• NOTES FROM NOWHERE

    Sul far della sera un vento freddo e inclemente sferza il viale fiancheggiato da bassi edifici a 2-3 piani a mattoncini illuminati da una infinita teoria di eserciizi commerciali: fruttivendoli polacchi, alimentari indú, rosticcerie di kebab e via di seguito.
    Il traffico scorre pigro e indifferente e diradati passanti affrettano il passo e ingobbiscono alle periodiche frustate del vento.
    Uno di questi, cappotto scarponcini marroni e jeans, incede rapido e lancia circospette occhiate alle sue spalle.
    Forse incosciamente allertato da un lontano caratteristico rombare, l’individuo si gira ancora una volta:
    lo vede, ci siamo.
    Il grosso veicolo rosso é ancora lontano ma si avvicina inesorabilmente.
    Il tipo guarda davanti a se.
    Un crocchio di 7 -8 persone attorno a un palo. Saranno a un 40-50 metri.
    Affretta il passo e si guarda di nuovo alle spalle.
    La alta mole rossa avanza e incombe su di lui.
    L’uomo Accellera ancora, anzi corre proprio.
    Un altra occhiata indietro: il mastodonte rosso guadagna terreno.
    Ma anche il crocchio al palo é ormai prossimo.
    Quando sente la rombante sagoma alle calcagna l’uomo senza smettere di correre infila deciso la destra nel cappotto con una mascola smorfia sul volto.

    E A sto punto dovrebbe estrarre na pistolaccia che gnanche clintistud e vai.
    Ma invece no. Dal taschino esce il tesserino dell’autobus che trafelato l’uomo spiattella davanti al sensore alla porta prima di stravaccarsi sconsolato a sedere di fianco una ragazzina magrolina con l’apparecchio in bocca e troppo indaffarata col suo aifonn per fare caso.

    Non é quindi questo un racconto poliziesco.
    Ma il
    Triste e solitario finale
    di una settimana londinese di fine Febbraio dalla quale l’uomo ( che sarei io ) esce fuori tutto solo.
    Con davanti a se, dopo anni anni e anni di conuigale quotidianitá, un periodo che si colora sí di scapolesca libertá ma anche e forse soprattutto di spaventosa solitudine.

    Ma prima di proseguire, a scanso di equivoci, é mejo che ve spieghi:
    Non mi sto separando o divorziando,
    Solo che la mia consorte considerando vari aspetti riguardanti la sua professione,
    Ha ritenuto, e ho dovuto concordare con lei,
    Che fosse un upgrade fondamentale lavorare per un po’ in giro per il mondo per le imprese di top del suo ramo ed é qui, nella capitale di sua maestá Britannica, che quel malinconico dí la lascio per qualche settimana di preparazione prima di imbarcarsi per le crociere per dei bei mesetti.

    Non trovo inopportuno offrirvi, a distanza di qualche tempo, quando ormai anche la mia consorte ha lasciato l’ UK per prendere il mare,
    offrirvi qualche spunto di su questa grande cittá con la quale ho una certa empatia e in cui constumo sentirmici, per motivi che neppure so spiegare, bene.
    Malgrado non la trovi neanche esteticamente particolarmente bella e sia, nelle sterminate periferie ( boroughs ) un immenso “nowhere” ( da qui il titolo ) che ho percorso in autobus e altri mezzi pubblici per ore, ore e ore in quella settimana.
    E in cui, magrado le mie sofferenze coniugali, ho avuto modo in piú occasioni di pensare un poco pure a voi che,
    anche se ultimamente ci si sente poco,
    siete sempre nel mio QUORE.

    E dopo questa Gaya dichiarazione
    Il primo capitolo non puó che essere

    E infatti proprio in questo gayo ostello nella localitá di Watford che l’impresa alloggia le sue aspiranti collaboratrici convenute di ogni dove.
    Tremebondo come portassi la mia bimba al primo giorno di asilo ci presentiamo alla reception la mattina.
    Una adiposa e sciatta cerbera di mezz’etá ci accoglie con burbera bonarietá, dietro le si aggira un mezzo gigante indiano dall’ aria stolida.
    Compiliamo i moduli e poi devo aspettare che si installi nella stanza da sola, che nei su dormitori non posso andare.
    La aspetto allora: mi siedo sul divanetto e mi guardo attorno.
    Appaiono due donne, immagini di vite andate a male:
    La piú vecchia di una sessantina di anni veste miserabili vestaglia e ciabatte e sembra alterata, parla alto. La piú giovane la redarguisce dura esibendole la sua marcia dentatura.
    Hanno con loro una bambina di un 7-8 anni che le segue trista e muta. Passano via.
    La cerbera sgrida una cinesona alta con una brufolosa faccia da scema: peccato perché il telaio non era niente male. Pare si sia tenuta troppo tempo le chiavi di non capisco cosa.
    Non farlo piú ! ripete.
    La cinesona ridacchia e se ne sbatte.
    Ridacchia pure mia moglie quando scende passato qualche minuto:
    Nella stanza ha sopreso entrando le sue compagne a letto assieme teneramente abbracciate:
    i Village People ci avevano proprio raggione……
    Va detto che, tolto questo, anche in questo contesto la mia consorte ha confermato una sua catatteristica della quale, anche se personalmente non ne posso aprofittattare, mi sento di definire un pregio: trovarsi “migliori amiche del momento” fighe.
    Metto in highlight una Peruviana di aspetto indio, perla rara, che io di indie un poco me ne intendo e trovarne una bona é na mezza impresa.
    Partita la Inca ( pare stia costeggiando la Spagna – messer @luporosso , allarrembagggio ), ecco apparire una morettona Serba alta e magra con un paio di foto su fb vero invito all’ onanismo ( che per una qualche specie di remora ho declinato ).
    Ma soprattutto un ambiente con tante asiatiche, inspecial modo Thai e Cinesi con le quali ha per la prima volta socializzato in vita sua, superando finalmente certi preconcetti che aveva sviluppato contro il grande popolo dell’ impero di mezzo.

    RAZZISMO CHE VIENI, RAZZISMO CHE VAI.

    E mentre questo razzismo andava,
    altri tra i piú odiosi e stigmatizzati dalla storia dei razzismi venivano ad avere,
    nella figura del dottor Johnatan Levi,
    una brutale conferma dei suoi luoghi comuni e stereotipi
    da fare la gioia di qualunque Goebbels.
    Le visite mediche e gli esami per sapere se le aspiranti lavoranti sono sane
    sono affidate a tale clinico, medico di base abilitato a rilasciare il
    “certificato norvegese di abilitá alla navigazione”
    Perché norvegese non chiedetemelo che non lo so.
    Anzi se qualcuno lo sa lo ringrazio di spiegarmelo.
    Il dottor Levi riceve in una ricca dimora con maneggio e tutto, presumibilmente casa sua,
    non ci son stato io,
    sto riportando il racconto di mia moglie ( cui il nome Levi non dice niente e punto digiuna di stereotipi antisemiti ).
    Il dottore non ha segretaria, non ha infermiera.
    Riceve subito personalmente le 300 sterline ( in contanti ) e conta le banconote.
    “Leccandosi il dito” , ho aggiunto io per scherzo…
    “come fai a saperlo…?” risponde mia moglie sorpresa dalla mia intuizione….
    E NON DA RICEVUTA.
    Tanto per dire che a evadere il fisco siamo solo noi puzzoni del sud Europa e che i virtuosi biondi del nord non permettono cose cosí. E questo tipo é pure legato, Dio sa come, alla virtuosissima Norvegia numero uno del mondo per ISU ( indice sviluppo umano ).
    In seguito procede personalmente al prelievo del sangue per testare HIV, epatiti etc…
    SENZA USARE GUANTI.
    Una falla che neanche nella Repubblica Democratica del Congo, dove magari i guanti di latex scarseggiano, non certo nella ricchissima Londra. Cazzo.
    Avuto sto racconto ho avuto la tentazione di denunciare questo indegno collega al General Medical Council.
    I Britanni han sempre fatto questione di mostrarsi con me pignoli, precisini e tutto tutte le volte che ci ho avuto a che fare e poi vengo a scoprire lasciano ingrassare in combutta con le multinazionali simili figuri, una vergogna a 360º per la professione medica.
    Scusate lo sfogo.

    Ma torniamo a parlare di razzismi a noi piú congeniali: come non ricodarci di loro, le nostre care vecchie Melanzane di cui Londra é oggidí un ubertosissimo orto ?

    EGGPLANT FIELS FOREVER

    Tra le colleghe che di mia moglie erano naturalmente numerose, ci ha fatto pure il pranzo pasquale assieme in un Italico ristorante, naturalmente.
    Ma pure io, nei giorni li passati ho avuto qualche contatto.
    Ero ospitato a casa di un amico, anzi nel retrobottega della botique di moda / sartoria
    della sua ragazza una coraggiosa e intraprendente giovane stilista afro-portoghese installatasi lissú
    alla quale desidero tutta la fortuna che merita.
    Se ci avete il facebook metteteci il “like” se vi va.
    https://www.facebook.com/heu.pitra?fref=ts

    Bene, sfogliando il “book” della sua collezzione dell’ anno passato naturalmente me ne sbattevo dei vestiti impegnandomi nella critica di quello che vi era dentro.
    Tra certe blacks che parevano travestiti notavo invece una biondina davvero caruccia.
    ( no, nella pagina fb non ci sono quelle foto li ).
    La riporto come la mia preferita e scopro che é…Melanzana!
    Non la incrocio “live” per un niente…ma in compenso, considerando che siamo “paisá”
    fanno questione di passarmela al telefono un giorno che é lá con loro.
    Una napoletanina di un vent’anni dalla vocina simpatica.
    La vendetta della Melanzana. Auguri anche a lei.

    Dal vivo invece ho invece avuto il dubbio piacere di udir il saccente melanzanico berciare
    nei posti della CULtura, che é risaputo che faccio la persona acCULturatata,
    posti tipo il

    BRITISH MUSEUM
    Dove ho avuto il piacere di incontrare il nonno di monsieur @epicuro
    18110416_1876598635945401_725620734_n

    Abbiamo scambiato qualche battuta, ci siam bevuti un caffé e abbiam parlato un po’ della mia recente passione per Fichte e per l’idealismo tedesco.
    “il sonno della ragione genera centauri” ci viene in mente a un certo punto,
    ne io ne lui ci ricordiamo chi lo dicesse.
    18136783_1876598695945395_1647647331_n

    Epicuro nonno ha quindi fatto questione di presentarmi un noto politico Ateniese,
    io volevo scansarmi, temendo fosse Varoufakis,
    invece era questo qui.
    18109751_1876598489278749_314060452_n

    Gli faccio capire che, con tutto il rispetto per Pericle e gli Alcmeonidi, preferirei mi presentasse qualcuno con le tette….
    18136568_1876598372612094_962784679_n

    Vabé, desisto.
    Mi imbatto poi in questo curioso dipinto.
    La battaglia di Adua dipinta da un ignoto artista etiope all’ epoca dei fatti.
    18109411_1876598805945384_375681398_n

    Italiani che vanno in giro a far figuracce pare che ce ne fossero anche tanti anni fa.
    Altri invece si fanno onore.
    Ne vado a trovare il giorno dopo uno, un vecchio amico dei tempi del liceo che si é stabilito a Londra da 20 anni, lavora nel mondo finanziario e ha comprato casa nelle vecchie

    DOCKS
    che son state negli ultimi anni riabilitate e transformando in residenze borghesi i decrepiti magazzini portuali dove alla fine dell’ottocento si aggiravano tipi alla Jack Lo spuartatore o alla Oliver Twist.
    Ma, andando un poco piú indietro ancora nel tempo ci dobbiam ricordare che son pure posti legati all’ epoca d’oro della pirateria, quivi si incontra l’infame “execution dock” dove un dí di Maggio del 1701 fu impiccato il Capitano William Kidd.
    Combino col mio amico allo starbuck sotto il tower bridge poi ci incamminiamo per andare a pranzare per una volta cibo britanno in un pub appunto dedicato al famoso pirata.

    18136051_1876599052612026_917262589_n

    Qui naturalmente, in tale ambiente ho naturalmente dedicato un pensiero al nostro sSignor Capitano…..mi son finalmente scaricato al ritorno la 1ª stagione di Black Sails e ho cominciato ad assistere….
    Nel pub per la cronaca si magna bene a buon prezzo ( considerando che sei a Londra ) ed ha pure una bella vista sul Tamigi.
    Tamigi che ho visto poco in quei giorni, che battevo i sentieri piú a nord, facevo base a Hendon
    dove, ventura vuole si trovi
    18110414_1876599545945310_35616860_n

    Suppongo abbiate giá immaginato a chi é dedicato questo ultimo capitolo.
    Appena avuta notizia della mia vicinanza a tale instituizione mi son sentito in dovere di farvi un incursione,
    anche in onore all’infaticabile nostro @DrMichaelFlorentine nostro faro di incomparabile su questi temi.
    E gli offro, vi offro per foto
    18136744_1876599845945280_1622940258_n

    il leggendario Spitfire eroico protagonista della 2ª guerra.
    Il museo é attualizzato essendovi esemplari di aerei e elicotteri anche recentemente in servizio in Bosnia, Iraq, Afghanistan….sono pure rimasto sorpreso di quanti posticini abbia la cara RAF visitato dalla fine della guerra fredda.
    Ho notato che invece i veivoli degli anni 50, 60 e 70 non risultano attivi in nessun teatro bellico,
    negli anni 80, tolta la guerra delle Falkland, niente piú.
    Zitta, zitta Albione alla guerra vá.

    NOTE FINALI
    Lo so: le foto fan cagare il cazzo ( le faccio con un iphore per dire )e non valgo un calzetto sporco del nostro capadimorto.
    e non ho caricato neanche una foto a tema bovino.
    Mi affido pertanto all’indulgenza delle vostre cortesi signorie.
    Ogni volta che lascio sta cittá mi sembra sempre che sia per ritornarci in breve.
    Se ogniuno di noi ha le “sue cittá” i suoi posti con i quali sviluppa una relazione in qualche modo “speciale”
    ho senza dubbio definitivamente aggiunto Londra tra i miei dopo
    le strade dove il mio corpo fanciulletto giaque e crebbe;
    l’Eterna Urbe Caput Mundi dove giovinetto nutrii il mio spirito delle maestose rovine dell’Impero ( e ho visto il mio primo pornazzo in VHS );
    quindi La Habana, Lisboa e Aswan nell’Egitto meridionale.
    Ma se per tutti i posti succitati ho una ragione che li torna speciali che capisco bene,
    Nel caso di Londra non ho ancora capito bene perché.

    Fintanto che non ci arrivo, facciam cosi:


    AtiLeong ha scritto anche:



      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 5 maggio 2017 at 22:10

      Aiutooooo!!!
      si é pubblicato da solo….
      non era ancora pronto
      :O :O :O :O :O :cry :cry :cry :cry
      :)) :)) :))
      echecazzo….

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 6 maggio 2017 at 0:04

      OK. Adesso é finito. :phew

         0 Mi Piace



    • AtiLeong:
      Aiutooooo!!!
      si é pubblicato da solo….
      non era ancora pronto:O:O:O:O:O:cry:cry:cry:cry:)):)):))
      echecazzo….

      Chiedo umilmente perdono CaVo sSior Leone, in quanto fui io il tapino che, rinvenendo lo scritto sula griglia di partenza nel backstage e temendo che qualcosa fosse andato storto nella puBBlicaSSione e fosse pertanto in attesa di approvaSSione…risolvetti con pigiarne il blu pulsante e meter così l’Opera a disposiZione del pubblico. :youdaman :ouch :youdaman
      Pardon, Monsieur! :ar

         1 Mi Piace



    • Tornando al tema, lei ci ha un Scerto feeling con quell’angolo Tel monTo, CaVo Sir Lion… :dreaming …un feeling che devo ammettere, a me manca.
      Ma La prego, mi dica, che son curioso…ci trova per caso una qualche forma di filo conduttore o qualcosa in comune tra le città facenti parte della sua Magic List? :bz
      Per quanto riguarda i misteri del certificato norvegese, non saprei proprio che dirle poiché mai familiarizzai con il settore mercantile dell’industria marittima. Resolvì con lo seguire i dettami del coração e concentrai lo impeto della mia dedizione alle Arti di una Pirateria più artigianale; quella fatta a Vela o tuttalpiù con qualche lancetta high-speed sparpagliata quà e là di tanto in tanto. :ar
      Navigare su navi mercantili e su navi da crociera é tutt’altra cosa CaVo Sir Lion. All’ultimo rinnovo dei certificati di sicurezza pochi mesi fa ho avuto il piaSciere di condividere il corso con addetti a questo tipo di industria e son rimasto alquanto colpito (per non dire perplesso) dalla sostanziale differenza sia di personaggio che di competenze che intercorreva tra il sottoscritto et questi. :O Quasi tutti questi avevano infatti la stessa dimestichezza con l’acqua di Mare che potrebbe averci un impiegato qualsiasi di un grosso centro commerciale cittadino.
      L’unica cosa che mi viene a mente per cercare di dare un senso al Mistero del Certificato Norvegese pertanto é che Norvegese sia la bandiera sotto cui fu registrata la nave imbarcata dalla Sua dolce Consorte. Altrimenti, non saprei che dirle.
      Sebbene il sottoscritto non sia un fan di tutto ciò che é ‘UK, né tantomeno di LonTra, devo dire che comunque tutto ciò che é “porto” et “pirateria” esercita su di me un certo ascendente ed ho pertanto apprezzato in particolare il passaggio riguardante i “docks”… :dreaming
      Avendole domandato quale sia, se ci sia, il presunto filo conduttore che accomuna le sue città preferite sto ragionando per cercare di appurare se ce ne sia uno tra le mie, ma attendo di vedere cosa mi dirà prima di condividere le mie conclusioni al riguardo.
      Ad ogni modo, un grande in culo alla Balena per la Sua Consorte, che mi saluterà caramente, e per questa nuova avventura in cui vi state cimentando. :lov :ar :dreaming

         2 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 6 maggio 2017 at 14:08

      Oppoffarbacco!
      La giornata comincia bene se la prima cosa che leggo su Internetto é uno scritto dell’ iniguagliabile (imho) @AtiLeong.
      Bello il racconto, e auguri a Lei e alla sua Signora. Poi l’inclusione di quello che potrebbe essere l’inno ufficiale della SeZZIone Frocería da Diporto di PV, ovvero “YMCA” dei mitici ancorché ricchioni Village People abbinato a “Amore che vieni , amore che vai” , “Strawberry Fields ” e “Streams of Whiskey” non poteva venire in mente che a Lei. Come DJ di Radio PV non potrei immaginare di meglio.
      Ë oltresí curioso perché il Suo scritto mi ha beccato proprio mentre Le stavo scrivendo un messaggio privato che mi sa non faró in tempo a finire oggi ma che Lei riceverá nei prossimi giorni sul [Forum Riservato] e ho visto che ha tenuto a bene menzionarmi nel suo scritto :blush quindi almeno durante qualche secondo in questi giorni é funzionata la Telepatia fra Pirati, conosciuta anche come Telepiratia :dontsee
      Scriva, scriva, Doc Lion :clap :dreaming

         1 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 6 maggio 2017 at 14:59

      AtiLeong:
      Aiutooooo!!!
      si é pubblicato da solo….
      non era ancora pronto
      echecazzo….

      :dreaming ….beh…per essere un “parto” prematuro, direi che il suo “figlioccio” non è venuto niente male! :youdaman
      Questo suo nuovo 3D letto con InviTia & inCorTigia dal PdN (che se lo sogna di notte di avere la bella Penna di Vossignoria), e’ senz’altro godibilissimo! :doubleup
      Anch’io & il PdN, come in nostro mai troppo Osannato Capitano, non sono un appassionato di questa parte di Monto. :Boh
      Riconoscendogli comunque, senz’altro, un ruolo di primo piano (Swinging London) e poi specialmente negli anni 60/70/80 per quanto riguarda mode & tendenze sopratutto musicali.
      Stato a LonTra & Tintorni 2 time negli anni 80.
      Offuscati, piovosi, uggiosi ma punk et kolorati ricordi di pub&birra et compiacenti :bz bariste locali, :bz ubriaco, :vomit (tentai una malferma trombata all’imPiedi con una di loro nel cesso senza concludere Gnente), :rotfl :rotfl per poi essere vergognosamente :dontsee caricato rispedito in taxi presso l’amico dove ero ospite! :dontsee
      Per poi rifarmi eheheh alla grande :doubleup un paio di anni dopo con una bellissima brasiliana, :bz :bz :bz conosciuta durante un concerto (forse al Marquee) dei Clash, sulle note di Rock the Casbah & Should i Stayor Should i Go.
      Dopodiché non scatto’ il maCcico feeling et chiusa esperienza.
      Sempre un piacere leggerLa :heyhey

         2 Mi Piace



    • dragodoro: :dreaming
      Offuscati, piovosi, uggiosi ma punk et kolorati ricordi di pub&birra et compiacenti :bzbariste locali,:bz ubriaco, :vomit(tentai una malferma trombata all’imPiedi con una di loro nel cesso senza concludere Gnente), :rotfl:rotfl per poi essere vergognosamente:dontsee caricato rispedito in taxi presso l’amico dove ero ospite! :heyhey

      :dreaming :dreaming :dreaming :rotfl :rotfl :)) :ohplease :D :clap Embé, sfido qualunque Pirata a dire che non glie ne sia capitata una del genere! :)) :)) :dontsee :D :bz :D :dreaming :doubleup

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 6 maggio 2017 at 23:14

      Caro sSior Capitano… :ohplease
      é stato curioso perché avevo appena aperto PV proprio per continuare a scrivere, poi ha suonato il telefono e quando torno vedo tutto pubblicato…. :timeout
      Meglio cosí, mi son sbrigato,
      magari la qualitá letteraria ci ha risentito un poco ma inzomma…
      Comunque direi che
      il “filo rosso” che unisce le “mie cittá” credo di poterlo identificare nel fatto che fanno in qualche modo parte della mia identitá come essere dotato di coscienza del se e/o hanno contribuito in qualche modo allo sviluppo della persona che sono.
      Ovvio che poi tutte le esperienze in qualche maniera ci determinano in questo senso, sicché selezionare luoghi e momenti specifici puó finire per sembrare arbitrario e riduttivo ….
      Ma anche cosí credo che ci siano dei “qui e adesso” speciali che marcano in un modo indelebile il nostro essere come cicatrici o tatuaggi della nostra coscienza.
      Forse la ragione per la quale Londra é parte di questo elenco me la ha fatta un poco intuire il commento del nostro prode messer @dragodoro :
      La Londra cui lui accenna é parte del mio patrimonio culturale, direi congenito: mia madre era una Beatlesiana che ascoltava quella musica e sognava la “swinging London” dalla sua cameretta di adolescente degli anni ’60.
      Forse se un giorno fossi a Los Angeles
      ( mai stato ) mi sucederebbe lo stesso:
      cittá di Bukovsky, Chandler, di Neil Young e del Tenente Colombo naturally….
      La mia sposa, per la cronaca é imbarcata in Italianissima nave della Costa Crociere e per adesso sta nel mediterraneo orientale: ho comunque previsto di farmi una crociera tra qualche mese per passare una settimana con lei, cosi faccio anche questa.
      L’unica mia crociera anteriore é stata fluviale, sul Nilo, tanti, anzi troppi anni fa.
      Caro sidi @luporosso aspetto allor sue notizie, ma credo che la messaggeria privata di PV abbia problemi, mi par di capire.
      In caso, se non ha la mia mail principale giá ( mi pareva ce la fossimo scambiata tempo addietro ma non la trovo…… :-/ )
      usi per intanto la mail di Attilio Leone,
      la guardo poco ultimamente ma se so di avere mail in arrivo la controllo:

      ati-leong@hotmail.com

      é quella associata a PV credo, di sicuro lo era a GT.

      Ho scoperto peraltro che pure la serba sta costeggiando la Spagna
      ( ha postato su Fb da Gibilterra ).
      :ar

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 7 maggio 2017 at 1:09

      Messer @atileong … con sommo gusto mi sono letto questo suo scritto … e noto che la sua penna …anche se colpita da.prematura et anticipata pubblicazione non ha subito danni.
      Londra secondo me rientra tra quelle citta’ che o ti rapiscono e ti fanno innamorare al primo colpo oppure non creandosi quel feeling immediato resta per sempre in un limbo .
      Personalmente non rientra nelle mie corde …. mi da’ un aria strana .. sembra voglia apparire perfetta e flemmatica …ma le persone non lo sono.. o meglio sono scostanti nel momento in cui interagisci con loro …per poi essere ecclettiche nella loro solitudine.
      Un mix di popoli non ben amalgamati tra loro in cui ognuno vive in propri quartieri senza troppa convinzione di essere in un ambiente multiculturale.
      Stessa impressione avuta al carnevale brasiliano a portobello road a notthing hill … tutto bello ..ma tutto fuori luogo .
      Insomma quello che per molti puo’essere un valore aggiunto … a me provoca un profondo giramento di cojotes..
      Preferisco tagli piu’netti .. tipo Praga .. oppure Zagabria .. dove quello che vedi e’
      oppure tipo Napoli ..dove il mix e’totale ..non formale.
      D’altronde sono anche il tipo che mangia la frutta ma non la macedonia… saro’io che sono strano…

         2 Mi Piace



    • Hai ragione CaVo @dionisio …Napoli é davvero mix totale e non una semplice coesistenza parallela di diversità. :dreaming
      Capisco et Ottimizzo ™ il suo discorso riguardo il fil rouge CaVo sSior Leone. La mia curiosità sul tema però era limitata a meri aspetti ogettivi che potessero o meno accomunare questi posti. Ad esempio tutti i posti più significativi per me sono sempre stati posti di mare…e l’unico che forse sfugge a questo comune denominatore é Amsterdam che é comunque una città d’acqua, ovviamente…quindi ecco, questa é una caratteristica comune ricorrente per quel che mi riguarda.
      Forse sarà anche dovuto al fatto che generalmente non mi intrattengo con piacere laddove non ci sia il mare, ma ecco…quelli della sua lista sono luoghi abbastanza diversi tra loro e quindi mi son chiesto se e cosa avessero in comune, foss’anche stata una mera questione di atmosfera o chessòio… :ar

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 7 maggio 2017 at 21:47

      Cavissimo Capitano @littletruths .. ha ragionev… leggendo meglio non mi sono spiegato..
      Diciamo che mi piacciono le cose nette … nel senso che citta’tipo Praga .. sono carine pulite ordinate… votate al turismo .. i cittadini .. sono eguali .. ordinati rispettosi delle regole e anche se i turisti rompono con mille domande .. e la citta’ ha una vocazione turistica tutti i cittadini cercano di prodigarsi per aiutarti.
      Londra .. chiedi un’informazione al proprietario dell’albergo dove dormi ( quasi tu sfancula se non parli inglese … e se lo parli ti mette quasi in difficolta’ parlando veloce) poco gentile e lo paghi pure… vai a mangiare al ristorante .. stessa cosa…taxi idem… e sti caxxi tenetevela cara cara sto schifo di city.
      Napoli .. l’Havana ..s.Domingo mix totale… Praga .. Zagabria..Monaco di Baviera puliti e chiari
      Poi off course .. preferisco mare … mix totale .. zoccole e clima caraibico.

         3 Mi Piace



    • Essì CaVo @dionisio …la gente dei posti di mare é quasi sempre mediamente più aperta e disponibile nelle interazioni sociali. Almeno questo é quel che mi é parso vedere. Unica eccezZzione forse Dubrovnik dove un tantino di puzza sotto al naso ce l’hanno mi pare, ma se pure così fosse non potrei certo biasimarli per quanto piccola é a cittadina rispetto alle valanghe di turisti che la invadono…
      Wué comunque sto scendendo giù questa settimana ti chiamo presto ed organizziamo una pizza con i ragazzi se ti va! :bz :ar

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 9 maggio 2017 at 0:10

      Caro sSior Capitano, Lei non deve conoscere Venezia…..lí gli stranieri li trattano a pesci in faccia proprio.
      Ma li capisco: la cittá é ridotta a una specie di Disneyland e dev’ essere pesante per chi ci vive.
      Io quando ci vado mi esprimo rigorosamente in veneto per non essere confuso per un turista.
      Su Londra d’altro canto razionalmente parlando la penso esattamente come messer @dionisio : non a caso nel titolo la definisco un “nowhere”, una terra di nessuno, ma poi il mio instinto beh..ci ha un feeling diverso.
      Napoli purtroppo la conosco poco, ho sempre fatto passaggi rapidi e non la ho mai “vissuta”.
      Sicché benché sia fan confesso da lungotempo della cultura partenopea
      non mi ci pronunzio.
      Per quanto concerne Aswan, che magari qualcuno si sará chiesto perché stia in elenco…magari un giorno la racconto sta storia se mi vien l’inspirazione peffallabreve comunque:
      Ci ho avuto una “Alina” Nubiana adolescenziale escatologica direi. :bz

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 9 maggio 2017 at 8:12

      :dreaming
      …già:…i “turisti”! :dontsee
      Embe’, aPpiamo voluto la CloPalizzaZzione…. :Boh
      Oramai “vivere” l’autenticità di un luogo e’ pura utopia. :1234
      InViTio molto, (paradossalmente), quando un tempo le distanze erano misurate in giorni & giorni di viaggio se non di settimane o addirittura mesi!
      Quando, viaggiando & arrivando finalmente in una qualsiasi località, ci si abbandonava affascinati, in una dimensione & realtà ancora vergine ai nostri occhi. :dreaming
      Tutto era incontaminato, incellophanato, imballato, (una specie di uovo di pasQua), scevro da pregiudizi & giudizi fuorvianti, magari solo qualche fugace…”sentito dire” & qualche appassionata lettura di qualche resoconto di curiosi, coraggiosi et indomiti Viaggiatori. :ar
      Essendo anch’io come il Capitano un Amante del Mare, concordo con le sue riflessioni. :doubleup
      Per quanto mi riguarda, penso che questo elemento in Moto Perpetuo, abbia una forte affinità con l’essere Umano. (e chi nasce & abita le sue sponde sia predisposto giocoforza a una apertura maggiore).
      Come l’uomo ha vasti & irraggiungibili orizzonti, ha insondabili silenzi nelle sue profondità, misteri. Egli segue come lui le sue variegate bizzarrie & stati d’animo.
      A volte calmo, riflessivo, disponibile, paradisiaco, accogliente. :bz
      Altre agitato, infuriato, scontroso, inavvicinabile, con le sue acque opache, nere, limacciose & minacciose! :skull
      Non a caso questo vascello Pirata naviga le sue acque!
      Alla ricerca (forse) di un ultima, irraggiungibile (se non nella nostra mente) isola felice, ancora non corrotta, ancora non segnata su nessuna mappa nautica. :heyhey

      https://youtu.be/zK_banBkLwU

         3 Mi Piace



    • AtiLeong:
      Per quanto concerne Aswan, che magari qualcuno si sará chiesto perché stia in elenco…magari un giorno la racconto sta storia se mi vien l’inspirazione peffallabreve comunque:
      Ci ho avuto una “Alina” Nubiana adolescenziale escatologica direi. :bz

      :dreaming :dreaming :dreaming Beh, CaVo sSior Leone, come lei ben sà…parlare di aline su PV é come tirare un rigore a porta vuota…standing ovation garantita! :bz :dreaming :doubleup

         3 Mi Piace



    • dragodoro:
      :dreaming

      Come l’uomo ha vasti & irraggiungibili orizzonti, ha insondabili silenzi nelle sue profondità, misteri. Egli segue come lui le sue variegate bizzarrie & stati d’animo.
      A volte calmo, riflessivo, disponibile, paradisiaco, accogliente. :bzAltre agitato, infuriato, scontroso, inavvicinabile, con le sue acque opache, nere, limacciose & minacciose! :skull
      Non a caso questo vascello Pirata naviga le sue acque!
      Alla ricerca (forse) di un ultima, irraggiungibile (se non nella nostra mente) isola felice, ancora non corrotta, ancora non segnata su nessuna mappa nautica. :heyhey

      https://youtu.be/zK_banBkLwU

      :dreaming :dreaming :dreaming :ar

         2 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 9 maggio 2017 at 13:58

      Mi piace Londra, secondo me ha conservato un suo carattere tipico, da capitale dell’impero, e la trovo anche molto marinaresca.
      E’ tuttora uno dei maggiori mercati di meretricio di alta classe, molto ben organizzato (in teoria) sull’internetto. Qualche anno fa mi ci trovavo per una breve missione di lavoro e una sera dopo lunghe consultazioni on-line scelsi una bella nordica nella categoria 21-25 anni che figurava con nomi diversi su diversi siti. Chiamai una delle agenzie e mi rispose un tale, che come da procedura mi richiamo’ in hotel. Quindi tutto confermato per la ragazza alle 11 da me. Ottimo servizio pensai. Ma mi addormentai, e al risveglio dopo mezzanotte non si era ancora presentata. Richiamai l’agente che si mostro’ molto sorpeso e dispiaciuto e mi invito’ a scegliere un’altra camballa dal catalogo, che lui avrebbe inviato immantinente e senza fallo. Ma preferii tornare a dormire.
      Vale come Alina?

         2 Mi Piace



    • :dreaming @Matt direi che non vale come Alina, ma buona la prima comunque! :doubleup :D :Whis

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 10 maggio 2017 at 14:30

      LittleTruths:
      @Matt direi che non vale come Alina, ma buona la prima comunque!

      :dreaming …suvvia Sig.Capitano non sia così intransiCente! :D gli & la’ faCci passare come Alina :bz :bz :bz
      Ma anche Lei, Esimio Sig.@Matt, mi ci si addormenta! :O :dontsee :bz :bz :bz
      Al PdN gli sarebbero sudate le zampette dall’ emoSione :-P :pig :-P nell’attesa del Incontro Galante :-* :-P :-* :bz :bz :bz
      Vabbuo’…confermo anch’io… :Boh Bona la prima! :Whis

         4 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 10 maggio 2017 at 15:48

      @littletruths … pienamente concorde per la gente di mare…sara’dovuto al fatto che sono geneticamente piu’predisposti ..
      Nei secoli tra invasioni.. pirati (eheheh) che hanno lasciato anche qualche pargoletto e molti cuori infranti.. si saranno abituati alle visite :rotfl ..
      Quando sei libero le e’sempre un piacere..

         3 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 10 maggio 2017 at 17:31

      Messer @dragodoro con la sua sensibilità ha compreso che la ragazza mi ha spezzato il cuore. La ringrazio per l’appoggio!
      Accetto anche l’osservazione del PdN, sarei dovuto restare sveglio e vigile, ma si vede che avevo già esaurito eccitazione e energie nel visionare cosi’ tante bellezze sul PC :)) :))

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 11 maggio 2017 at 21:52

      Caro @matt … figurati se quisu PV ..poteva mancare l’appoggio..

      Matt:
      Messer @dragodoro con la sua sensibilità ha compreso che la ragazza mi ha spezzato il cuore. La ringrazio per l’appoggio!
      Accetto anche l’osservazione del PdN, sarei dovuto restare sveglio e vigile, ma si vede che avevo già esaurito eccitazione e energie nel visionare cosi’ tante bellezze sul PC

         4 Mi Piace



    • :dreaming :)) Ah beh, l’è un appoggio perpetuo et perenne quello che si trova quì su PV… :bz :rotfl :doubleup

         3 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 12 maggio 2017 at 15:46

      @dionisio @LittleTruths me ne rallegro!
      Era da un po’ che non vedevo sintomi di fVoceVia da dipoVto ( tm )
      Fra un po rispolveriamo il manganello e l’olio di ricino! :rotfl :ar

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 12 maggio 2017 at 18:09

      Matt:
      @dionisio @LittleTruths me ne rallegro!
      Era da un po’ che non vedevo sintomi di fVoceVia da dipoVto ( tm )
      Fra un po rispolveriamo il manganello e l’olio di ricino!

      CaVo Sig.Matt essi’ che era inevitabile! :Boh
      Gia’ il “tenutario” di questo variegato 3D, l’esimio Luminare, Dott.@AtiLeong, :youdaman aveva dato precisi “segnali” poco subliminali in coTesta direzione sin dall’inizio! :bz :bz :bz

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 12 maggio 2017 at 18:10

      …tanto vale….. :bz :bz :bz :bz :bz :bz
      andare fino in fonTo…. :-P

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 12 maggio 2017 at 21:52

      Stimatissimo Sir @matt
      Il mondo del meretricio londinese ecco quello per na ragione o per l’altra non l’ho mai affrontato: l’unica volta che avevo lo “spirito giusto” un 3-4 anni fa ero anche orrendamente in bolletta e avendo l’idea che i prezzi fossere caretti ( 150 sterline minimo minimo )
      non mi ci sono neanche messo:
      ho fatto il bravo papá e ho comprato invece giochi per la PS ai figliouli, ricordo.
      Una volta a Lisbona peró mi é successo il contrario:
      combino con una pantegana al telefono, saran state le 5 di sera:
      gli dico che arrivo in 1 oretta poi mi faccio una doccia, mi stendo sul letto
      ( ho ancora tempo é li vicino all’ hotel )
      e ( in questo son stato suo pari ) mi abbiocco di brutto per svegliarmi che é giá buio alle 9….Peccato, ci aveva una bella voce.
      :dreaming

         2 Mi Piace



    • :rotfl :rotfl :rotfl :)) embé mia CaVi…l’è risaputo che la fVoceVia da diporto é oramai cronicizzata e latente tra i membri di questo sporco et disonesto equipaggio :bz :doubleup
      Anche quando tutto sembra seguire la retta via e l’eterosessualità pare aver finalmente attecchito basta un non nulla perché ci scappi qualche boa di struzzo color fucsia o qualche gesto inconsulto reminiscente appunto di un video dei Village People… :)) :dreaming :dontsee che volete che vi dica…la FdD l’è il tallone d’Achille di questo vascello. :ar :bz :Whis

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 12 maggio 2017 at 23:23

      Lunga tradizione la nostra…

         3 Mi Piace



    • :rotfl :)) :ohplease :dreaming

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 16 maggio 2017 at 16:22

      Bravo AtiLeong, m’e’ piaciuto il racconto e soprattutto l’ attacco… :dreaming
      Cosi’ come il discorso del mix totale, formale e delle citta’ di mare che anche a mio parere sono assai diverse.
      Sara’ il porto, gli scambi… o magari lo iodio nell’ aria! :ar
      Comunque la gente e’ spesso ben piu’ pazza, dura ed estrosa che nell’ entroterra… parlavo proprio anno scorso con il vice preside di alcune scuole alberghiere e mi diceva che quelle sul mare sono le scuole con i ragazzi piu’ problematici.
      I luoghi dell’ Alma… ne ho tanti anch’ io. Alcuni non credo li ritroverei uguali, non perche’ sono cambiati loro, ma perche’ sono cambiato io e forse non erano i luoghi stessi ad arrivare al cuore, ma le persone incontrate, i rapporti intrecciati, gli stati d’ animo avuti e magari l’ avere 15 o 20 anni di meno…

         2 Mi Piace



    • Bella CaVo Capa di Morto :skull @CCSP mi stavo giusto chiedendo cosa stessi combinando…
      In Canadà con la tua Bella a cantare “Amore, tesoro…salsiccia e pomodoro…” :)) :bz :fulvit :dreaming :Whis
      Che ci racconti di Pello?

         1 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 16 maggio 2017 at 22:03

      LittleTruths:
      Bella CaVo Capa di Morto :skull @CCSP mi stavo giusto chiedendo cosa stessi combinando…
      In Canadà con la tua Bella a cantare “Amore, tesoro…salsiccia e pomodoro…” :)):bz:fulvit:dreaming:Whis
      Che ci racconti di Pello?

      Non sono ancora nella mia cripta in Canadà! :dreaming
      Sto stirando le tuniche arancio da mettere in valigia e se tutto va bene arriverò sabato pomeriggio, appena in tempo per cantare “Amore, tesoro…salsiccia e pomodoro…” a cena… :doubleup
      Vi farò sapere come procede!

         1 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :bz :doubleup

         0 Mi Piace



    Post a Comment!