• Più troia di una troia

    Sono le 22h00, al mio baretto oggi c’è stata pochissima gente, 4 tavoli, il mio bancone, il mio CD preferito. All’Hotel des Colonies non c’è sempre il pienone, tra l’altro il Syrius, accanto, è più bello e meno caro, e la gente non è stupida, per quanto la posizione sia ideale, a due passi dal centro di Bruxelles, in piena Place Rogier

    Ogni giorno per arrivare attraverso l’Avenue Schaerbeek, ormai le mie amiche in vetrina mi salutano tutte, dall’elefante nero alla splendida moldava, in fondo la mia passeggiata ed i miei sorrisi gli fanno piacere, abituate a quei clienti aggressivi e agli ubriaconi che le assillano, anche se  sanno che non sono mai entrato a porgere la mia reverenza a nessuna di loro.

    Finalmente arriva una coppia e si siede, lui elegantissimo, brutto come la peste, lei non bella ma intrigante, vestita in modo estremamente sexy, e quando si siede il suo vestitino nero scopre un pezzo di coscia dove i collant non arrivano a coprire.

    Al mio “bonsoir” non rispondono, lui si limita a schiocchiare le dita come se stesse chiamando il servo della gleba (eppure è scritto che le consumazioni si prendono al bancone), capisco la persona che ho di fronte, e se non bastasse mi dice in un italiano orribile, “abbassare musike”.

    Sono molto girato di palle, la mia adorata Rinske, di Groningen, mi ha tirato l’ennesimo bidone, si prende gioco di me perchè sa quanto mi piace, ma inizio ad essere stanco di sbatterci la testa, mi devo mettere l’anima in pace.

    Ordinano due birre, due Orval, in Belgio i bravi monaci trappisti le fanno benissimo, e lui inizia a parlare ad alta voce di quanto sia felice di scoparsela mentre quel coglione di suo marito è chissà dove. Lei gli fa un cenno indicandomi, ma in tutta risposta, sento nel suo francese scadente: “non ti preoccupare, è italiano, questi non parlano la nostra lingua neanche dopo 50 anni”.

    Mi sale il sangue in testa, mi sta sui coglioni, non posso mandarlo via perchè ha preso una camera, il proprietario dell’hotel non me la perdonerebbe, porgo le due birre sbagliando apposta a parlare, e lui è felicissimo “che ti dicevo eheh”.

    Continua il suo discorso tendente all’autoesaltazione ed al discredito del marito cornuto (meglio cornuto che stronzo penso io), poi mi richiama per ordinarne un’altra, parlandomi in inglese questa volta. Obbedisco, il fumo mi esce dalle orecchie, in fondo è il brutto del mestiere, la mia laurea  non è servita a niente.

    Gliela apro, poi si incazza,” no questa, portamene un’altra!”, è già rossiccio con due perchè ha dovuto scolarsi quella dell’amante, cui non piaceva. Mi blocco e lo osservo, dice, “non ti preoccupare la pago, i soldi non mi mancano”, in un inglese pressochè incomprensibile. Gli faccio il sorriso ipocrita e dico “non si preoccupi signore, la bevo io”.  Gli porto ora una Delirium Tremens, mi chiede se è forte, NOOOOO, ha un gusto diverso, e continua nei suoi discorsi insopportabili, lei si limita ad annuire senza proferir parola.

    Già alla seconda, il tono della sua voce cambia, vuole sapere da quale parte dell’Italia vengo perchè, oltre a parlare bene l’italiano, conosce moltissime città, e nomina fiero Roma, Venezia, Firenze. Io gli faccio i complimenti di rito, mi pronuncia quelle 4 puttanate “pizza, gelato bonissimo, coliseo, gondol” mentre le mie palle mi hanno fatto letteralmente lievitare.

    Lei mi guarda ogni tanto, la deve incuriosire il fatto che un italiano possa essere biondo e con gli occhi chiari, lo stereotipo vuole noi del sud di un metro e un cazzo e pieni di peli, e comincia a dirgli di non esagerare. MAI DIRE MAI.

    E’ solo la terza, è chiaro che al ristorante hanno dovuto bere ma ecco che per la sua simpatia arriva un’altra birra, offerta dal sottoscritto, con aggiunta di Gin in grandi dosi.

    Quando l’assaggia, grida “Saluti, you very kind” ma lei è scocciata da come parla, aspetta che anche questa finisca e si dirigono verso la camera, con lui barcollante e paonazzo, rutta mentre procede velocemente per consumarla a dovere. Mi dice il numero della camera e che domani avro’ la mancia, di non preoccuparmi.

    Finalmente si è tolto dal cazzo, ricomincio a pensare a Rinske, poi a quella donna che mostrava quel pezzettino di coscia, neanche tutta questa gran figa, ma le lentiggini a me sono sempre piaciute, e mi chiedo come sarà suo marito per tradirlo con questo cesso.

    Manco 15 minuti dopo, lei scende, mi chiede in un inglese accompagnato da gesti qualcosa di incomprensibile, io le sorrido, pensavo ne volesse un’altra, ma lei scuote la testa e fa segno con la manina che lo stallone stava già dormendo. decido di parlarle in francese, facendo comunque errori, la recita era durata abbastanza, lei si accorge che capisco, è imbarazzatissima ed io le chiedo di parlare piano piano.

    Voleva sapere se vicino all’hotel ci fosse un bar ben frequentato dove si potesse ballare latino, io le dico subito che a sinistra c’erano le signorine, a destra i monumenti (ce n’era uno a due passi) e le ho  sconsigliato di uscire anche in taxi inventando mille storie, poi le ho sorriso di nuovo, le ho detto “non muoverti”, e  ho messo un vecchio CD di Matt Bianco, dicendole che ero disposto a ballare con lei.
    Il rischio era altissimo, ma mi sono detto, se tradisce con quel mostro, bah, chissà.

    Era senza parole, ne si’ ne no, non si capacitava della mia sfrontatezza, ma io la parola timidezza non la conoscevo lei mi spiegava ” ma veramente intendevo…” ma io il francese non lo capivo quindi non potevo farci nulla. Quando l’ho sentita tremare, aveva la spalla scoperta, ho capito che era fatta, mi ha chiesto che profumo avessi, non lo ricordo dissi io, ma continuava a tremare, a dire frasi tipo “perchè non c’è nessuno” ed io “perchè voglio ballare solo con te! “.
    Ormai il mio francese era perfetto, mi chiama bastardo e ride, io più di lei, le servo un vino bianco, brindisi, mi allontano, premo il pulsante che abbassava la saracinesca dall’interno, mi dice” che fai” ma sono quelle frasi inutili.
    La porto sul tavolino, la faccio sedere, aveva due scarpette meravigliose, era più grande di me almeno di dieci anni, e le dico “ora guardami, appoggio la tua gamba destra sulla mia spalla sinistra, la tua sinistra sulla mia spalla destra e ti faccio impazzire”. La solita finzione, no ti prego, no se si sveglia, dai…niente da fare, le sue mutandine di pizzo nere erano intorno al mio collo, la figa era un lago, anche l’interno coscia, inutile fingere, una volta dentro quel “no no no” che la faceva stare bene perchè le faceva credere che la stessi forzando, diventava impercettibile, qualche singhiozzo ipocrita, quante volte abbiamo vissuto la scena. Le dico di fare meno rumore, perchè era più forte dello stereo, si scatena come se non scopasse da anni, mi si avvinghia, mi morde il naso, non capisce più niente. La prendo di scatto, la giro, lei capisce che voglio, le passo i fluidi verso il culo, questa volta manco finge, è la sua passione, resistenza zero, si passa dal no no di prima, all’encule-moi, encule moi, le tiro i capelli e quando grida di piacere le innaffio il pluriprofanato pertugio.

    Si siede sui divanetti, è stravolta, come se le gambe non la reggessero,” mi hai fatto impazzire”, mi dice, io banalmente “anche tu”, ma dopo lo schizzo non avevo voglia di pronunciare tutte quelle frasi tipiche che servono a non far sentire puttana una donna, e poi lei lo era, molto più delle signorine che esercitavano a due passi.

    Rialzo la saracinesca, andiamo in bagno, io a pisciare, lei a lavarsi ed a liberarsi dallo sperma. Mi rendevo conto che avevo rischiato di brutto senza protezione, ma non avevo potuto interrompere la sequenza dei movimenti nei preliminari, e poi non volevo che il pensiero di Rinske ritornasse, il problema è che dopo dieci minuti lei era di nuovo presente e questa volta il senso di svuotamento stava per trasformarsi in qualcosa di diverso. In fondo, anche i porci hanno un’anima, era tornata Rinske assillante nei miei pensieri, era l’ora di partire, di scappare da Bruxelles, era arrivata l’ora di Tenerife.


    Epicuro ha scritto anche:




    • Ben fatto Compare! :bz
      Il bello d’essere in gamba é che all’occorrenza uno può sempre far finta di essere scemo, mentre invece quando uno é stronzo é stronzo e basta…e spesso pure scemo.
      Te la sei giocata alla grande, comunque, complimenti! :ar

         1 Mi Piace


      • johnGT
      • johnGT

      • 17 gennaio 2013 at 7:46

      :clap

         0 Mi Piace



    • Grazie amici, il significato di troia andrebbe rivisitato ;-)

         1 Mi Piace


      • Conte di Cesa
      • Conte di Cesa

      • 17 gennaio 2013 at 13:55

      Azz……Epicureus !
      Alla grande ! Bella da mozzafiato ! B-)
      Congratulations pour la tecnique d adventure et pour l insegnamento morale derivato ! Grande !

         0 Mi Piace


      • tirofijo
      • tirofijo

      • 17 gennaio 2013 at 14:33

      Che dire…questa si meritava davvero la vetrina più grande!
      Sempre bello leggerti))

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 17 gennaio 2013 at 14:59

      ahahahahahaha epicuro mi stavo rileggendo la tua antologia di scritti 2012-2013 su PiccoleVerità. Secondo me qui tu hai trovato la tua dimensione:
      quella del Trou(M)badour! :D :D

         3 Mi Piace



      • …che mi venga un colpo se non é vero! :))
        Ci stà come il cacio sui maccheroni!
        :ar

           0 Mi Piace



    • Amici piratii, mentre le riscrivo le rivivo ed è già bello riportarle a galla, sapere che voi le apprezziate aumenta il piacere. Per fortuna nella nostra vita travagliata i momenti di gioia rimangono impressi come quelli tristi, ma ai tristi diciamo vaffanculo e solchiamo altri lidi ;-)

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 17 gennaio 2013 at 23:08

      epicureo:
      Amici piratii, mentre le riscrivo le rivivoed è già bello riportarle a galla, sapere che voi le apprezziate aumenta il piacere. Per fortuna nella nostra vita travagliata i momenti di gioia rimangono impressi come quelli tristi, ma ai tristi diciamo vaffanculo e solchiamo altri lidi /blockquote

      Complimenti bro …..ci hai fatto sognare un’altra volta.
      E’vero, qui hai raggiunto il tuo splendore…

         0 Mi Piace



    • Grazie Dionisio, troppo buono, sono quelle storie che ti ricordi a vita e che niente puo’ cancellare. Lupacchione mannaro (garou in francese) trombador era il soprannome afffibiatomi dagli erasmus a Nantes, ma tu, uomo di cultura, ne hai fatto il giusto mixer proiettando al maschile quella zoccolona di Madame Pompadour., talmente troia da dirigere la politica francese facendo innamorare il re (neanche la Carfagna). Ho tralasciato che la Milf non aveva proprio il nasino alla francese, ma spesso proprio chi ha qualche difetto compensa maialisticamente le imperfezioni fisiche, ma si sa che io ed il nobilissimo Conte di Cesa compiamo gloriose imprese senza badare troppo al sottile quando trattasi di puro sfogo sessuale. Compare Tirofijo, credo che cio’ che puo’ piacere della storia, aldilà della gloriosa fine, sia che ognuno di noi nella vita si è confrontato con qualche stupido, talvolta non si riesce a frenarsi e si reagisce, talvolta gli stupidi hanno machiavellicamente cio che meritano.

         2 Mi Piace



      • :)) ….ahsi? Così Loup Garou significa Lupo Mannaro??? :skull
        …così in ritardo mi tocca rendermi conto che in effetti allora anche quest’altro gentiluomo é stato “dei nostri” da sempre…sin dal momento in cui si é scelto un nick. :rotfl
        Complimentoni vivissimi… :D :D :D

           1 Mi Piace


      • Conte di Cesa
      • Conte di Cesa

      • 20 gennaio 2013 at 1:33

      epicureo,

      :rotfl :rotfl ….attento prof ke il captain a volte ascolta ……..
      Dio bono , ma com e che ste luride milf avranno così successo :rotfl :rotfl ……ehhh e un mondo difficile

         0 Mi Piace



    • Io direi grande Conte che le Milf, in particolare quelle che hanno preso cazzi in quantità industriali, riescono ad abbinare profumi e tenute sexy in modo favoloso.
      Attraverso il semplice dettaglio della scarpetta col piedino puntato in una certa direzione sanno stimolare pirati che normalmente necessiterebbero solo di bromuro o altro calmante.
      La coordinazione dei loro movimenti puttanistici esercita sul pensiero maschile forte eccitazione con conseguente erezione del membro ;-)

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 20 gennaio 2013 at 20:06

      Le milf….. Quelle che del sesso ne hanno fatto una cultura … Hanno una marcia in piu.
      A volte sono madri single..altre sono separate..devo dire di averne incontrate poche di spessore che non hanno mai avuto un uomo fisso le cosidette “zitelle” quelle sono sempre acide e basta..
      Le milf che intendo io sono donne emancipate…sono quelle a cui un uomo serve per divertirsi..condividere un tratto breve o lungo del cammino di vita… anche solo per una notte…
      L’uomo viene inteso come un compagno non come un punto di arrivo o un mezzo per la propria autorealizzazione..
      Sono queste donne che riescono ad esprimere la loro femminilita’ a farti eccitare con uno sguardo…a farti sognare.
      La bellezza (secondo il mio parere) le persone la esprimono sommando due fattori : il primo -esteriore e quello di base lo fornisce il patrimonio genetico.
      Il secondo – interiore e quello che ci consente di esternare agli altri come siamo dentro …la ns. Bellezza..o in alcuni casi ……la ns bruttezza.
      Quante belle ma stronze abbiamo incontrato…. E quante persone normali ma piacevoli e con cui ci piace stare..
      Se le cose coincidono..ed a questo.aggiungi l’autoconsapevolezza e l’esperienza di una milf…hai la donna perfetta ..
      Cmq. Cari ricordate sempre che ” ce ne siamo fatte di meglio….ma anche tante di peggio…” :-)

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 20 gennaio 2013 at 22:54

      LittleTruths:
      …hehehehehehe…sempre pragmatico, Caro mio!!!

      Caro …..io sono sempre per il vivi e lascia vivere..
      Poi le donne…..e’sempre una questione di gusti… Ed aggiungo meno male ..altrimenti correremo tutti dietro ad un esiguo numero di BELLE..
      Of topic :
      nei miei viaggi caraibici facevo sempre i salti mortali per partire con un ottimo bucaniere …amico caro..
      Il perche? Era la spalla ideale…… Sai quando ti trovi quelle sitazioni di semi pro che girano in compagnia dell’amica
      la tua lei e’ carina l’amica un mezzo cesso…. Ecco in quel caso l’amico bucaniere tornava utilissimo….trovava sempre qualcosa d’intrigante nella girl
      le tette,gli occhi,il culo..insomma ti risolveva il problema…. :rotfl :rotfl

         2 Mi Piace



    • dionisio,

      ….un bucaniere di quelli spietati insomma! :ar
      …hahahahaha…ottimo!!! :D

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 20 gennaio 2013 at 23:21

      LittleTruths,

      Un’ottima spalla…… Al momento dell’assalto non lasciava prigionieri..
      Amici cosi …. Ad averne di piu’.. :dreaming

         2 Mi Piace


      • Conte di Cesa
      • Conte di Cesa

      • 20 gennaio 2013 at 23:56

      epicureo,

      Azz…..prof !

         0 Mi Piace


      • Conte di Cesa
      • Conte di Cesa

      • 21 gennaio 2013 at 0:10

      dionisio,

      Ah ah ah Dionisius intenditeur oppotunist , fly in two :ar

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 21 gennaio 2013 at 16:19

      LittleTruths: ….ahsi? Così Loup Garou significa Lupo Mannaro??? …così in ritardo mi tocca rendermi conto che in effetti allora anche quest’altro gentiluomo é stato “dei nostri” da sempre…sin dal momento in cui si é scelto un nick. Complimentoni vivissimi…

      eheheh è proprio così LittleT…. senza rendervi conto, avete imbarcato sulla vostra nave un autentico Mostro :hallow :skull

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 21 gennaio 2013 at 16:24

      epicureo,

      Beh, ti ringrazio per l’uomo di cul-tura, ma aldilà delle battutine su Madame PompaDour, la più famosa cortigiana di Francia, io pensavo più che altro ai Trobadours, i cantastorie della Francia meridionale… in fondo racconti storie “d’amore” :pig :)) :)) :)) pure tu…. ;-)

         0 Mi Piace



    • loup_garou,

      Caro mio, quì tra di noi caschi proprio come il cacio sui maccheroni…e tutto sommati immagino che dovresti già essertene reso conto… :D

         0 Mi Piace



    • Lupone, sapevo che di rifarivi ai Trobadour, ma nei loro testi spesso si narra di amori platonici o di gesta eroiche, spesso fittizie la mia persona si accosta maggiormante alla POMPadour, e poi le mie azioni di ciulanderia sono reali ed hanno ben poco di platonico, altrimenti il capitano mi avrebbe fatto scendere dal veliero ;-)

         1 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 24 gennaio 2013 at 20:30

      loup_garou,

      Ma.. egregio Lup.Mannar. mi sembra di aver già visto la ragazza del Suo avatar! Sbaglio o è Indira (25 – moscow) ? :ar

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 28 gennaio 2013 at 11:46

      DeeJay,
      Caro DeeJay ho provato a seguire le gnoccacoordinate che mi hai indicato :ar ….e non è Indira (una tua conoscenza per caso? :D)
      Credo che sia Ziyi (34 – Beijing)

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 28 gennaio 2013 at 11:48

      Famosa attrice cinese peraltro accusata di essere una escort di lusso dei quadri del Partito Comunista Cinese.
      Insomma: vorrei ma non posso…
      :D :D

         0 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 28 gennaio 2013 at 22:39

      :Boh

         0 Mi Piace


      • loup_garou
      • loup_garou

      • 29 gennaio 2013 at 22:30

      DeeJay:

      Ok non importa :ohplease :trongo

         1 Mi Piace



    Post a Comment!