• LA MAGIA DELLO SCHERMO PLASMA TRASPORTANTE

    Ogni volta che ritraeva il suo Tentacolo riproduttivo si soffermava a guardare sempre l’essere XY235 appoggiato al muro.
    E dato che l’operazione richiedeva dai quattro ai sette minuti, a secondo di quanto fosse stata intensa l’emissione di Protossido d’Azoto misto a cellule inseminanti e tracciato DNA nel serbatoio ovulare dell’essere in questione…aveva tempo per pensare.

    Questo nuovo modo gli piaceva, era interessante. Non dissimile ai metodi ritenuti ormai superati a cui si abbandonavano molte razze; tra le prime quelle degli uomini Lucertola su Saurus IV.
    E soprattutto adesso utilizzava la sua appendice da riproduzione, senza sapere forse ancora bene come.

    Ma certo era una sensazione diversa, senz’altro, dal solito banale modo di riprodursi ormai in voga dall’ Anno Cosmico 754E8.
    Cioe’ tramite metempsicosi, o trasmissione del pensiero. Usufruendo del meraviglioso mezzo tecnologico del Plasma Trasportante.
    Uno schermo tramite il quale con la concentrazione temporale diffusa dagli Psycoliani e la trasmissione delle emozioni a ipervelocita’ Biteriana ( una delle ultime rivoluzionarie scoperte degli ultimi 6A28P anni Siderali), si poteva fecondare a distanza l’essere prescelto.

    Ma certo, penso’ Octo290Z mentre il suo tentacolo ormai si stava richiudendo nella sacca protettiva, dare sfogo a questa nuova azione, concatenante di molte altre, era veramente diverso.
    Ecco di cosa parlavano gli Antichi Saggi del suo caro e lontano MedusysEFFE45 ; tra le sonore risate degli esseri Femmina e degli ibridati tutti.

    Si disse tra se e se’, devo usufruirne ancora. E nel mentre stacco’ l’essere procreativo XY235 dal muro, facendo attenzione che la sacca di plastica che conteneva il futuro cittadino Octopussyano non si rovinasse troppo.
    E percorrendo i corridoi a grandi balzi come di solito fanno quelli della sua Razza, lo deposito’ chiuso nella scatoletta di Prozenio e Argento giu’ al Laboratorio Crio-Generativo.

    Quindi si diresse placidamente verso il punto di raccolta Navicelle Migranti Alfa-78P di cui era Supervisore Responsabile.
    Tutto questo succedeva sulla Piattaforma SpazioPorto di Venitemus VI nell’Anno Cosmico 9870E8.
    Dopo pochi Anni, si trovera’ a Colonizzare un piccolo Pianeta Azzurro nella Galassia della Via Lattea vicino ad una Stella, che i Presbiterus, Antichi Custodi dei segreti dell’Universo chiameranno Sole.

    Stava diventando padre. Ancora. E nonostante tutto, non si abituava.
    Eppure alla 463^ inseminazione, senza contare gl’Ibridi, avrebbe dovuto avere un’abitudine col procedimento Crio-Bio Generativo !
    Invece Octo290Z in questi frangenti era atipico, diverso da un comune Octopussyano medio. Gli tornavano in mente allora gli scherni dei compagni di corso per Commissario InterGalattico di Sussistenza; che dicevano che il papa’, quello Molecolare, si era preso una vacanza licenziosa su Elephos I ed amabilmente fornicato via Schermo Plasma Trasportante con una sua graziosa abitante Ibrida Duomorfista.
    Come ripeteva sempre Medy IV padre di Octo290Z…54670 Kilestroni di pura squama e gelatinosa libidine !

    Forse era per questa sua natura mista, con Molecole acquisite da piu’ Razze che lui si sentiva diverso. Anzi, sentiva cose diverse. Differenti da tutti i suoi compagni, da tutti gl’abitanti di MedusysEFFE45.
    Era in attesa, pensieroso, quasi irrigidito nei movimenti e nei pensieri. Invece di saltellare normalmente ed incamminarsi verso lo Spaccio Abbeveratoio di Bordo per un puro succo di Narghilato d’Idro Torba da bere rigorosamente in bicchieri d’Azoto liquido Amaranto a -237,5 gradi come si faceva in quei frangenti.

    La molliccia copertura di cartilagine che gli ricopriva la schiena era ormai un tutt’uno con le placche di Idro Titanio della sua corazza da Gran Cerimonia, indossata per l’occasione. Non resisteva piu’. Quasi quasi due salti e mi ritrovo allo Spaccio e una Torba ci sta’ bene, penso’.
    Ma ecco che un grido, un lamento…un tremendissimo urlo ultrasonico squarcio’ il religioso ed asettico silenzio del Laboratorio !
    E l’avrebbe riconosciuto tra Milioni di suoni, di rumori…di razze !
    Chiuse lentamente le quattro palpebre che gli sovrastavano gl’occhi, mentre i Ventisei tentacoli corti Tattili posti al di sopra dell’orifizio alimentare cominciarono a vibrare dando come un rumore di Clavipero, usato sul Pianeta Serpys 4000.
    Attese l’uscita dell’avvenente Assistente Inseminativa Venusiana per la conferma…ma era cosi !

    Aveva Criogenerato un cucciolo della razza Piteca ! Con quelle braccette corte, quegli occhi rotondi e sporgenti senza eccessive appendici.
    Un’eccessiva pelliccia come abitassero nello Spazio Universo profondo prima della scoperta del Solis Aeternum laggiu’ dietro le alture di Meteoriti della Nana Rossa 254999Alpha Laurenti.

    E poi…quel minuscolo tentacolo riproduttivo ! Inutile per fertilizzare chicchessia tramite metodi obsoleti, figuriamoci tramite Plasma Trasportante !
    Mah, certo che l’essere riproduttivo questa volta gli aveva fatto un brutto scherzo davvero. Raccapricciante.
    Per tutti i Diavoli Roteanti di Belzer VII , non si sarebbe mai piu’ rivolto ai Papponiani per avere esseri riproduttivi…mai piu’ con gli XY235 !!!

    E come lo spiegava ora al Prode padre Medy IV ed ai suoi amici…tra l’altro fieri per lui ogni qualvolta andavano per Isole Galattiche Ricreative a sollazzarsi, e vedevano lo stupore di tutte le Femmine di Razze varie esercenti la Professione di Sollazzatrici Universali, di fronte allo splendido turgore e lunghezza del suo Tentacolo ?

    Doveva riparare il guaio penso’, magari lasciarlo in laboratorio per Analisi, o se servisse qualche organo o parte mancante ai ProtoProfessys della Base o magari…e si giro’.
    E lo vide, e lo guardo’ in faccia. O quella che lui riteneva lo fosse.
    E al cucciolo si apri’ la cavita’ Alimentare e si vide una appendice rossa appena accennata uscire, e il viso contrarsi in una smorfia !
    E quasi di riflesso, anche Octo290Z automaticamente rispose con la stessa smorfia! E ancora, e ancora…e ancora.

    Seppe poi dalla Vecchia Sapiente di Octopussys che quella smorfia si chiamava ” sorriso ” e vi si abbandonavano le Razze retrograde e di dispersi e lontani Pianeti.
    Si diceva causasse perdita di Squame, mancanza di Potenza in Battaglia e predisposizione alla Psydrammatina, mortale a volte !

    Ma nonostante cio’, adesso guardando fuori dalla Veranda Plasmatica Riflettente dell’Astronave che lo stava portando su quel remotissimo Pianeta del lontano sistema galattico che chiamavano Via Lattea, recandosi appunto sul pianeta Piteco I , abitato dalla razza a cui apparteneva Fronzo III, questo il nome dato al cucciolo, non aveva ne remore ne paure di sorta.

    Anzi, fece un sorriso.

    Ormai erano gia’ piu’ di 325 Selotoni Astartiani ( 150 NanoMinuliti di Tempo Siderale Medio ) che la navicella da Trasporto rapido H689 orbitava intorno al Pianeta Piteco I , e ad Octo290Z sorgevano sempre piu’ dubbi, piu’ incertezze. Chiaramente da tener ben nascoste tra le Cartilagini Craneali, dove sempre piu’ le Branchiovalve tenere esterne si stavano gonfiando eccessivamente dalla tensione emotiva che viveva.
    Che’ sarebbe stato disdicevole per un appartenente ad una Razza Guerriera Dominante come lui lasciarsi andare a Sensazioni, dubbi ormai sepolti ancestralmente nella notte dei tempi delle specifiche dei Manuali di Comportamento Octopussyani.

    E poi quel Pianetucolo insomma ! Cosi spoglio di Infrastrutture Astrali, di SpazioPorti; nessuna struttura civile, abitazioni, campi da gioco per Battaglie Siderammon al quale lui indulgeva spesso coi compagni di corso. Niente insomma.
    Solo quell’immenso Mare Blu ribollente di schiuma e lava. Vulcani e Montagne in ebollizione, Stranissime Erbe alte come su alcuni remoti Asteroidi e Pianeti della fascia B nel quadrante Siderale HY877 dove andavano a caccia spesso i Venusiani con le Alte Gerarchie del Comando Centrale della Flotta di Octopussys IV ;
    e poteva ben vedere adesso strani Esseri Viventi di varie grandezze che pascolavano al suolo. Ed altri che ridicolamente volavano a grandi balzi da un picco ad un altro di Montagne percorse da Acqua. Questo si lo noto’.
    Tantissima acqua. Troppa per un Pianeta retrogrado e senza Vita Intelligente che la possa sfruttare.
    Segno’ le coordinate di un punto dove vide particolari condizioni favorevoli per il trasporto e l’Evaporizzazione Bio-Transpondale della stessa. Tramite disintegrazione degli Atomi d’idrogeno, tonnellate e tonnellate d’acqua diventavano trasportabili e della dimensione di un MicroBronto di Termosifil340H ; uno dei pochi Pianeti dove ancora l’Acqua si prelevava in abbondanza !

    Si segno’ bene la Zona…la chiamo’ Nilus-XX001.

    Maledi’ ancora una volta i Papponiani perche’ non riusciva a capire come avevano fatto a poter prelevare Geni Riproduttivi di una razza Inferiore su questo maledettissimo sperduto Pianeta, in fondo alCul0 dell’Universo conosciuto e Civilizzato!
    Per la coda della Dea Sphinx di Sirion II se mai dovesse uscire vivo e Trionfante da quest’Avventura, gli fara’ costruire davvero un’Altare Votivo alla Dea, li’ sul punto della Zona Nilus-XX001 dove comincera’ a trasportare acqua !
    Ma questi saranno problemi Futuri. O forse Passati, secondo come vedeva lo Spazio-Tempo chi viaggiava nei Tunnel Astro-Trasportanti !

    E venne il momento del Applanaggio ed Atterraggio. La Navicella di servizio aveva fatto un giro largo nell’Atmosfera carica di Zolfo, Sutonio e Elio compresso di Piteco I e trovato un punto discreto, buono per toccar suolo.
    Il Comandante lo segno’ sulle mappe fino a quel momento praticamente linde, intonse di Segnaletica Astrale e Coordinate, come PA-001-Aphrikesys.

    C’erano Fonti immense d’Acqua per ricaricare Ossigeno, Pianure e distese a perdita d’occhio dove poter scorrazzare con gli Stokooter da Suolo e Clorofilizzare la vegetazione per trarne cibo.
    Sembrava comunque un Pianeta buono, in evoluzione, in espansione.
    In fondo penso’ Octo290Z…Tutto inizio’ cosi. Ovunque.

    Indossate le Armature da Combattimento Leggero e riempito le Branco-valve di CloroAzotato che gli dava Riserve di Respirazione in ambiente ostile per tempo illimitato, scesero al Suolo e cominciarono ad ispezionare i dintorni.
    Una sensazione di ricordo, di Deja-vu…Antichi Flash colpivano la Retina Gelatinosa retro-tentacolare di Octo290Z…come se ci fosse gia’ stato su quel Pianeta ! Ma non disse nulla agli altri componenti la Spedizione; non voleva pensassero fosse preda delle Febbri Trans-Comunicanti che colpivano a volte dopo lunghi Spostamenti Astrali e vari passaggi temporali Sub-Ionici.

    E cominciarono ad entrare in quell’intricata selva, e videro esseri Viventi di varie e buffissime razze ! Alcuni assomigliavano persino agli abitanti di Serpis IV…solo che strisciavano al suolo, buffissimo !
    Altri avevano la stessa Corazza da Guerra di quelli di Crokoteus-009…sembrava un’allucinazione temporale. Come tornare indietro, o avanti nello Spazio-Tempo Cosmico e vedere cosa succedeva in quel dato momento in quel dato punto un tot di NanoMinuliti di TSM e quindi…e si blocco’ nei pensieri.

    E non pote’ fare a meno di lasciarsi andare ad una smorfia come quella che fece col cucciolo di Piteco, Fronzo III. Come si chiamava ? Ah gia’…Sorriso !
    Ed i suoi Tentacoli corti tattili cominciarono a vibrare all’impazzata, emettendo sibili e suoni ad una Frequenza Clavis V !!! Un frastuono assurdo !
    E il suo Tentacolo Riproduttivo si rizzo’ immediatamente e raggiunge quasi l’estensione massima, pregiudicando il buon Funzionamento dell’Imbottitura Protettiva della Corazza stessa.
    Suscitando pero’ ammirazione delle due Componenti lo Staff Medico- Cognitivo , due esemplari non Indifferenti di Venusiane. Specializzate in Arti Mediche e…altre. tra le piu’ eccelse dell’Universo conosciuto.
    E molte Novelle Atrapolesi raccontavano delle magiche facolta’ del loro Organo Riproduttivo Posteriore!
    ma questa e’ un’altra storia, penso’ Octo290Z.

    Li, tra la Selva oscenamente folta di peli e mentre emetteva gutturali suoni di comunicazione con altri componenti del gruppo di Pitechi …La Vide !
    O almeno vide Una componente Femmina della razza ! Riconoscibile per le Ghiandole Riproduttive Anteriori, poste li dove invece le Femmine Crio-generate della Sua splendida Civilta’ Dominante aveva l’organo di Sub-Evacuazione Atomica.

    Strano l’Universo, laddove alcune Razze danno vita, altre la espellono come Rifiuto Corporale.
    ma in fondo, e’ il Ciclo dell’Atomo, penso’.
    E, raccogliendo tutto il suo Coraggio tra le Squame e dopo essersi ripreso dal primo stupore, avendo calmato l’eccitazione e riportato il Tentacolo Riproduttivo a livelli di norma…si Avvicino’.

    Non si sarebbe mai aspettato una varieta’ di vita, di esseri animali, di Flora cosi abbondanti.
    Cosi diversa…in grandezza, tipicita’, abitudini.
    Vedeva esseri immensi che mangiavano foglie ed esseri piccoli che rincorrevano altri piu’ piccoli ancora. Esseri che precariamente volavano, se cosi si poteva dire, che custodivano gusci bianchi perlopiu’, sotto il loro corpo.
    E tutta quell’Acqua, quelle montagne altissime e verdi, piene anch’esse d’acqua e vita…la piu’ differente appunto. Tutta insieme.
    Si chiedeva tra l’altro come poteva essere sfuggito ai Presbiterus un Pianeta, una Miniera di vita e di Elementi di questa portata !
    Certo, l’Universo e’ infinito e vive di Azioni e Reazioni proprie…ma corpo di mille TetraValvi imbufaliti di Okteom229…l’avevano creato loro !

    E comunque c’era qualcosa che non quadrava, una sensazione strana lo pervadeva, gli faceva avere i Tentacoli precognitivi allertati a mille. E poi…quelle immagini, quei Flash che colpivano insistentemente la radice molle subTendinea…coperte di lampi multicolori, lo facevano impazzire ma stava bene…aveva avanti a se’ come la percezione di un’altra dimensione.
    Non era un male, ” sentire ” qualcosa, provare ricordi, stupore, divertimento…certo che a volte l’Alto Comando di MedusysEFFE45 attua delle Politiche Socio-Temporali discutibili. Soprattutto con loro Octopussyani…sempre dediti alla lotta e al buon vivere.
    Alla fine, provare queste sensazioni e’ un po’ come esagerare con l’Idro-Torba o quando, durante Cerimonie o ritrovi Mistici Siderali onoranti l’Antico progenitore Grancheus 010, si praticava l’Aspirazione della Majuana Incensalys; antica pianta Ibrida ornamentale da cerimonia. Che dava Mistici effetti di Attraversamento Cosmico Trans-Pondale.

    L’incontro con l’Essere Piteco Femmina lo aveva lasciato basito, interdetto…anche questo. Per nulla spaventata, intimorita o agguerrita, la Piteca aveva allungato un peloso arto verso di lui e dopo aver atteggiato l’organo alimentare in varie smorfie e aver emesso suoni a lui sconosciuti, si era girata e posizionata in modo che i suoi Primitivi Organi Riproduttivi fossero in bella vista.
    Cosi, bellamente, come fosse una cosa naturalissima…o lo avesse gia’ visto prima ! Incredibile.
    Non era certo meravigliato della disponibilita’, visto che l’appartenenza e la monogamia e i contratti di condivisione Vitale erano stati aboliti Teralioni di TSM ( tempo siderale medio) fa’ !
    Ma qui, nel buco delCul0 dell’Universo Siderale conosciuto fuori dai confini di AstroLimes II…beh, non se lo aspettava !

    Ed infatti rimase comunque cosi eccitato e meravigliato del gesto, anche della mancanza di diffidenza, della disponibilita’…della tranquillita’ con cui tutto il gruppo aveva accolto gli Spazio-Foresti…che la sera si rivolse alle cure delle Assistenti Medico-Cognitive Venusiane.
    Imik e Simik, questi i loro nomi, furono ben disposte di accontentarlo e offrirgli una Terapia Ano-Cosmica totale.
    Doppia.
    E nonostante la prorompente turgidita’ del suo Tentacolo Riproduttivo, si meraviglio’ come poteva penetrarne due contemporaneamente !
    Dopodiche’, cominciarono ad emettere le famose Vibrazioni Sub-Zeta…che lo proiettarono in una Realta’ Cognitiva superiore, e tra Lampi di ProtoZinco Adulterato e schiocchi di Appendice Frustante delle Venusiane…riempi di abbondante riserva di DNA Ibrido Nucleo-Ridotto le loro protuberanze Posteriori.
    E si abbandono’ a Proto immagini di caccia al Ziboceto su Topilio550ZETA.

    E si impose per il giorno dopo una visita all’interno di quell’immensa pianura erbosa, ricca di vita ed acqua che avevano chiamato Desersys Saha Zero.

    Ormai le cose procedevano. Erano passati appena Z35 Metiloni di TSM ( Tempo Siderale medio) dal loro atterraggio su Piteco I e tutto pareva andare nel verso giusto.

    L’Acqua tramite mezzo di Evaporizzazione Trans-Pondale veniva immagazzinata nella nave da Trasporto Trans-galattico che intanto li aveva raggiunti. Con Fronzo III. E le sue sorprese. Il cucciolo infatti aveva perso molta della sua peluria. Ed il viso Piteco rimaneva, ma lasciava spazio a dei lineamenti piu’ addolciti, aggraziati.

    Quasi umanoidi insomma; somigliantissimi alle prime Stirpe di Presbiterius Nobili di Sirius IV che facevano vedere in tutti i corsi delle Scuole Sub-Astroidi dello Spazio Cosmico conosciuto. Per onorare e ringraziare sempre i Presbiterius della loro esistenza, Conoscenza e Creazione dell’Universo stesso inteso come tale.

    Stranissimo; non mi ci ritrovo proprio si disse Octo290Z tra se e se’. E mentre guardava Fronzo III tra le sue braccia che si agitava e scalciava per camminare e curiosare in giro…arrivo’ Simik.

    La splendida Venusiana portatrice dell’Organo Riproduttivo Posteriore che lo aveva allietato in molte di queste strane giornate su Piteco I; meta’ con Luce di Stella, meta’ con Ombra di satellite. Pianeta bizzarro penso’ ancora. Gli stava portando le ultime analisi di Salubrita’ e Carico dell’Acqua stivata negli ultimi momenti.

    Sussurrandogli che aveva ricaricato al massimo i serbatoi di Gas Proto Zinco Posteriori…e che stasera era pronta per una nuova Ano-Terapia Cosmica. Tutta per lui.

    Un impercettibile Vischiume scese dai baffi tattili posti vicino l’Organo Alimentare e solcarono le Supra-Valve anteriori…e nel pensiero di una nuova Esperienza Posteriore Cosmica Totale con la Venusiana…il Tentacolo si eresse Supremo, dandogli i soliti problemi con la Pressurizzazione della Tuta !

    Intanto guardando verso Saha Zero vide che il repentino prosciugamento della fonte d’Acqua stava lasciando il terreno leggermente argilloso e secco. Vabbe’ poi tornera’ l’acqua, o eruttera’ qualche Vulcano e si fara’ terra fertile. O diventera’ Deserto ai posteri, disse.

    Fronzo III stava strillando e facendo versi incredibili verso cuccioli della Piteca , che ogni tanto venivano a razzolar per cibo o curiosita’ vicino l’Astronave Siderale della Spedizione.

    Tanto bastava dargli lo scheletro di quegli animali con apparato dentale enorme e le orecchie grosse che loro sterminavano, perche’ la pelle era ottima per farne cisterne di carico aggiuntive per l’Idro-Torba. Certo assomigliavano un po’ agli abitanti di Elephos I, scopritori in primis dell’Idro Torba appunto.

    Ma con piu’ massa corporea, e camminavano su quattro zampe. Avevano zanne piu’ lunghe e poi…Non parlavano il Dialetto Fantesco, ma bensi urlavano da quella lunga protuberanza facciale. Mah !

    Un pianeta sempre piu’ bizzarro questo…Primitivo ma nel senso di Antico. Dove varie coincidenze e bizzarre similitudini si ponevano al centro di pensieri non lucidi e non chiari, nella gelatinosa e cartilaginea protuberanza Cerebro-vascolarizzante di Octo290z.

    Che, nel contempo fini’ di oliare l’uscita N4-Plus dello Scroto-DNA del suo Tentacolo Riproduttivo e…con fare lento e ciondolante visto che il Tentacolo era in posizione di riposo e quindi gli rendeva difficile una camminata sana, si avvicino’ allo Scomparto Medico-Cognitivo 679V dell’Assistente Simik.

    Pensando a quale fantastica scoperta aveva fatto il suo Assistente di Spedizione Virul89 in quel di Peruvia; questa zona impervia di monti ed acqua e deserti d’alta quota nell’altro Emisfero di Piteco I.

    CONTINUA…


    Aurelius ha scritto anche:




    • Porca vacca che viaggio! :dreaming

      Bel racconto…inaspettato ed originale…ben fatto Compare! :bz

         1 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 2 ottobre 2013 at 7:30

      Cher Capitain …bisogna esser certo Amanti del genere, ma insomma noi siamo Amanti della Vita in genere no ??? :fulvit E quindi anche di quelle Immaginarie, Immaginifiche. lontane nel Futuro, o nel Passato…chissa’. E poi, mi piacerebbe tanto fare una Terapia Ano-Cosmica Totale ad una Venusiana ! :D
      Con la promessa di Concludere il fantascientifico Viaggio di Octo290Z al piu’ presto la saluto caramente… :doubleup

      :ar

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 4 marzo 2015 at 20:54

      In pausa cena prima di andare giú alle urgenze mi son buttato giú di gusto questo scritto di qualche tempo fa, che non sapevo neanche ci fosse in PV la fantascenza, con tanto di fastidiosi Papponiani :D
      Mi son venuti in mente i libri della collezzione “urania” che mia zia comprava tanti anni fa e di cui usufruivo su suo consiglio o perche mi piaceva la copertina… :chick
      O perché conoscevo l’autore ( Asimov su tutti, er Maradona da fantascenzza )
      e certe parti dell’ inizio del racconto mi han ricordato proprio un poco la 2ª parte del bellissimo “Neanche gli dei ( contro la stupiditá possono nulla ) ” .

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 5 marzo 2015 at 7:01

      Sig. @AtiLeong me l’ha fatto ricordare lei col 3D di Spock, senno’ stava nel dimenticatoio, di PV e della mia capoccia. Come vede, serve molto impegno, filo logico, appuntarsi date e dati, e inventarsi nomi, scenari e situazioni estreme, futuristiche e sconosciute appunto. Non ho trovato piu’ il tempo e la voglia, purtroppo. Dico purtroppo perche’ mi piacerebbe terminarlo: la fantascienza mi e’ sempre piaciuta, mi ha sempre affascinato. Sin dagli Urania di mia nonna, e’ vero: che chissa’ in quale cantina o discarica son finiti; essendo edizioni originali sarebbero anche stati di valore oggi, non solo affettivo. Ma insomma…come molto altro si e’ perso cosi, come lacrime nella pioggia. ;-)
      Anche perche’ comunque avevo impostato il racconto sempre anche sul filo di una Fantascienza ironica tipo ” Un marziano a Roma” di Flaiano, o qualche simpatico Marzianino di fumetti o cartoons. Trovandoci pero’ intrecci con “teorie fantastiche” odierne tipo Alieni che visitano la terra tempi addietro, incroci genetici di razze, e sentimenti remoti che colpiscono razze aliene…insomma un grammelot Universale che forse, o sicuramente, rimarra’ incompiuto.
      Come molte realta’ dei nostri tempi: non ci resta altro quindi, che sognare! :dreaming
      A la Proscion :ar

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 5 marzo 2015 at 7:44

      Bello scritto mi caVo @aurelius …. me lo sono letto con la dovuta calma … e la giusta tranquillita’ .. . Dopo cena e con la panza piena ….. apprezzandone notevolmente lo spirito e la fantasia.
      Bello veramente … complimenti mio caVo .. complimenti

         2 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming

         1 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 6 marzo 2015 at 19:06

      E si grasSsie CaVo @dionisio avevo idee per continuare, poi mi stavo intrecciando…poi cazzi e mazzi e lasciai perdere! :Boh Comunque avevo un’idea comico-erotica come filo del racconto, proprio per non farlo pesare troppo. Pero’ tutto poi riconduceva, e un po’ qui si capisce, al fatto che sul pianeta, la Terra, c’era stata una civilta’ antica che invece aveva viaggiato e geneticamente dato vita a molti altri pianeti. Per poi regredire ed estinguersi. Cosi ritornava la vita selvaggia e primaria che incontra il nostro caVo eroe.
      Insomma…un misto de 2001 Odissea nello spazio, il Pianeta delle scimmie e Barbarella sulla Luna. Anacapitooooo !!! :)) :dreaming :))

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 6 marzo 2015 at 20:19

      Spero ordunque che la Vossignoria Illustrissima sia toccata dal divino soffio delle muse et abbia allor la piacenza de dar continuazzione a cotesta fantascentifica novelle, signor @aurelius. :dreaming

         0 Mi Piace



    Post a Comment!

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.