24

      Uela’ Drago bentornato e bentrovato !!! :D :doubleup
      Ottimizzo ™ tutto e tutti, urbi et orbi !!! :)) …Via, liberi e leggeri, andate in pace. :)) :dontsee :))

         1 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 26 novembre 2015 at 17:52

      @Matt @CCSP DrMichaelFlorentine, @aurelius…vi ringrazio per i vostri comprensivi & rassicuranti interventi! :youdaman :youdaman :youdaman

         1 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 28 novembre 2015 at 14:33

      mannaggia e te nonnetto @dragodoro sei stato in thailand e non sei passato da pattaya a salutarmi la 1 del palace,stavolta cmq il nome me lo ricordo si chiamava na :lov

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 28 novembre 2015 at 17:52

      PdN in un multibloggue di conigli bianchi
      inlinkabile della 5ª dimensione
      ( raggiungibile solo tramite delle cerimonie a base di uova d’ upupa e frizzantino del LIDL )
      la racconta un poco diversa quella serata :
      Il buon @dragodoro seduto a tavola con parenti e amici che oramai pare un pesce fuor d’acqua lontano dal suo SEA, epperó anche un po’ brillo e anestetizzato dal ron del figlio si ritrova alquanto incapace di smarcarsi mentre il nostro piccolo PdN lo tira per il colletto della camicia intimandogli all’orecchio:
      ” andiamo viaaaaaaa !!!!!! ”
      o ne trascina disperato la gamba con gli incisivi ficcati nel pantalone mentre l’amico alticcio racconta ai perplessi commensali una barzelletta sporca dell’ isan.
      Per non dire il culo dell’ ex-moglie
      cui tendeva incerta la etilizzata mano,
      non fosse a sviarla
      il provvidenzial del bianconiglio balzo…. :pray
      Pare ci siano studios interessati per una sceneggiatura…… :dreaming :dreaming :dreaming
      Belle comunque le scuse per via della prostata e della pressione alta devo ricordarmele che tra qualche anno
      temo possano venirmi utili.
      E naturalment…complimenti per la nipotina in arrivo :doubleup

         2 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 28 novembre 2015 at 18:06

      gia le uova d upupa che @Mattt ci va ghiotto e ruibba all insaputa :bz

         3 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 28 novembre 2015 at 19:16

      @pelato e certo che rubo le uova d’upupa e non solo quelle, senno’ con la paga da fame che mi passa il capitano come farei a pagarmi le troie? :))

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:15

      @AtiLeong
      “Il buon @dragodoro seduto a tavola con parenti e amici che oramai pare un pesce fuor d’acqua lontano dal suo SEA, epperó anche un po’ brillo e anestetizzato dal ron del figlio si ritrova alquanto incapace di smarcarsi mentre il nostro piccolo PdN lo tira per il colletto della camicia intimandogli all’orecchio:
      ” andiamo viaaaaaaa !!!!!! ”
      Hai centrato in pieno! :youdaman :rotfl :rotfl :rotfl sapessi quante volte il PdN mi ha salvato in corner! :D Da situazioni di “M” e chi lo lascia andare! :doubleup :heyhey

         1 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:20

      Qualche immagine di questo viaggio dall’album dei ricordi…..

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:21

         4 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:24

      …,,,

         4 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:26

      ,.,

         4 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:28

      ,,,..

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:30

      ,…,

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:31

      ..,,..

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:34

      .,,,,,

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:35

      ,,,,,,,,,,,,.

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:39

      Un tazza di the….

         4 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 28 novembre 2015 at 20:46

      …e qualche “amica”, giusto per continuare a stare Senza PenZieri…
      Ciao @pelato

         3 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming

         1 Mi Piace



    Post a Comment!