• Il matriarcato triobrandese

    Da sempre appassionato di antropologia, dopo aver dedicato un breve studio ai Mosuo cinesi ed alle splendide tradizioni sessuali che li contraddistinguono, sono caduto per caso su di un articolo (in francese) che riguarda le isole Trobriand, situate ad est della Papua Nuova Guinea, e che mi limito a tradurre per voi sintetizzandone il contenuto:

    “LO SPERMA NON CONTRIBUISCE ALLA NASCITA DI UN FIGLIO”

    Per gli abitanti di queste isole, concentrati soprattutto nell’isola Kiriwina che ne conta 12000, i bambini sono incarnati nello spirito waiwaia, che arriva via mare dal regno dei morti. Il waiwaia entra dalla testa per poi giungere nella vagina, e ne stoppa le mestruazioni per berne il sangue e crescere. Il padre (Tomokawa) modella le forme nella crescita del figlio a botte di minchia, come gli scultori scolpiscono le statuette di legno con l'”herminette”.

    Bronislaw Malinowski, recatosi sull’isola nel 1916, ha osservato che la libertà sessuale è massima, come è ancora oggi, e anche durante certi giorni del matrimonio. I bambini formano la “repubblica dei bambini” e giocano subito col sesso, da 6 a 8 anni incominciano con le prime ciulate. Gli adolescenti vanno nelle “case dei singles” (bukumatula) e trombano ininterrottamente per essere sicuri del partner che più gli conviene, più una tromba più è apprezzata e stimata.

    Non paghi, si dedicano alle escursioni amorose (katuiasi), si incontrano nella foresta con quelli/e del paese vicino e vai col trombamento totale. Nei giorni della Festa Nazionale, tutti insieme, grandi e piccini, trombano nella piazza centrale del villaggio, guai a mancare, è considerato offensivo.

    E qui le dolenti note: “è sconsigliato di scopare con l’uomo bianco perchè, per il fatto di venire presto, non consente alla donna di avere l’orgasmo”. La loro posizione preferita è a pecora, gnam gnam, ed esigono di cambiare il partner fino allo sfinimento. Per fortuna, ci si accoppia tra adulti oppure bambini, la pedofilia è bandita.

    Lecito chiedersi a questo punto se il nostro pulmino, dopo l’obbligatoria sosta in Uzbekistan dalle cuginette di Matt, non debba proseguire fino alle splendide isole Trobriand, non fosse che per smentire queste teste di cazzo e mostrargli quanto possiamo durare ehehehjeune-femme-trobriandaise


    Epicuro ha scritto anche:



      • dragodoro
      • dragodoro

      • 20 febbraio 2016 at 20:48

      :dreaming :dreaming :dreaming CaVo socio…”la loro posizione preferita è a pecora”… D’accorddddisssimo! :doubleup Vedi Socio, è vero che i kilometri con questa gente ci dividono! Ma vero è anche che le…”posizioni ci avvicinano… :bz :-P :bz
      “Lecito chiedersi a questo punto se il nostro pulmino, dopo l’obbligatoria sosta in Uzbekistan dalle cuginette di Matt, non debba proseguire fino alle splendide isole Trobriand, non fosse che per smentire queste teste di cazzo e mostrargli quanto possiamo durare eheheh”
      …ehmmm…mi sa tanto che sul “pulmino” non c’è da farci tanto affidamento!….. :Boh :rotfl

         3 Mi Piace



    • :rotfl :rotfl :rotfl :)) :ohplease
      Limortacci aoh, una realta’ questa delli camballi di Trobriand che supera l’immaginazione! :dreaming :dreaming :dreaming
      Certo non sarebbe male sbarcare da quelle parti col pullmino opportunamente modificato e rivendicare l’onore degli itaGlici amatori! :bz :rotfl :pig B-)

         2 Mi Piace



    • :)) :)) :)) Sono fuori proprio, peggio dei mosuo, di cui copio da wikipedia:
      “Durante le danze in onore della dea dell’Amore “Gan mu”, le giovani donne scelgono un nuovo partner fra i giovani uomini. Gli uomini non possono scegliere. L’eletto ha il diritto di andare a trovare la donna nella propria camera da letto la stessa notte. Tuttavia la mattina seguente all’alba deve lasciarla perché non ha alcun diritto di vivere con essa. Tale pratica viene detta in cinese zou hun (走婚S, zǒu hūnP). La cura dei figli e la loro potestà pertengono esclusivamente alla madre ed al suo clan. Gli uomini e le donne non vivono insieme ma ciascuno nella propria famiglia d’origine. I fratelli delle giovani donne si prendono cura delle nipotine e dei nipoti, che sono considerati come loro figli. Quindi a tali zii è affidata la paternità sociale dei bambini, tipica delle società matrilineari.

      Qui praticamente ti trombano e ti mandano affanculo :)) su un video si vede proprio la donna che ti sveglia con un calcio in culo e ti caccia :))
      Loro sono 50000 e vivono nelle province cinesi dello Yunnan e del Sichuan ;;) Peccato che @Stenka manca da diverso tempo, magari ne sa qualcosina

         4 Mi Piace



    • :bz :bz :bz

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 21 febbraio 2016 at 15:28

      Amante al pari del sior @epicuro della geografia umana, questi qui peró non li conoscevo proprio….
      Carina peraltro la ragassa della foto,
      Attivando il navigatore ” ETFT map ” :

      lasciamo allora le lande dell’ asia centrale, @matt sa la strada fino al Bangladesh;
      li ci viene a prendere @sexplorer che ci fa attraversare l’indocina spendendo 5 dollari diari a testa
      ( compreso vitto alloggio benzina e puttana su materasso pisciato ).
      In una baia della costa cambogiana orientale troviamo i pirati della malesia ( giá da tempo collaboratori della ETFT per chi non ne fosse al corrente )
      che coi moderni mezzi qui sopra illustrati dal sSior Capitano ci porteranno alle isole della speranza del freeeterno ….

      Se c’é una cosa che mi rammarica nella storia dell’ umanitá e vedere questo tipo di comunitá ridotte in angoli remoti del globo e a poche migliaia di individui.
      Se penso che dove adesso c’é tutto quel casino di guerra con protagonisto tipi che ci han l’allergia alle donne nude
      una volta si venerava Ishtar e le ragazze di buona famiglia brave pie si andavano a prostiuire al tempio
      mi vien una infinita tristessa.
      :cry :cry :cry

         4 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 21 febbraio 2016 at 16:22

      Alta Kultura oggi su PV!
      Le isole Tro(io)briand meritano senz’altro una visita, dobbiamo convincere queste libidinose a riprovare l’uomo bianco, se poi facciamo ancora brutta figura causa breve durata chissenefrega, non credo nessuno intendesse trasferirsi laggiu’.
      Invece i Cinesi Mosuo ve li lascio, non ci tengo ad essere sedotto e abbandonato, e nemmeno a fare lo zio. Meglio i cari vecchi karaoke!

         3 Mi Piace



    • Caro Atileong, ho scoperto queste isole mentre organizzavo il mio prossimo viaggio. Tu sei stato a Bali, a Nord di Bali c’è Sulawesi (Celebes), a nord est c’è Manabo, di fronte uno dei posti più belli del mondo, Bukanen Park. Pare che Manabo (ci si arriva da Kuala Lumpur tramite Lionair) sia abitata da una colonia di cinesi che amano offrire le proprie donne allo straniero, ma la città è una merda, è bello solo per quello, quindi stop sessuale a Manado e vai per Bukanen, abbiamo le stesse passioni per i fondi marini :doubleup Dalle abitudini sessuali di Manabo poi un link mi ha mandato alle Trobriand :doubleup
      Caro @Matt, inizia a limarti la cappella perchè si parte con lo zio epicuro :doubleup io al massimo ho il problema contrario, ci metto un casino, ma ricordo che tra 18 e 25 anni avevo una durata (per la prima pero’) di 4 minuti 32 secondi, il che mi obbligava alla seconda per evitare figure di merda >:-(

         2 Mi Piace



    Post a Comment!