• WLF

      • 12 settembre 2012 at 18:44

      Ecco dove ha attraccato la tua nave dopo giorni di navigazione in solitaria :) Complimenti per il blog, mi piace molto come lo stai impostando e non mancherò di leggere tutte le tue avventure, pensieri e consigli come questo del “nonno” che non è nient’altro che la verità assoluta sul rapporto di coppia e l’amore.

      A questo punto non mi resta che augurarti buon lavoro caro Little!
      A presto ;)

      WLF

         0 Mi Piace



      • Grazie Caro…il sito é appena nato e c’é parecchio lavoro da fare ovviamente, ma apprezzo molto il fatto che coloro che stimo siano passati a dare un’occhiata… :-)

           0 Mi Piace


      • Gulliver
      • Gulliver

      • 12 settembre 2012 at 21:47

      Grande Little …. hai fatto veramente presto complimenti per il sito, ti seguirò con grande interesse in bocca al lupo per tutto fratello ;-)

         0 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 12 settembre 2012 at 23:38

      Interessante spunto di riflessione…. Razionalmente parlando al nonno va una grande stretta di mano:) partire in svantaggio nelle relazioni implica una fottutissima perdita… ma rinunciare all’amore per non imbrigliarsi in sottomissioni equivale a nn rischiare e quindi nn vivere…
      l’amore nn ti prende in ostaggio ma ti fa perdere il controllo, è così che ti rapisce, lasciandoti libero (cit.)

         0 Mi Piace


      • Leon
      • Leon

      • 13 settembre 2012 at 4:38

      Ciao LittleTruths,
      Complimenti per il lavoro.
      Il consiglio del nonno sarebbe giusto………….ma fammi aggiungere che innamorarsi è il PEGGIOR ERRORE che una persona commette nella vita, e lo fa anche più di una volta.
      Il riferimento non è ovviamente casuale.
      Per ora ti mando un Saluto (anche agli amici GT), sono a terra e chissà quanto ci vorrà per rialzarmi.
      Ciao

         0 Mi Piace


      • aurelius
      • Aurelius

      • 13 settembre 2012 at 8:15

      Quando Martina, fiera ed elegante si diresse verso il pullmann Mario disse-” Martina, tesoro mio…c’e’ qualche cosa che posso dirti o fare per farti cambiare idea, che so’…una promessa diversa, forse vuoi qualcosa in piu’ da questa relazione…”-

      Lei cambio’ improvvisamente espressione del volto, torno’ per un attimo quella splendida donna che conquisto’ Mario tanto tempo prima e disse, di nuovo con ritrovata calma, con autentica serenita’ -” Mario caro, tu mi hai dato quello che ti sentivi di dare, e ne sono contenta…non potresti mai cambiare ed essere qualcosa di diverso, e non lo vorrei per prima io. Non e’ usuale per me cercare di cambiare le persone…ecco perche’ ho sempre accettato quello che hai fatto.
      Pero’ adesso, non cercare tu di cambiare me, ne come vanno le cose…non te lo permetterei, lo sai.”-

      Si chino’ e prese la sua borsa, si tiro’ indietro i capelli con quel gesto morbido ed aggraziato che riempi’ Mario di ulteriore angustia ed aggiunse-” sappi che avro’ sempre una grande considerazione per te…e tutto quello che c’e’ stato e’ stato splendido, e sappi che sono stata felice di dirti di si alla fiera d’estate, perche’ avevo subito visto in te una persona speciale, con la quale tirar fuori il mio lato sereno e calmo…cosa che a volte per impostazioni sociali, qui non riesco a fare…ma adesso…e’ cosi che deve andare. Grazie Mario…e Addio”-

      Lui, colpito anche dalla frase che lei pronuncio’ come quella vecchia canzone, penso’ che in fondo i cantanti, i pazzi ed i poeti sono i soli a dare un senso alle cose della vita…
      e praticamente con quel poco che gli rimaneva di saliva e di raziocinio, riusci’ a dire -” Tu mi hai dato tanto, tesoro mio. E Io Martina, ringraziero’ te…sempre. Per aver condiviso con me un anno e mezzo della tua vita…”-

      Lei, allora gli diede un tenero bacio e sali sul mezzo in partenza…e gli regalo’ quell’ultimo, splendido sorriso.
      Mario la vide andare via cosi, elegante e fiera salire gli scalini del pullmann, ed il ricordo di quel sorriso e di quelle splendide gambe lo accompagneranno per sempre…Cosi come quel suo carattere, quel suo modo di fare calmo e sereno…come solo il mare al mattino presto puo’ essere.
      Capitolo IX
      Io ricevetti la telefonata di Mario subito dopo Capodanno, e a parte quella visita fugace che fece nel mio ristorante per gli auguri di Natale, non ci parlavo da due o tre mesi. Mi mancavano quelle quattro chiacchiere con lui, che facevamo sempre sia sulla situazione del lavoro, che su questioni private.

      E mi racconto’ tutto.

      Ed e’ per questo che ve l’ho raccontata ora, la storia di Martina e di Mario; seduto su questo muretto del belvedere del Castello di Praga, su questa collina di Mala Strana…perche’ si gode una splendida vista della citta’…
      Questa, che come tutte le altre citta’ del mondo vive, lavora e perpetua la sua esistenza con le storie degli uomini e delle donne che la abitano.
      Mario non si spiegava all’epoca perche’ aveva perso Martina…e certo io, aldila’ d’un fraterno consiglio e di una schietta comprensione, non sarei potuto andare.

      Forse non ci sono grandi motivi, ragioni specifiche, gravi fatti…
      forse, molto semplicemente, mario non riconobbe l’importanza di quella storia, di Martina come donna. O in cuor suo, non la voleva riconoscere.
      Molto probabilmente, qualcosa di bello aveva bussato alla porta del suo cuore e Mario, superficialmente non aveva saputo aprire…

      Mi disse che aveva provato a telefonarle un paio di volte, scruto’ invano anche su facebook…ma non ottenne risposte, e allora le cerco’ da solo, dentro di se.

      Ora Mario e’ tranquillo, e a volte girando per i piccoli paesini di Moravia e di Boemia gli capita di trovare qualche sagra, qualche festa, qualche piccola Fiera di prima estate…
      E certo e’ titubante, rimugina tra se e se qualche pensiero…prova ad incamminarsi verso l’entrata principale, ma poi rinuncia.
      Guarda il cielo, guarda a terra, magari tira calci a un sasso e, con una scrollata di spalle torna sui suoi passi…Forse in cuor suo, sa benissimo che potrebbe incontrare di nuovo una dolce e tranquilla ragazza di cui si potrebbe innamorare;
      …forse ha paura? No, e’ solo che ora Mario ha capito una cosa, quello che non aveva capito con Martina…non mente piu’ a se stesso.

      Semplicemente, Mario d’innamorarsi adesso non ha piu’ voglia.

      Ma ancora oggi, mi ha confessato l’altro giorno, magari durante la notte, un piccolo pensiero, il ricordo di Martina sfiora la sua mente: e allora abbozza un sorriso, ripensando a quegli occhi azzurri, a quello sguardo calmo, sereno…come solo il mare al mattino presto puo’ essere.

         2 Mi Piace


        • whitestyle
        • whitestyle

        • 13 settembre 2012 at 15:25

        ” (…)Mario caro, tu mi hai dato quello che ti sentivi di dare, e ne sono contenta…non potresti mai cambiare ed essere qualcosa di diverso, e non lo vorrei per prima io. Non e’ usuale per me cercare di cambiare le persone…ecco perche’ ho sempre accettato quello che hai fatto.
        Pero’ adesso, non cercare tu di cambiare me, ne come vanno le cose…non te lo permetterei, lo sai (…)” plauso a lei.. grande persona.. che compreso quando era il momento di andare… per evitare che anche i ricordi belli andassero via ..

           0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 13 settembre 2012 at 9:48

      Thai Butterfly….

      Cosa c’è di più misterioso di una farfalla??
      perchè la natura le ha fatte cosi belle? Io che conosco il loro carattere,che capisco il loro umore da come volano, mi chiedo spesso,perchè esse esistano.
      Non esistono le brave ragazze smarrite….esistono solo le cattive ragazze smascherate….
      Immagina una creatura che viene da lontano,
      da un mondo immaginario colmo di serenità, avvolto da un atmosfera luminosa,
      che ci accarezza con la sua calma,e ci trasmette un senso di completezza.
      Ora immagina che questa creatura sia una donna, è giunta da un luogo ignoto,
      ma il suo viso ci e vagamente familiare.
      In se racchiude l’universo,tutto lo stupore del mondo anzi in se raccoglie l’essenza della bellezza
      di ogni donna, che noi desideriamo.
      Chi è lei ?
      perchè e qui ?
      e una SCIAMANA venuta per consegnarci un messaggio, di serenità, energia, ed il farci sentire a nostro agio come ,mai abbiam provato.
      Un messaggio che non sono solo parole, ma anche un dono !
      il farci sentire uomini……sublime come oggetto magnetico e misterioso, dentro c’è la luce la
      magia delle emozioni, un profumo che porta il nome della sua messagera….

         1 Mi Piace


      • Leon
      • Leon

      • 13 settembre 2012 at 12:31

      Ciao LittleTruths,
      Complimenti per l’Ottimo lavoro svolto sul Blog.
      Il consiglio del nonno è verità e saggezza………ma a parer mio innamorarsi è L’ERRORE più grosso che una persona possa commettere………..è spesso ci si ricasca pure……..
      Potessi butterei il cuore agli squali bianchi SudAfricani.
      Mando un Grosso saluto a te e agli amici GT, sono troppo a terra.
      Vorrei anzi essere in mare (da SOLO) e augurarmi che la balena stavolta non sbagli di quel paio di metri.
      Ciao Leon.

         1 Mi Piace


        • Leon
        • Leon

        • 13 settembre 2012 at 12:34

        Scusa, ma non mi ero reso conto che il precedente commento era stato pubblicato, stanotte non lo avevo visto pubblicato.
        Ciao.

           0 Mi Piace



        • Ciao Carissimo…a quanto pare il primo commento postato da un nuovo utente va in moderazione e deve essere sdoganato.
          Tutti i commenti successivi appaiono poi automaticamente invece. :-)

             0 Mi Piace


      • dionisio74

      • 13 settembre 2012 at 16:32

      Il nonno la sapeva lunga…..
      Bisogna sempre seguire i consigli dei piu’anziani…..o per meglio dire … Prenderli sempre nella giusta considerazione..
      Salutoni a tutti …

         0 Mi Piace


      • heinze
      • heinze

      • 13 settembre 2012 at 18:22

      Allora io parto in netto vantaggio, dato che il mio cuore da tempo non palpita piu’, anzi credo non si sia mai concesso .
      A parte questo, volevo farti i miei piu’ sinceri auguri per il tuo blog. Spero diventi un prodotto di nicchia , anche se prodotto come termine fa’ abbastanza schifo, ma non mi è venuto in mente nulla di meglio :) . Bentornato Little !!!

         1 Mi Piace


      • gnocchettaro
      • gnocchettaro

      • 14 settembre 2012 at 8:26

      Quelle del nonno sono inequivocabilmente parole sante ;-)

         1 Mi Piace


      • Gulliver
      • Gulliver

      • 14 settembre 2012 at 22:52

      Ehhh … razionalmente parlando bisognerebbe dare il 5 al nonno per la saggezza , il problema é che in amore non c’é niente di razionale : l’ amore di per sé é la massima espressione della stupidità umana , ma é qualcosa che stravolge completamente l’esistenza di chi ne é colpito .
      Nel bene o nel male é comunque un esperienza da fare prima o poi … fa parte della vita … il guaio é che chiunque abbia avuto l’ esperienza di cascarci con la persona sbagliata ne porta dietro le cicatrici per un tempo indefinito che varia a seconda della sensibilità individuale …. c’é chi non si riprende mai , chi dopo mesi , chi dopo anni , e poi ci sono quelli che scelgono di modificare il proprio atteggiamento verso il prossimo … quelli che diventano diffidenti, quelli del “se una cosa é troppo bella per essere vera é perché non lo é …” in generale l’ epilogo della storia di Mario e Martina é più frequente di quanto non si pensi, non ricollegabile a quanto ho scritto sopra, ma in quel passaggio in cui il protagonista Mario ha un po’ perso la voglia di innamorarsi … la ritroverà ?! Bohh non é dato sapere, é un libro ancora da scrivere … é il romanzo della vita.

         2 Mi Piace


        • aurelius
        • Aurelius

        • 15 settembre 2012 at 7:31

        …”ma in quel passaggio in cui il protagonista Mario ha un po’ perso la voglia di innamorarsi …”
        Gulliver, diciamo che quello insieme ad altri 3/4 passaggi importanti, sono il succo del racconto di Martina e Mario…che potete trovare interamente sul mitico 3D del capitano : Oh Alina ( Sez. Dizionario su Grandi Testediminchias.com )

        …ed e’ vero che e’ molto difficile riuscire ad innamorarsi essendo non proprio sbarbatello, e vivendo ormai molte cose della vita, Ammmorrre compreso, con disincanto. Forse troppo…

        ps. magari un giorno Capita’…resuscitiamo l’opera omnia di Martina e mario…eheheh grandi lacrimoni in vista!!! :fulvit

           1 Mi Piace



        • Quando vuoi Caro, quì siamo sempre contrenti di piangere fino alla disidratazione! :dreaming

             0 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 16 settembre 2012 at 0:58

      Gulliver:
      il guaio é che chiunque abbia avuto l’ esperienza di cascarci con la persona sbagliata ne porta dietro le cicatrici per un tempo indefinito che varia a seconda della sensibilità individuale …. c’é chi non si riprende mai , chi dopo mesi , chi dopo anni , e poi ci sono quelli che scelgono di modificare il proprio atteggiamento verso il prossimo … quelli che diventano diffidenti

      Però tra diventare diffidenti e dubitare di tutto c’è una bella differenza… Un’esperienza negativa è, ma sopratutto, Dev’essere fonte di crescita personale… Il che non dovrebbe tradursi nel perdere la capacità di fare differenze tra persone e persone e concedere il beneficio del dubbio.. altrimenti l’ esperienza si trasforma in trauma affettivo.
      Spaziando un attimo per rendere più chiaro il concetto… esistono varie forme d’amore… nn esclusivamente quella del rapporto di coppia.. amore per un amico, amore un lavoro, amore per una passione in generale…
      Quante volte un amico ci ha inculato? Quante volte il lavoro ci ha deluso e tirato tranelli? Quante volte una nostra passione ci ha tradito dandoci sensazioni negative? Se ci fossimo fermati per questo, nn avremmo più amici, nn svolgeremmo lavori che ci soddisfano, nn riusciremmo più ad appassionarci in nessuna attività, trasformando quindi la nostra vita semplicemente in un riluttante scorrere delle ore guardandoci alle spalle. La sofferenza e le delusioni fanno parte del gioco e dando per assunto che anche noi stessi ne abbiamo date al mondo… è necessario guardare le cose, valutare le persone, vivere le situazioni con occhio vigile certo, magari anche disincantato… ma nn troppo pregno di un pessimismo cosmico che ci vela anche le piccole luci all’orizzonte… la vera crescita consiste dunque nel saper cogliere quelle luci anche se occhi diversi.

         1 Mi Piace


      • Gulliver
      • Gulliver

      • 18 settembre 2012 at 18:17

      whitestyle: Però tra diventare diffidenti e dubitare di tutto c’è una bella differenza… Un’esperienza negativa è, ma sopratutto, Dev’essere fonte di crescita personale…Il che non dovrebbe tradursi nel perdere la capacità di fare differenze tra persone e persone e concedere il beneficio del dubbio.. ………é necessario guardare le cose, valutare le persone, vivere le situazioni con occhio vigile certo, magari anche disincantato… ma nn troppo pregno di un pessimismo cosmico che ci vela anche le piccole luci all’orizzonte…

      … giustamente fai notare come le donne siano una delle possibili delusioni, le altre sono quelle lavorative, quelle legate alle false amicizie ecc, … il problema é causato a mio avviso dalle eccessive aspettative che si hanno sul rapporto di coppia ( —- ),sugli amici o meglio sul valore che si da alla parola amicizia, sul lavoro visto come estensione e affermazione del proprio IO e anche su determinati interessi che col tempo possono esaurirsi consumati dalla routine

      Riassumendo per me:

      1) Un amico é uno che non sparisce nel momento del bisogno : quanti ce ne sono all’ atto pratico ? Pochi o nessuno: tutti bravi a chiedere e a fare i grandi amiconi quando hanno qualcosa da prendere, mai che se ne trovasse uno quando é il momento di dare … facciamocene una ragione viviamo nell’ era dell’ apparenza e della poca o nessuna sostanza, almeno da ciò che ho avuto modo di vedere fino ad ora. I veri amici esistono ma sono pochissimi.

      2) Un lavoro soddisfacente é un lavoro dove il merito venga riconosciuto anche a fini di avanzamento in azienda … me ne faccio una sega del capo che mi dice bravo se poi il merito va ad altri e con esso promozioni e premi produttività … come ho detto l’ anello al naso non ce l’ ho; potrei continuare con altre considerazioni ma lasciamo perdere quello che ho visto succedere nelle varie aziende in cui ho lavorato…

      3) Una donna é veramente interessata quando guarda a te come una persona a cui tiene e non come a un investimento, altrimenti é solo un artefatto per tentare di convincere noi stessi che non siamo soli; personalmente non so che farmene di un appendice del genere, trovo molto più maturo accettare di buon grado una certa solitudine con tutte le libertà che ne conseguono, piuttosto che abbassarmi a compromessi di sorta per dare una certa immagine di me all’ esterno … andiamo non ci prendiamo per il culo, si vedono più coppie che stanno insieme per reciproca convenienza che altro: una facciata per dare un immagine vincente e/o di normalità e accettazione delle convenzioni sociali, un po come le finte amicizie su facebook di gente che non abbiamo mai nemmeno conosciuto di persona … sennò come te li spieghi 2000 amici ? Io con il mio solito disincanto ho fatto una piccola ricerca ….. questo é stato il risultato:

      http://www.appuntidigitali.it/4619/svelato-il-segreto-di-pulcinella-amici-in-vendita-anche-su-facebook/

      Il punto é questo: viviamo in un mondo dove niente o quasi é come sembra. Che poi non ci sia solo questo ma anche rapporti veri sono d’accordo, semplicemente é molto più raro di quanto non si pensi … io preferisco la realtà; per quanto dura e amara possa essere, almeno ho imparato a gestirla. Amore ? Bahh per quanto mi riguarda una chimera, ho dato il mio cazzo alle peggio troie dei peggio bordelli di mezzo mondo, il mio cuore lo tengo per me fintanto che non trovo una persona vera che mi apra il suo …
      Vedi quanti tasselli che devono andare al posto giusto ?! Realisticamente parlando é facile e prevedibile un esistenza intera senza l’ amore, io mi regolo di conseguenza, vivo adesso e subito, come se non ci dovesse essere un domani. Siamo tutti piccoli esseri umani e siamo qui solo di passaggio: approfittiamo di quello che abbiamo finché lo abbiamo.

      Vedere la luce ?! Io preferisco la metafora dell’ acqua nel deserto: ben venga quando é reale, ma il disincanto é oro perché lo aiuta a riconoscere i miraggi … e finora ho visto e riconosciuto solo un mare di miraggi, mentre di pozze d’ acqua nemmeno l’ ombra … strano però non sto morendo di sete ;-)

         0 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 25 settembre 2012 at 23:39

      Gulliver,

      buonasera Gulliver, perdonami il ritardo nella risposta ma mi ero persa questo commento:) Quello che dici è sicuramente, indiscutibilmente, giusto… Pochi amici, soddisfazioni sudatissime dopo tante amarezze, una vita di apparenze, patinata di lustrini in cui veniamo “scelti” per determinati requisiti .. se per gli uomini è il portafoglio, per le donne è un bel culo e un bel fisico… insomma un cane che si morde la coda, un circolo che sembra non trovare spiragli… Eppure in tutto questo bailamme c'è ancora qualche amico su cui contare, piccole grandi realizzazioni personali e qualche persona speciale nel cuore.. il mio nn vuole essere un inno all'illusione .. tutt'altro… riuscire però a scorgere quello che di positivo ci accade e succede..
      Avere occhi per riconoscere, distinguere il vero dal falso è un dono… cerca di non perderlo mai.. solo questo, nonostante il disincanto:)

         0 Mi Piace


      • capitan_ninja
      • capitan_ninja

      • 28 settembre 2012 at 16:23

      Allora, questa settimana mi sono innamorato… di nuovo! Si perché quando questa personcina strigendomi le mani appoggia il suo corpo e il suo viso al mio e mi sussura dolcemente che “mi vuole” ma “non puó” perché fra 3 settimane si sposa… non so… sento una cosa… che cosa sento!?! Kasso, mi sembra di essere un fottuto addolescente!
      E allora oggi mi sveglio e come un’automa scrivo stá cosa e lo mando a questa splendida creatura e… basta, non ci devo piú pensare!!!!!!!!!!

      O Pirata
      Viajei e conquistei as terras mais distantes e remotas, lindas donzelas perderam-se no meu olhar e ardendo de desejo entregaram-se ao calor do meu corpo, cruzei com o meu veleiro os sete mares deixando um rastro de corações partidos e lagrimas derramadas, os portos mais distantes conheceram a minha fúria e o meu carisma, homens corajosos me temeram e mulheres deslumbrantes me amaram, tesouros foram pilhados e empresas heroicas foram consumadas mas agora, uma força poderosa atraiu este velho pirata nesta ilha do nunca, embaixo de constelações que tem o brilho dos seu olhos, onde o contorno das praias tem o suave perfil do seu rosto, onde a calmaria dos ventos tens a ternura do seu sorriso, onde o sol que a ilumina tem o calor da sua risada, onde as finas areias tens a macieza da sua pele, onde sabores e aromas me envolvem como a sua essência, onde altas cachoeiras despencam água límpida e pura como o seu coração, é o reflexo da lua que me guia á ilusão da nova conquista, amaino as velas e preparo o meu coração de pirata á batalha, mas o meu coração quer trégua de mim mesmo, trava uma luta entre o meu passado e o meu presente, entre quem eu era e quem eu quero ser, entre o sonho de provar do sabor dos seu lábios e o desejo de conhecer os secretos do seu corpo, luto para libertar-me do canto sedutor de sereias fascinantes, luto para desmontar o mundo torto que protagonizei, quero me afastar do espelho que reflete quem eu era, aguardo a minha nova vida acontecer, embaixo deste céu tem algo especial e eu vou esperar que passe por aqui.

         3 Mi Piace



    • capitan_ninja,

      :clap :clap :clap
      :ar

         0 Mi Piace



    • Guarda caso anche io stà settimana ho pensieri d’ammmore che mi ronzano per il teschio… :skull
      In genere le donne importanti della mia vita sono state di due tipi; quelle “buone” che alla lunga sono diventate noiose, e quelle “cattive” che alla lunga hanno cercato di uccidermi.
      Unica eccezione a queste due categorie fino ad ora é stata una che suo malgrado é risultata “irraggiungibile”…quella che più mi é piaciuta fisicamente, che più mi ha intrigato ed affascinato mentalmente….e allo stesso tempo quella con cui più difficile é stato aver a che fare.
      La regina delle Aline; una combinazione di pro e contro semplicemente impossibile.
      Me la sono bruciata come un cazzone tra l’altro…in meno di un paio di settimane.
      Questa mia testa deve davvero esser bacata…quanto più “impossibru” son le cose tanto più mi attizzano. Ci sono alcuni aspetti di questa persona che la farebbero dare a gambe a chiunque e con buona ragione, mentre per altri aspetti mi inginocchierei davanti a lei in questo momento e le direi; “Sposami Subito!”. :rotfl :hairpull :trongo :ar :))

         1 Mi Piace


      • descarao
      • descarao

      • 28 settembre 2012 at 20:54

      LittleTruths,

      Beh che dire Amedeo…il tuo ragionamento non fa una grinza ed è lo stesso tipo di situazioni che mi sono ritrovato ad affrontare yo..le buone sono buoni sì…ma che sapore hanno? le cattive sono le cattive…ed è tutta un’altra storia…l’irraggiungibile è il mix tra le due razze…ma l’irraggiungibile col cazzo che lo raggiungi a modo tuo…lì non ci guadagni ne esci pari e patta…li ci perdi solamente.. e una volta che hai perso è game over…un Pirata non prende mai la rivincita ;-)

         0 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 28 settembre 2012 at 21:38

      capitan_ninja:

      (…..)Viajei e conquistei as terras mais distantes e remotas (…..)

      …e che poesia ragazzi miei!!… :clap

         1 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 28 settembre 2012 at 21:56

      LittleTruths:

      Me la sono bruciata come un cazzone tra l’altro…in meno di un paio di settimane.
      Questa mia testa deve davvero esser bacata…quanto più “impossibru” son le cose tanto più mi attizzano.

      ehm se te la sei bruciata è perchè magari il tuo spirito di conservazione ti ha suggerito che forse forse era meglio lasciar perdere (?)….

      Per quando riguarda le cose “impossibru” … su quelle abbiamo in parecchi un’adorazione e una propensione speciale:D

         1 Mi Piace



      • Beh, a dire il vero me la sono bruciata a causa di alcune tecnicalità che hanno ulteriormente complicato la situazione ed infine il tutto é andato in malora…ma sì, ovviamente nel momento in cui la contropartita del navigare quelle acque si é fatta troppo pesante ci si é mandati affanculo e hasta la vista.
        Un certo rimorso é rimasto, in tutti e due oserei dire, ma come dice bene il Descarao tra Pirati non si prende mai una rivincita…é una questione di etichetta; bene o male che vadano, le esperienze le si vive e una volta vissute le si ripone nello Scrigno e lì le si lascia.
        Al massimo se ne può scrivere qualcosa su di un pezzo di pergamena, poi arrotolarlo e ficcarlo in una bottiglia di Rum vuota, metterci un tappo sù e consegnarle al Mare…così come facciamo quì su Piccole Verità…
        :ar

           1 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 28 settembre 2012 at 22:32

      LittleTruths,

      Certo che voi pirati avete uno spirito e un istinto di libertà da fare veramente invidia a noi comuni mortali.. Adesso ho in mente l’immagine della bottiglia con la pergamena che va via con la corrente:)

         1 Mi Piace



      • :-) …beh, si…devo ammettere che questa del messaggio nella bottiglia é particolarmente azzeccata…
        Si vede che l’ammmmore mi ha portato ispirazione… :))
        :ar

           1 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 28 settembre 2012 at 22:50

      LittleTruths,

      azz.. che ansia… con l’immagine della bottiglia mi è venuta in mente pure un pezzo di poesia che diceva ” lasciar andar andare non significa smettere d’aver cura ma comprendere che non si può agire al posto degli altri.. ” una cosa del genere.. più o meno

         1 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 28 settembre 2012 at 22:58

      Trovata la poesia… associata alla bottiglia ci sta tutta..:)

      “Lasciar andare non significa smettere d’aver cura, ma comprendere che non si può agire al posto degli altri.

      Lasciar andare non è chiamarsi fuori, ma rendersi conto che non si possono controllare gli altri.

      Lasciar andare non è far sì che gli altri imparino dalle naturali conseguenze dei loro atti, ma permettere loro di farlo.

      Lasciar andare non è un’ammissione d’impotenza, ma comprensione che il risultato non dipende da noi.

      Lasciar andare non è biasimare gli altri o cercare di cambiarli, ma tirar fuori il meglio da se stessi.

      Lasciar andare non è giudicare, ma permettere agli altri di essere umani.

      Lasciar andare non è mettersi in mezzo a dirigere tutto ma permettere agli altri di compiere i loro destini.

      Lasciar andare non è non essere protettivi, ma permettere agli altri di affrontare la realtà.

      Lasciar andare non è negare, ma accettare.

      Lasciar andare non è brontolare, rimproverare o discutere, ma vedere i propri difetti e correggerli.

      Lasciar andare non è conformare ogni cosa ai propri desideri, ma prendere ogni giorno come viene avendo cura di se stessi.

      Lasciar andare non è criticare o mettere a posto gli altri, ma cercar di diventare ciò che si aspira ad essere.

      Lasciar andare non è piangere sul passato, ma crescere e vivere per il futuro.

      S.Flora “

         2 Mi Piace



    • Leon:
      Ciao LittleTruths,
      Complimenti per l’Ottimo lavoro svolto sul Blog.
      Il consiglio del nonno è verità e saggezza………ma a parer mio innamorarsi è L’ERRORE più grosso che una persona possa commettere………..è spesso ci si ricasca pure……..
      Potessi butterei il cuore agli squali bianchi SudAfricani.
      Mando un Grosso saluto a te e agli amici GT, sono troppo a terra.
      Vorrei anzi essere in mare (da SOLO) e augurarmi che la balena stavolta non sbagli di quel paio di metri.
      Ciao Leon.

      A chi lo dici Caro mio…a chi lo dici… :ar
      Stranamente questo commento era passato inosservato fino ad ora, ma meglio tardi che mai, sappi che mi é piaciuto molto…
      Ed ovvio…spero che le cose ritrovino un certo equilibrio sul tuo galeone, anche se poi in fin dei conti non son pochi i vecchi lupi di mare che solcano i sette mari avendo lasciato il cuore in un posto impossibile.
      Salute a te, e fatti vedere più spesso tra noi! :-)

         0 Mi Piace


      • capitan_ninja
      • capitan_ninja

      • 29 settembre 2012 at 1:21

      Ragazzi… siete veramente fantastici. Sará che in questi giorni e oggi principalmete, sono particolarmente sensibile ma mi state facendo “viaggiare”… veramente!
      @whitestyle “…e che poesia ragazzi miei!!…” ma sai che non c’avevo pensato che é una poesia?!? l’ho messo giu cosí, di getto… tipo: vai avanti e non guardarti indietro. Grazie!
      “Lasciar andare non è conformare ogni cosa ai propri desideri, ma prendere ogni giorno come viene avendo cura di se stessi” …ecco cosa faró a partire da domani.
      Fratello @Little, come ti capisco… e come hai ragione… eccome! La bottiglia ce l’ho, il pergamino é dentro… ma non riesco ancora a tapparla e gettarla… me la tengo ancora un po’ perché fa male ma é un dolore bello.

         2 Mi Piace



      • Oh, Fratello….non me lo dire proprio….il dolore é quasi anche meglio della vittoria stessa.
        Tu sai, che le cose spesso hanno un senso solo fino a quando non le hai ed appartengono a te…una volta che le hai ottenute già inizi a guardare altrove, perché le idealizzazioni e fantasticherie che ci facciamo nei nostri cuori sui nostri oggetti del desiderio purtroppo superano di gran lunga qualsiasi realtà.
        Lunga vita perciò ai sogni, al rincorrerli, all’accarezzarli, al quasi raggiungerli e sopratutto al mai afferrarli ed averli in pugno davvero.
        True Story.
        :ar

           2 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 29 settembre 2012 at 8:01

      @capitan_ninja “La bottiglia ce l’ho, il pergamino é dentro… ma non riesco ancora a tapparla e gettarla”
      Adesso tienila ancora un pò con te,
      è la fase del “viaggio”, il viaggio mentale che fai senza muoverti e ti ritrovi sempre con chi vuoi:) che alimenta l’immaginazione incantevole e il dolore schiacciante, perchè tutto quello che non riusciamo a vivere come vorremmo, lascia un segno più grande di qualunque cosa già fatta… è “l’idea” di vivere quell’esperienza in grado di cambiarci la vita, che ci spinge a mettere nelle mani di “sconosciuti” il potere di rivoluzionarci l’anima.
      … Ma come spiega alla perfezione @Little “le cose spesso hanno un senso solo fino a quando non le hai ed appartengono a te”
      …Poche righe che raccontano come stanno davvero le cose :clap

      Buon sabato amici:*

         2 Mi Piace


      • Vortice
      • Vortice

      • 27 novembre 2012 at 0:54

      I nonni la sanno lunga…sempre.
      Cosa non darei per averlo ancora qui al mio fianco a dispensare le sue perle…

         1 Mi Piace


      • gnocchettaro
      • gnocchettaro

      • 7 dicembre 2012 at 20:11

      Vortice:
      I nonni la sanno lunga…sempre.
      Cosa non darei per averlo ancora qui al mio fianco a dispensare le sue perle…

      Evidentemente tu ne sarai il loro portavoce, tu hai con te non soltanto le perle che hai avuto la fortuna di ereditare dai tuoi nonni, ma soprattutto l’ atteggiamento mentale, la cultura, il modo di pensare, la maniera corretta di comportarti col prossimo, l’ equilibrio psicologico, che ti faranno autore di perle di altrettanto valore e condivisione. Chi ti sarà vicino, sarà entusiasta del tuo livello di maturità. Chi verrà dopo di te, farà tesoro delle tue perle. E tutto questo grazie anche ai tuoi nonni. :victory

         0 Mi Piace



    Post a Comment!

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.