• Navigatori, Cannibali e Bagasse

    Michele Da Cuneo, navigatore e mercante, di ricca famiglia savonese, partecipa al secondo viaggio di Cristoforo Colombo nelle Americhe. Dalle Piccole Antille nell’Ottobre 1495 scrive una lettera al nobile Gerolamo Annari il quale era curioso riguardo alle nuove terre e alla vita che “vi si poteva menare”. Ecco un brano interessante in cui il Da Cuneo gli racconta di un violento scontro con gli indigeni e la sua appropriazione e seduzione di una “camballa”, termine che indicava gli abitanti dei caraibi e da cui è poi derivato il termine “cannibale”. Come si puo’ immaginare queste donne erano molto pericolose e battagliere nei confronti dei coloni invasori che le rapivano per appropriarsene e sollazzarsi (all’epoca dei fatti il Michele da Cuneo aveva 47 anni e sicuramente poteva essere ascritto alla categoria “Vecchi Porci”). Non doveva essere facile addomesticarle, ma alla fine qualcuna dava grandi soddisfazioni…

    ” Stando uno de questi giorni sorti all’ancora, vedemo venire da uno cavo una canoa, cioè una barca che cosi’ la chiamano in loro loquella, battendo remi che pareva un bergantino bene armato, sopra la quale erano camballi tre o quattro cum camballe due, et indiani dui schiavi presi, a li quali, che cossi’ chiamano li camballi li altri soi vicini di quelle altre isole, haveano di fresco tagliato etiam il membro genitale fin al ventre, per modo che erano ancora amalati; et avendo noi il batello del capitanio in terra, visto la detta canoa venire, presto saltati nel batello detemo caccia alla dicta canoa.

    Et aproximandosi a ella, li camballi cum li soi archi forte ne trahevano, in modo che, se non fusseno stati li pavixi, ne harebeno mezi dalmagiati. Avvisandovi che a un comito chi havia una tarcha a la mano venne un corpo de frechia, che li passo’ la tarcha e li entro’ nel petto tre dita, per modo che mori’ fra pochi giorni. Presemo dicta canoa cum tutti li homeni, et uno camballo fu ferito da una lancia, de che pensavamo lui essere morto; et lassandolo nel mare per morto, lo videmo subito notare; per questo lo presimo et cum la quarnada lo tirassimo sopra l’orlo de la nave, dove gli tagliassimo la testa cum una sicure. Li altri camballi insieme cum dicti schiavi mandassimo poi in Spagna.

    Essendo io ne la barca presi una camballa belissima, la quale il signor Armirante (Colombo, n.d.r.) mi dono’; la quale havendo io ne la mia camera, essendo nuda secondo loro costume, mi venne voglia de solaciar cum lei. Et volendo mettere ad executione la voglia mia, ella non volendo me tracto’ talmente cum le ongie che non voria alhora havere incominciato. Ma cosi’ visto, per dirvi la fine de tutto, presi una corda et molto ben la strigai, per modo che faceva cridi inauditi che mai non potresti credere. Ultimate, fussimo de acordio in tal forma che vi so dire che nel facto parea amaestrata a la scola de bagasse.”

    Tratto da AVVENTURE E VIAGGI DI MARE, G.Dossena – M.Spagnol, Salani Editore 1995


    Matt ha scritto anche:



      • magic_mirror
      • magic_mirror

      • 14 febbraio 2016 at 16:56

      Bagasse. …oh bagasse. … :dreaming
      Quanta scola di bagasseria coteste camballe dei lochi di colombica discoverta pissedevan già di lor natura ….che l ommini dei regni della parte ad oriente del mar dei sargassi ancora ordi’ ricanoscon et apprezzan.
      :dreaming :dreaming :dreaming :doubleup

         3 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming
      A quelli come noi ci mettono al mondo utilizzando lo stesso identico stampino, sin dalla notte dei tempi.
      :D :bz :ar

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 15 febbraio 2016 at 1:30

      Che dire … plauso al vecchio porcello di mare….. gia’ m’immagino l’equipaggio in navigazione… con i cannocchiali .. a cercar camballa da bagasciarci sulla nave

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 15 febbraio 2016 at 9:19

      …”Et volendo mettere ad executione la voglia mia, ella non volendo me tracto’ talmente cum le ongie che non voria alhora havere incominciato. Ma cosi’ visto, per dirvi la fine de tutto, presi una corda et molto ben la strigai, per modo che faceva cridi inauditi che mai non potresti credere. Ultimate, fussimo de acordio in tal forma che vi so dire che nel facto parea amaestrata a la scola de bagasse.””
      :dreaming :dreaming …emmbe’….eh già…essi’…Come non ottimizzare! :doubleup
      E’ acclarato & risaputo, sin dalla (notte dei tempi), :skull che con le buone maniere si ottiene sempre tutto…. :Boh :D

         4 Mi Piace



    • Matt, visto che c’eri potevi copiare il proseguimento del bellissimo racconto di Michele da Cuneo, va bé lo faccio io.
      “Uno di questi giorni vedemo venir uno pulmino, habia Matt da Ceresio che tenia tanto di amici appellatisi li pirati lo quali haveano di fresco trinkato rhum di Guadelupa.
      Presero la canoa de camballi con l’altra camballa e volendo mettere ad executione le voglie loro sortirono la mazza et i camballi fuoriuscirono da lo battello e notarono fino at isola dove habiano altre camballe.
      I homeni fati prigionieri e schiavi, le femine voliose di bastone presto fueron et contente trombean fino alla luce di alba :doubleup

         4 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 15 febbraio 2016 at 10:50

      Che Vita questi qua eh? :dreaming
      Alcune andrebbero ammaestrate ancor oggi! :ar :))

         3 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 15 febbraio 2016 at 11:57

      ma che divento cannibalo pure il nostro amico cuneese?? :bz

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 15 febbraio 2016 at 13:31

      …”I homeni fati prigionieri e schiavi, le femine voliose di bastone presto fueron et contente trombean fino alla luce di alba”… :rotfl :rotfl :rotfl
      CaVo Socio nonché Messer @epicuro se mi da’ licenza, anche con il permesso del Gran Visir :youdaman :youdaman :youdaman Sig.@Matt….aggiungerei:…”continuando il suo fino racconto che:…”una volta che finita fu all’alba, l’Amorosa tenzone, :bz :bz :bz in cui ognun diede sfogo et libidine tutta. :-P :pig :-P
      S’addormiron peccatori et peccatrici,..nonché le spudorate meretrici, un su l’altro… :clown così’ come fussero animali…BagaSSe, Camballe & :ar Pirati et homeni et navigatori tutti.
      Si’ stanchi, M’briaghi et sbragati da si cotal pasione, ronfaron, scorreggiando con gran fracasso otto ore ancora… :rotfl Ma, al di loro risveglio…ahimè, :O amara fu la sorpresa! :timeout Stivali, braghe & dobloni esse a loro avean fregati! :timeout :hairpull
      Tutti ignudi, :)) & cor le pezze ar culo, :rotfl si ritiraron scornati & stanchi sul galeon, con una mano dietro & una davanti….. :D :rotfl :D

         4 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 15 febbraio 2016 at 15:11

      :)) :)) :)) :)) :))
      Ho letto che a lettera di Michele da Cuneo è considerata uno dei documenti piu’ importanti e veritieri delle spedizioni di Cristoforo Colombo, e anche a causa dei contenuti imbarazzanti la sua autenticità è stata dibattuta ma alla fine unanimemente riconosciuta dagli storici.
      Ora le vostre aggiunte apocrife andranno in rete e succederà un casino, non si capirà piu’ quali sono vere e quali no, si riaprirà il dibattito sull’integrità morale dell’ammiraglio genovese (che per me era anche lui un gran scopatore senza scrupoli) :rotfl :rotfl :ar

         3 Mi Piace



    • :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl :rotfl

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 15 febbraio 2016 at 19:55

      :dreaming
      Avrebbe fatto la sua porca figura come trama di un film di exploitation anni ’70.
      Lo avrei affidato alla sapiente ( si fa per dire ) regia di Joe D’Amato probabilmente non conoscesse questa perla di testimoniaza degli albori della conquista del nuovo mondo.
      Ma se poi a sviluppare la sceneggiatura ci ci si mettono pure i titolari della premiata ditta ETFT spa ….. :-?
      Forse e megli che la PV production
      affidi invece l’opera a un Nando Cicero
      :D

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 15 febbraio 2016 at 20:56

      “probabilmente non conoscesse”
      :dontsee
      come casso scrivo ?
      :cry

         2 Mi Piace



    • AtiLeong:
      “probabilmente non conoscesse”:dontsee
      come casso scrivo ?:cry

      …scrive come un camballo, CaVo sSior Leone. :)) :bz :dreaming

         2 Mi Piace



    • PS/ Camballo tra i camballi, peraltro. :doubleup

         2 Mi Piace


      • magic_mirror
      • magic_mirror

      • 16 febbraio 2016 at 0:38

      Sui solchi di questi racconti del Da Cuneo mi sovviene la fantasia che se il buon director patentino Roger Deodato avesse mai avuto accesso a questi scritti avrebbe senz altro lasciato uscire dalla macchina da presa il cult movie “Camballa Holocaust” …. :dreaming
      Se poi il degno allievo Umbertone Lenzi avesse anche egli buttato un occhio a codeste cronache di viaggio. …un anno dopo avrebbe partorito il suo personale ed originalissimo :-P sequel….
      “Camballa Ferox” :doubleup

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 8:06

      “Né va dimenticata la lettera che il 15 ottobre 1495 il gentiluomo savonese Michele da Cuneo scriveva all’amico Gerolamo Annari, probabilmente residente a Genova, in risposta a una sua precedente richiesta di notizie, alla quale aveva dato rapida risposta pensando di essere in breve con lui. Trascorrendo il tempo da Cuneo si decide a scrivere una dettagliata relazione, poi intitolata De Novitatibus Insularum Oceani Hesperii Repertarum a Don Christoforo Columbo Genuensi, che per la prima volta pubblica il Berchet nel 1893. Un documento conturbante per l’indifferenza con cui il savonese, compagno di Cristoforo Colombo nel suo secondo viaggio, considera l’indio, se doma con la forza la «camballa» che lo Scopritore gli ossequia e la piega alle sue voglie, sottolineando all’amico il soddisfacente comportamento di essa, “«vi so dire che nel facto parea amaestrata a la scola de bagasse»”, e se considera l’indio, nel tentativo colombiano di farne commercio come schiavo, per la poca resistenza, merce da non acquistare.”
      Ricordiamo la fama della infelice Anacaona, passata alla storia come “«la libidinosa»”, con ogni probabilità senza sua colpa, e finita arsa a Santo Domingo. Il senso di colpa di fronte al peccato doveva tornare ossessivo nei conquistatori e la scusante veniva trovata nella licenziosità dell’indigena. Cosi lo Scillacio non esita a parlare delle donne come di esseri avvenenti e tentatori, anche se ne difende la sostanziale serietà morale: “«il portamento è delicato, l’andatura un po’ sfacciata, scherzano con i nostri, civettano senza ritegno purché non si tratti di nulla di vergognoso e si offendono se si abusa del gioco»”. Una difesa poco convinta, sembrerebbe, se prosegue, illustrando il modo di danzare:
      «[…] Di solito danzano in questo modo: la maggior parte, coi capelli legati da diademi e mitre, partono contemporaneamente da un unico punto, ora di corsa ora a passo più lento. Le lamine che hanno tra le dita sono battute alternativamente tra loro, non per gioco, ma perché producano un tintinnio. Al loro suono, con voce non diversa dal canto, non sgradevoli per dolcezza, eseguono con contorsioni sinuose una danza flessuosa e languida, con una bellissima coreografia, talvolta con un intreccio vario e inestricabile, senza che nessuna s’imponga sulle altre, tra l’ammirazione di tutti coloro che assistono. Eccitate e spossate per il gioco sfacciato e lascivo, accelerando l’andatura con passi uguali, terminano la prolungata danza con un grido».

      http://www.cervantesvirtual.com/obra-visor/la-scoperta-del-nuovo-mondo-e-la-cultura-italiana-del-cinquecento–0/html/d12b57fc-1e8b-44d4-9597-21f26ca29657_6.html

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 8:34

      …che poi…todo el mundo y’ paìs.
      Eh si! Che c’erano Camballe & Camballe! :bz :bz :bz
      Ma ogni tanto, (specialmente de notte), B-) si nun c’è stavi n’po’ attento e n’campana e t’eri m”briagato… :vomit eh sì che quarche Jolanda der posto :dontsee te la potevi arritrova’ ner letto! :rotfl :rotfl :rotfl

         2 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming :dreaming :dreaming :dreaming :dreaming

         0 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 16 febbraio 2016 at 11:53

      @dragodoro molto interessante.
      In pratica queste camballe erano attraenti per natura e per esoticità, e pure un po’ bagasse. Il conquistatore cristiano ne approfittava senza scrupoli (lontano da casa) per poi giudicarle e condannarle in base a parametri razzisti e bigotti. Non è cambiato niente…
      Bisognerebbe approfondire su Anacaona la libidinosa :))

         3 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 13:51

      CaVo @Matt eh sì! Come no! :1234 L’Anacaona scuscita anche a me certe curiosità! :dreaming
      Per non parlare del PdN! :D Già si immagina fare “Opera di Addomesticamento”, a quelle Poere Figliuole… Ingenue, Perdute, & BagaSSe :rotfl in quelle terre selvaggie, felici & lontane… :bz :bz :bz

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 14:00

      …c’ho trovato pure sta canzoncina… :dreaming
      https://m.youtube.com/watch?autoplay=1&v=klLdQxBtCTA

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 14:02

      .

         2 Mi Piace



    • Matt:
      @dragodoro molto interessante.
      In pratica queste camballe erano attraenti per natura e per esoticità, e pure un po’ bagasse. Il conquistatore cristiano ne approfittava senza scrupoli (lontano da casa) per poi giudicarle e condannarle in base a parametri razzisti e bigotti. Non è cambiato niente…
      Bisognerebbe approfondire su Anacaona la libidinosa:))

      …essì, come da copione inZomma; Anacaona era bella e cara finché tutti avevano voglia di fare giri sulla giostra. :bz Poi magari nasceva qualche gelosia o qualche altra bassezza ed Anacaona la Camballa finiva al rogo. :skull
      Scommetterei che questi pattern vanno avanti sin da quando ancora vivevamo ancora sugli alberi… :-l

         5 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 16 febbraio 2016 at 18:19

      @LittleTruths…”Poi magari nasceva qualche gelosia o qualche altra bassezza ed Anacaona la Camballa finiva al rogo.
      Scommetterei che questi pattern vanno avanti sin da quando ancora vivevamo ancora sugli alberi…”
      Ottimizzo! Eh già’…proprio accussi’!
      Lo schema si ripete. (E la riflessione inevitabilmente si allarga). Magari, aggiungendoci un pizzico di Stregoneria, (che non guasta mai), tanto per non farci mancare niente.
      Da sempre, anch’essa in stretto rapporto con il piacere Carnale & SeSSuale! In quanto a sua volta collegata a doppio filo con il Diavolo è tutto l’ambaradam sulla tentazione, il peccato…etcc…
      E’ così forse comincia la caccia all’untrice, alla DiaBBolica femmina, dalla carne corrotta, incantatrice & peccaminosa!
      È allora….evvvai! Si va’ di lusso! Con le “Sante” Inquisuzioni, non a caso Spagnole con in testa, il “religioso” dell’epoca, il famoso “Rapper” Tomás de Torquemada…e con i roghi Evento dei fine settimana!…boh…….. :Boh

         2 Mi Piace



    • Ma si CaVo @dragodoro …purtroppo è così, ancora oggi in Africa rurale e di sicuro anche in altri posti, quando qualcuno è di troppo o per gelosia o per interesse…vengono accusati di stregoneria e se non se la danno a gambe finiscono linciati e/o bruciati vivi.
      Vecchiette vedove la cui unica colpa è quella di essere ancora vive ed interporsi tra gli eredi e la spartizione dell’eredità…un Classico. O mille e mille altre ragioni, come da copione. :skull :skull :skull

         1 Mi Piace


      • magic_mirror
      • magic_mirror

      • 17 febbraio 2016 at 0:37

      Ma si! :doubleup
      Cosa meglio potrebbe esorcizzare il mal di vivere portato da queste camballe che non un bel roCo purificatore :yea
      Se poi analizziamo a fonTo le cronache et documentatio fotografica del messer @dragodoro notiamo che ai giorni nostri coteste camballe potrebbero essere gestite unicamente in modalità Loris Batacchi (C’ho dato che C’ho dato…alla cieca …dove prendevo prendevo…..devo aver preso anche lei ….. :dreaming )
      Come cambiano i tempi compari di legno….come cambiano…. :ar

         1 Mi Piace



    • :)) :)) :)) Il prosequio dell’opera è meraviglioso :clap Anacaona è l’Alina esotica :lov :lov :lov Ci sono ancora Anacaone sulle isole Trobriand, poco a nord della Papua Nuova Guinea, dove una si deve concedere a più maschi possibile prima di sposarsi. Ci faro’ un topic ;;)

         3 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming

         0 Mi Piace



    Post a Comment!