• Natale all’equatore : 3ª ( e ultima ) parte – il Mundus e il suo fondo.

    E nel clima semifestivo che aleggia tra Natale e Capodanno venne infine il giorno del matrimonio.
    Forse taluni di lorsignori ricorderanno che nelle precenti parti avevo fatto cenno ad uno sposalizio cui avrei dovuto prendere parte in qualitá di invitato.
    Un mio giovine amico, un tempo collega di razzie nel Portogallo meridionale, s’arrendeva infine a nunziali consigli.
    Giorno infausto quello,
    ma non troppo,
    per le belle tutte del troiame.
    Ch’ei giá fu visto lá,
    in fondo al pulmann
    Mentre percorreva i 300 chilometri
    tra una morosa e l’altra che ci aveva
    Far passare il tempo telefonando alle puttane
    Degli annunci sul giornale.
    Ricordo un sabato piovoso e freddo,
    Che non s’aveva un cazzo da fare
    E perfino la premier league era pallosa
    E lui ci aveva pure la febbre e stava a letto
    Che si risolse infin d’andar a far visita certe allegre signorine
    Alzarsi allor impavido e seppur vacillante e con voce roca implorare:
    “Esperem p’ra mim, quero ir eu também”

    Facciamoci allora la barba bene e vai di dopobarba a manate in faccia e quindi di giacca, camicia e pantalone a modo, allacciarsi infine le scarpe nere belle lucidate
    e poi via, sotto di un caldo dispettoso, che con un gnente sei giá la a sudare.
    Anche perché si sa, le chiese non costumano avere l’aria condizionata.
    Arriviamo che lo sposo é giá lá sull’ altare bello rilassato e sorridente.
    Si é cautelato buttando giú qualche bicchierino prima,
    memore dei racconti del mio matrimonio al quale giunsi allegro ( troppi spritz e “ombrette” mi avevano offerto lungo la strada ) e pure dopo la sposa ( lui non osó tanto ).
    Ammetto che mi causa un certo orgoglio sapere di essere d’esempio per i giovani.
    Finalmente la sposa arriva incedendo incerta sul teso filo dell’emozione.
    Il prete, piccolo giovane e a capo pelato somiglia a Tí Martins ( noto umorista angolano )
    spesso inciampa ( apposta ? ) in espressioni popolari molto poco “sacerdotali” .
    Ma a nessuno pare venga da ridere, tranne a me.
    Tutti attorno mi sono seri, compiti ed eleganti. Solo il padre dello sposo, seppur invergando impeccabilmente un completo Ermenegildo Zegna mi pare di vederlo lá a ridersela sotto i baffi.
    Ma la cerimonia, se dio vuole poi finisce e gli sposi secondo copione escono quindi dalla cattedrale sfilando a braccetto tra le due ali di invitati schierati ai lati del portale a giubilare e lanciar il riso. Una voce allora da lontane lande giunta si udí tuonare in quel solatio sagrato equatoriale: guidato da ancestrali instinti etnici, abbrancata la mia manciata di chicchi mi feci largo sparandola sulla coppia novella urlando “Viva i sposi!” facendo pesante uso del greve tono dei miei antenati del Pavano Antico.
    L’aperitivo chic é sul prato dietro alle rovine di una antica fortezza sul mare. Adesso appartiene all’ hotel Pestana. I camerieri si industriano a dar da bere agli assetati invitati, che gli si assiepano attorno. Riesco dopo dura lotta a recuperare appena un flute di champagna che assorbo in qualche decimo di secondo che ne avrei bisogno di almeno altri tre ma….hai voglia la ressa che ho di nuovo davanti….
    Mi arrendo e m’accostp alla tavola degli “spuncioni” ( spuntini in punta di stuzzicadente, come casso se dise in italian? ne so il nome solo in veneto ) e guardo gli sposi impegnati nel rituale delle foto.
    Buoni quelli di “buzio de mato” ( lumache ) e valá buttiamoci giú anche l’ ovetto duro decorato con una qualche inutile salsa.
    Ia scienza dei maestri di cerimonia ben risolse di organizzare la distribuzione gli invitati in tavoli misturando gente che non si conosce “per favorire il convivio” sicché in breve mi ritrovai nel tavolo denominato “fragola” con solo di conosciuta mia moglie a lato tra altre 3 o 4 coppie di illustri sconosciuti.
    A lanciare sguardi desiderosi e nostalgici agli amici liggiú nei tavolo “Pesca” o “Lampone”.
    Ma il cameriere non tarda a piazzarmi davanti una bella bottiglia di un fresco e fragrante frizzantino bianco. Appena 9,5% . Va giú peggio della coca-cola.
    Ha pure un bel nome: “Mundus”.
    E in un niente s’arriva se ne giunge al fondo.
    Ma vero é che nel mentre che faccio qualche visita al buffet le bottiglie di questa rinfrescante bibita si rigenerano con rapida solerzia, virtú di un servizio nevvero efficente.
    Dopo un po’ comunque nessuno sta piú fermo ai tavoli, tutti girano, spiluccano e bevono chiaccherando a piccoli crocchi e pure io elusi i vani tentativi di mia moglie di mantenermi sobrio mi aggiro e mi intrattengo nel festoso convivio.
    Perdo poco a poco il senso sequenziale degli eventi ma ricordo bene di una riunione in cesso con lo sposo e un elegante signore angolano per il quale si stava contattando una certa troia. Per completare la serata in bellezza penso.
    Per quel che mi riguarda non ricordo di come mi sono addormentato a un tavolo ma a un certo punto mi son visto a camminare al buio trascinato nel gruppo e che mi danno le chiavi della macchina spiegandomi una cosa tipo:
    “é lá, buttati e dormi mentre noi si fa due salti in disco”, la discoteca dell’ hotel che aveva la sua entrata la davanti.
    Mi sorprendono con le idee un po’ confuse e pertanto sprovvisto di argomenti da ribattere.
    Ma poi le macchine son tutte uguali che mi sembrano tutte jeep toyota blu scuro.
    Provo infilare la chiave sulla porta di una. Ma niente. La macchina non era quella.
    Che cazzo, mi tasto il taschino della giacca per prendere il cellulare e chiedere lumi. Anzi diciamo pure “aiuto”. Ma il cellulare non c’é…l’ ho perso ?
    E adesso? Mi tasto il portafoglio in un moto d’ansia…sollievo: é lá.
    Mi avvio verso l’entrata della discoteca. un poco scazzato in veritá.
    Saranno le 4 di mattina che bisogno c’é di infilarsi nella merdosa discoteca? Penso tra me.
    In realtá pensavo anche cose piú volgari e pure blasfemie varie masticavo tra me: ma le lascio all’immaginazione del lettore.
    Sulla porta incrocio una conoscente, telegiornalista locale, una specie di Bruno Vespa essendo stata conduttrice della trasmissione “Portas Abertas” che alcuni maligni buontemponi avevano ribatezzato “Pernas Abertas” ( gambe aperte ) facendo riferimento alla facilitá con cui la conduttrice dispensava i suoi favori. Sia come sia, per quello che la ho potuta conoscere io trattasi di una giovane intelligente gentile e sensibile che accortasi delle mie difficoltá mi venne in aiuto con sollecitudine.
    Ad ogni modo mi risolsi ad entrare nella discoteca. Un posto carino in veritá. Con una bella terrazza sul mare con comodi divanetti lontani dalla musica alta della pista, dove si possono scambiare due chiacchere senza dover urlare. Il cellulare alla finfine lo aveva prelevato mia moglie che temeva lo perdessi. Fatto qualche giro di danza,

    Esempio di pezzo che “bate” in questi giorni.
    mi adagio in amabili convesazioni sui divanetti fino a sorprendere nel cielo stellato i primi chiarori dell’ aurora. Per la qual cosa conservo, benché abiutato a massacranti turni notturni di lavoro da lungo tempo, un certo arcadico piacere.
    Mia moglie era invece preoccupata di dover attraversare la localitá di Almas ( anime ) dove la notte prima avevamo incrociato rientrando la famosa ( a detta di mia moglie ) gallina nera.
    Ma l’inquetante animale col suo seguito di pulcini stavolta non si fece vedere.
    Ma mi spiego meglio:

    CONSIDERAZIONI FINALI SULLA CULTURA SAOTOMENSE.

    I Sãotomensi sono ufficialmente in pratica tutti cristiani. Tradizionalmente cattolici e negli ultimi decenni invasi da varie missioni di gruppi, gruppuscoli e sette protestanti impegnati in proseliti che non sempre mi paiono di specchiatá onestá.
    Ma l’anima piú profonda del popolo é essenzialmente spiritista. Credono cioé nell’ influenza che i morti riescono ad avere nel mondo dei vivi. Placare lo spirito dei defunti é un affare delicato. I riti funerari sono lunghi e complessi.

    Il video di qui sopra, magistralmente interpetato dal grande João Seria é un esempio di musica popolare tradizionale in cui si riflette sul problema dei riti funebri. il commento di “semibarbarus” in youtube é per la cronaca opera mia.
    Fioriscono le storie di fantasmi: mi vien in mente quella di un signore di una certa etá che giura che in gioventú una notte aver incontrato una bella ragazza e di essersela fatta la sera stessa per poi accompagnarla a casa. Ma l’indomani, recatosi a trovarla, incontrarne solo allibiti parenti che fan presente che tale ragazza era tristemente trapassata qualche anno prima, portandolo infine incredulo fino alla tomba di questa al cimitero.
    Mi piacerebbe sapere se qualcuno ha sentito da qualche altra parte la stessa storia.
    Esistono comunque varie maniere, pratiche magiche diciamo, che permettono di causare danno ad altrui. Poca gente si ammala, muore o é vittima genericamente di infortuni o disgrazie senza che sorga il sospetto che sia opera di feiticeria ( stregoneria ).
    Streghe, curanderos, fantasmi e spiriti vari popolano l’isola.
    La gallina nera che gira di notte per le strade della localitá dall’ inquietante nome di Almas é una di queste: pare ti possa far uscir di strada la macchina.
    Io e mia moglie di fatto, saran state le 2 di notte, abbiam visto in tale localitá un simpatico gallinaceo ben scuro che ci aspettava in mezzo alla strada. Con tanto di pulcinesca prole al seguito. Ma non siamo stati vittima di nessun incidente, abbiamo appena allargato a destra per essere sicuri di non pestare nessun Calimero che s’attardasse a star dietro alla mamma che si toglieva infine da in mezzo alla strada.
    La paura di questi spiriti che popolano l’oscuritá della notte ( che da certe parti é davvero nera pece data la scarsa illuminazione, e doveva essere anche peggio un tempo ) é in qualche modo esorcizzata dal popolo con un certo senso d’ironia che si manifesta per esempio nei buffamente lugubri nomi di certe localitá: Boa Morte ( buona morte ) , Cova Barro ( buca di terra ), Caixão Grande ( Cassone grande – cioé gran cassa da morto- che é anche la mia squadra di calcio preferita del paese ). Ci sono comunque pure alcuni nomi di localitá solo ridicoli come “Foglia Fede” ( foglia che puzza ) o Agua Porca.
    Perché i santomensi sono un piccolo popolo e poco conosciuto ma sono etnicamente quel che si dice “commedianti nati”. Per apprezzarli appieno bisogna comunque conoscerne almeno un poco la lingua e la cultura. Ma devo dire che poche volte mi sono divertito tanto in un ufficio pubblico come mentre aspettavo l’emissione del mio numero di codice fiscale al ministero delle finanze. Il motto “informale” della nazione é “Leve, leve” (leggero, leggero ) che é come si puó rispondere quando ti si chiede “come va? “.

    TITOLI DI CODA:

    Per concludere fornisco qualche notizia sulla sorte dei personaggi che, in ordine cronologico hanno fatto parte di questo articolato relato che voleva essere Pvanettone Natalizio:

    – La testa di Buddha: é arrivata sana e salva a destinazione rimanendo impacchettata stile caramella sopra a un mobile in salotto fino all’ arrivo della sua destinataria.

    – Il Pseudo-ChristiandeSica : mai visto. All’ultimo momento é infatti partito in ferie. Il litro di alcool puro e il progetto “tropic-limoncello” é rimasto in fieri. Trattasi, secondo informazioni, di un Christian de Sica calabrese, forse finalizzerá il tutto al suo ritorno.

    – L’amico Gil : ha cercato invano di smarcarsi dalla fidanzata guineana per far qualche marachella ma con pochissimo spazio di manovra ha tirato su appena qualche misero numero di telefono. Rientrato in Tuga ( Portogallo ) viena a conoscenza ( ha aquistato l’ x-frog finder) di un nido di rane zoppe e pecore sciancate pare con ottimo rapporto qualitá-prezzo dalle parti di Vila Franca de Xira e deve esserci andato ieri. Gli devo telefonare per sapere.

    – I fratelli di quello che si sposa : il grande é tornato presto in Europa tra le canne e le
    Bionde slovaccofinlandesi e il piccolo cazzo non lo riconsco piú, lo ricordavo un bimbo
    grassoccio e simpatico adesso mi ritrovo un universitario occhialuto e serioso…

    – La mulattina con gli occhiali : che dire…..una “adorabile canaglia”… cosa ci posso far se ci
    ho un debole per queste piccole simpatiche bandite che si credono delle furbacchione.

    – D. il mio “ospite” un sommo conclave ha deciso che si deve sposare nel 2016 ma si
    dichiara retinente e reticente a tale prospettiva autointitoloandosi del titolo“celibe piú
    celibe di tutta São Tomé”.

    – Salsa la cagna continua ad aggirarsi lingua penzoloni per il giardino dove vive e zone
    limitrofe.

    – 5 cuccioli sopravvissuti: qualcuno ne vuole adottare uno ?

    – cucciolo affogato : ne riapparvero i miseri resti davanti al cancello la mattina dopo. Nino il
    giardiniere si fece carico della sepoltura.

    – il signor Osvaldo : risulta, secondo notizie di 4-5 giorni fa, ancora alla macchia.

    – Pasqua la cuoca : collaboró alla confezione di un Kalilú da esportazione che tuttora sussiste
    nel congelatore di casa per quando la “saudade” del cibo di casa venga ad attaccare la mia
    consorte.
    Le valige al ritorno erano quindi piene di pesci secchi puzzolentissimi, foglie e vegetali vari,
    bottiglie di olio di palma etc…

    – Il gatto rosso : l’ultima volta che lo vidi mi pareva respirare meglio.

    – Lo sposo : parte per affari verso le province meridionali dell’Angola.

    – Alla giornalista : auguro di recuperare il protagonismo televisivo che ha un po’ perso
    negli ultimi tempi.


    AtiLeong ha scritto anche:



      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 22:25

      foto della spiaggia detta “piscina”
      nella punta meridionale dell’ isola.

         3 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 22:27

      altra immagine della stessa spiaggia

         3 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 22:30

      Uno dei numerosissimi corsi d’ acqua

         3 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 22:34

      Un’ ultma immagine, specialmente all’attenzione dell illustrissimo @DrMichaelFlorentine
      dalla remota e decadente localitá di Porto Alegre

         4 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 8 febbraio 2015 at 23:13

      Her Doctor… @atileong ….ma nella foto del titolo … era la sua illustrissima persona che si adoperava a consumare un sorso di vino dopo aver desinato ..??
      Bello l’epilogo del suo racconto natalizZio …
      Complimenti per la penna ….e tanti saluti alla famiglia … i miei ossequi

         3 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 23:30

      Caro signor @dionisio si, sono io in persona e che purtroppo noto che l’immagine é finita tagliata e senza la visualizzazione dell’ etichetta della bottiglia:
      rimedio ( parzialmente ) adesso

         4 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 8 febbraio 2015 at 23:57

      Un altra piccola precisazione: il video di “defunto” é girato nei sobborghi di Lisbona e il protagonista é la maschera tipico immigrate saotomense che la domenica pomeriggio si ritrova con parenti e amici magari a qualche cerimonia funebre
      ( nozado ) e quindi beve e s’incazza,litiga e finisce da solo in giro per la desolata periferia a borbottare.

         3 Mi Piace



    • :dreaming Esimio sSior Leone, dal relato che Lei ci ha proposto su questa pazza, pazza isoletta sperduta in mezzo al Mare traspaiono alcuni elementi che danno alla stessa un tono vagamente idealistico… :dreaming …e pure le foto contribuiscono secondo me a farla sembrare uscita da un fumetto di quando eravamo piccoli, uno di quelli in cui Topolino e Paperino imbarcano per una spedizione in qualche isola sperduta e misteriosa alla ricerca di chissà cosa… :dreaming
      Quel pennone di roccia vulcanica che si erge nel bel mezzo ad esempio lo trovo alquanto rappresentatIvo, oserei dire quasi monumentale, della follìa intrinseca del posto con le sue galline nere, le tribù, le belle gnocche, i cuccioli che se ne vanno in giro pure da morti, i nomi delle località, le spiaggette piratesche etc etc…non so se mi spiego.
      Per il resto c’è da dire che alcuni dei toni surreali del luogo sono spesso comune denominatore in Africa, e questo è senza dubbio uno dei motivi che ce la fa amare tanto… :bz …ed inZomma, per queste ragioni alla fine di questo bel resoconto di viaggio pur non avendo mai visitato personalmente il posto non posso far altro che dire; sodade!!! :dreaming

         5 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 9 febbraio 2015 at 7:18

      E si, un’isoletta quasi irreale, dedicata forse ai morti, come pennellato su molti dipinti illustri? O ai vivi che vogliono sparire, o ai semivivi spersi su varie dimensioni dello spazio tempo? Mah, a saperlo! :dreaming Rimane l’immagine di questo sperone di lava nebbioso e verde, li in un punto imprecisato dell’oceano. Che si mostra solo a chi veramente lo guarda. Come ce lo fa’ guardare nel profondo il CaVo @AtiLeong con i suoi pranzi e cene, animali morti a bordo piscina e personaggi del tempo che fu’. O che e’ tuttora.
      L’immagine simbolo di questo sognante Natale in famiglia in salsa Creola, sara’ quella del suddetto perso in un misticismo onirico-etilico, abbigliato come una via di mezzo tra un rapper Chicano di quart’ordine e il CaVo Frankie HNRG !!! :)) :dontsee :))
      E tant’e’. :doubleup

         4 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 9 febbraio 2015 at 10:57

      Uno dei matrimoni piu’ divertenti a cui abbia assistito…
      Sior Leone, nei titoli di coda il suo apprezzamento alla mulattina con gli occhiali è per lo meno sibillino: ci facci sapere!

         6 Mi Piace


      • magic_mirror
      • magic_mirror

      • 9 febbraio 2015 at 17:01

      Eh sì Sig. Leone…la mulattina occhialuta nel finale ci desta una insana curiosità … :dreaming
      La testa del Buddha al sicuro nella sua dimora mi sembra il giusto epilogo a questa storia dai toni vagamente onirici ma tanto bella quanto particolare
      :doubleup

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 10 febbraio 2015 at 22:56

      Signor Capitano e signor @aurelius
      vi ringrassio per le vostre righe che mettono a fuoco certe cose che non ci avevo proprio ben chiare nella capa…
      sui “….vivi che vogliono sparire….” bene, su quelli ho preferito soprassedere anche se ero tentato a raccontare la storia che mi han raccontato ( fonti fidedigne ) di un certo “tesoro” lasciato lí da un nostro compatriota…una storia piratesca MA troppo recente e preferisco non pubblicarla…magari un giorno ve la racconto a voce se ci si vede “live”…
      In relazione alla “mulattina con gli occhiali” che incuriosisce i signori @Matt e @Magic_Mirror si trattava di una “storia” di un amico che l’ha lasciata perdere perché diciamo troppo “birichina”….adesso io ho giá avuto “problemi” con un altra ex di questo amico e non ho intenzione di recidivare.. :a-a
      Ma data la vostra curiositá….andate sui vostri “MP” per una piccola sorpresa..

         3 Mi Piace



    • :timeout eh oh ma sSior Leone, guardi che io ed il Gamba di Legno non siamo mica froci e né tanto meno dispresSsiamo le mulattine!!! :lov
      …eppure io nella mia casella un vedo mica niente! :unlov
      Vabbè, vorrà dire che abuserò dei miei superpoteri per andare a sbirciare in quella dei curiosoni… :Whis

         3 Mi Piace



    • Mhhh…not bad! :bz :D :Whis

         1 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 11 febbraio 2015 at 8:53

      Embe’ si Ottimizzo ™ ErCa ™ sia sul ” Non siamo mica froci” che sul “not bad” !!! :bz
      :doubleup

         2 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 11 febbraio 2015 at 9:49

      @AtiLeong grazie per la sorpresa, molto gradita!
      @LittleTruths qual’è la tua pozione per assumere i superpoteri? Un’arachide come Superpippo? Oppure un sodino ™ ?

         4 Mi Piace



    • Matt:
      @AtiLeong grazie per la sorpresa, molto gradita!
      @LittleTruths qual’è la tua pozione per assumere i superpoteri? Un’arachide come Superpippo? Oppure un sodino ™ ?

      Per me gli spinaci. Per Gamba invece è una supposta. :bz :D :doubleup

         4 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 11 febbraio 2015 at 13:44

      Sei sempre il solito ….cattivaccio di un capitano …. gli spinaci …. portali appresso …. li mangi crudi o cotti.. poi quanti ne devi mangiare ???
      Vuoi mettere con la comodita’ della supposta …… :dreaming

         3 Mi Piace



    • Massì CaVo @dionisio …anche solo per una semplice questione di Etichetta, la supposta è proprio un altro livello… :dreaming :))

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 11 febbraio 2015 at 15:58

      Se se…canta, canta!!! :)) Non gli dare retta @dionisio a @LitleT Popeye …Io le supposte le inserisco, C.D.V. !!! :D ;-) B-)
      ps: possibile che sempre a Supercazzeggio ™ deve fini’, pure un 3D illuminato come questo di Frankie HiNrg Sig. @AtiLeong ? Mah. :)) :Boh :ohplease

         4 Mi Piace


      • magic_mirror
      • magic_mirror

      • 11 febbraio 2015 at 19:10

      E allora ringrazio anche io il Sig. LEONE per la gradita sorpresa. ..
      Essi’…non male…cose nere direi…
      Ho visto anche una mega sedia senza una gamba…. :dreaming

         3 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 11 febbraio 2015 at 20:52

      Ssiori Capitano e GdL non vi si voleva mancar di rispetto , solo che la curiosita l’avevano espressa solo altri…sicche…
      vedo comunque che vi avete posto rimedio grazie ai vostri superpoteri, quale che sia la forma e la via di amministrazione ( orale, nasale, percutanea, intramuscolare o anche naturalmente, rettale ).
      Non trattasi certo di “figa da urlo” di oscariana memoria ( se ben ricordo le definiva cosi ) ma come musa per rapperes quarantenni di 4ª categoria imbolsiti direi che ha che ci ha charme sufficiente….. :-P
      Vorra dire che la prossima volta che la vedo le canto questo ( l’unico rap che so credo , ci avevo il CD per il resto il rap manco mi piace tanto…) :heyhey
      http://www.youtube.com/watch?v=92_leJWk9d8

         3 Mi Piace


      • DrDrezi

      • 16 febbraio 2015 at 4:18

      Oh mio dio, datemi questa mulattina in foto Little , chi essere lei!

         1 Mi Piace



    • DrDrezi:
      Oh mio dio, datemi questa mulattina in foto Little , chi essere lei!

      Beh, CaVo @DrDrezi, codesta gentil donzella altri non è che la consorte di un mio CaVo Amico, che la conobbe durante uno degli avvincenti tour organizzati dalla premiata ditta Epicuro Travel Fucking Tour… :dreaming
      Purtroppo, come potrai immaginare, questa particolare bellezza è oramai non più disponibile sul mercato, ma ce ne sono migliaia e migliaia ancora come lei, tutte celibi e vogliose, nonché desiderose di incontrare giovani ed aitanti maschi europei per poter così dare alla loro prole quella diversità genetica che gli garantirà salute e vigore.
      Per qualsiasi informazione in merito siete pregati di contattare la ETFT oppure direttamente uno dei due Chairmen che sono spesso attivi su questo sito; @epicuro & @dragodoro :doubleup

         0 Mi Piace


      • DrDrezi

      • 16 febbraio 2015 at 19:14

      LittleTruths: Porto Alegre

      Si capisco, impegnata ora…dove devo andare Little? di che nazionalita

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 16 febbraio 2015 at 19:46

      Io mi pensavo che il sSior Capitano la avesse trovata dall’ internnetto….piú che mulattina peró a me me pare na mulattONA , esimio @DrDrezi ,
      sia come sia concordo :… :drool :lov

         1 Mi Piace


      • DrDrezi

      • 16 febbraio 2015 at 20:06

      AtiLeong:
      Io mi pensavo che il sSior Capitano la avesse trovata dall’ internnetto….piú che mulattina peró a me me pare na mulattONA , esimio @DrDrezi ,
      sia come sia concordo :…

      grandissima mulattona, con quelle cosce, stupenda davvero, il mio genere preferito

         1 Mi Piace



    • Massì, a me pare più nera che mulatta a dire il vero…
      Comunque probabilmente è saltata fuori da una Google search sul paese di cui si sta parlando qui. Di più non saprei dirti…E soprattutto SI; si tratta assolutamente di una mulattona! :lov
      L’occhio esperto di un Intenditore come il nostro sSior Leone non perdona. E neanche il mio se è per questo… :bz

         0 Mi Piace



    • In questo stupendo racconto c’è di tutto caro @Atileong, lei non delude mai. A parte la traduzione del suo stato alcolico, che ognuno di noi conosce bene, durante questi matrimoni, accresciuto dal fatto di trovarsi in loco speciale. E perfino la conoscenza della Malvaggia Sucarelli santomense :))
      Il lato che mi ha incuriosito maggiormente è quello relativo alle superstizioni e stregonerie varie, roba che generalmente entusiasma il nostro caro little, esporro’ a tal proposito quanto accadde a Nantes, col suo permesso.
      Uscivamo sempre in tre, io , Abdul (tunisino) e Abdel (marocchino). La mia ragazza dell’epoca era algerina, Fouzia, bellissima ma strana e poco passionale (tranne quando beveva). La ragazza di Abdel, Fatima, quella merda, le disse che la tradivo, che uscivamo sempre a caccia (era vero) e cosi decisero, insieme, di farci la macumba.
      Una sera rientrato ubriaco come sempre, decise di farmi un pompino (cosa che odiava, scopavamo solo), prima di venire, ridendo (e gradevolmente zoccola) mi disse di venire sul vassoietto portacaffé. Tra una risata e l’altra sborrai, non senza difficoltà causa alcool, e lei porto’ il vassoietto in cucina, mi offrii di pulirlo ma non volle :-?
      Dopo due minuti mi caccio’ via da casa dicendo che voleva stare sola, che bevevo troppo, etc, ed allo stesso momento Fatima saliva, incazzata come al solito.
      Va bé, non ci ho fatto caso, vaffanculo, non volevo litigare, e torno. Parlando il giorno dopo con Abdel, gli racconto la stranezza, e lui mi spiega che Fatima, che amava farsi venire in culo per curare la stitichezza :)) gli aveva chiesto di sborrare su una tazzina, che era un suo “fantasme”, un desiderio nascosto. Poi mi guarda terrorizzato e mi dice “quelle salopes (troie) ci hanno fatto la macumba :skull
      “E che cazzo è ” gli chiedo…E’ una cosa nostra marocchina Fabio, la faceva mia zia a mio zio quando la tradiva, un rito secondo il quale intervengono sul tuo sperma a distanza e fanno in modo che non ti intosta quando stai con un’altra, purtroppo è vero, io stasera ragazzi non esco manco”.
      Io ovviamente mi piscio dalle risate, pero lui è davvero terrorizzato, cosi’ lo portiamo da Gina, una studentessa rumena porchissima a cui lui piaceva molto, per farlo trombare, ma lui niente, il suo Uccello non dava segni di vita, poi le chiedo se voleva trombare con me, per dimostrargli l’inverosimilità, ma lei mi disse ” non sono una puttana Fabio” incazzatissima.
      Questa Macumba è cosi potente che aveva davvero causato disfunzione erettile in lui, e parlando in generale coi marocchini di Nantes ci credevano tutti.
      Il caro @luporosso, che conosce vita morte e miracoli del Marocco ci potrà delucidare su cio’.
      A me non ha fatto effetto :doubleup
      Drdrezi, siamo in procinto di realizzare un viaggio in Siberia con almeno 10 ragazze più belle, ti aspettiamo :fulvit

         3 Mi Piace



    • Ah si beh, mi affascina questa roba ma francamente non ci credo manco per il cazzo! :-P

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 21 febbraio 2015 at 3:28

      Caro dottor @epicuro mi sento di azzardare l’ipotesi che la sua immunitá alla macumba provenga dalle sue origini salentine; che é il Salento se non mi sbaglio ( stando agli studi dell’etnografo Ernesto De Martino che anni or sono sbirciavo in casa di mia madre ) terra com grande carica maggggjca. Mi sa che ci há gli anticorpi ci há . :-? :bz
      Cosa potevano contro di lei queste povere franco-magrebbine? :ar
      Se le piacciono le storie di magia e soprattutto di fantasmi se ne vien l’occasione ne potra chiaccherarne com soddisfazione com mia moglie che ne é una fonte etnográfica inesauribile. Anche a me affascinano ste storie. Ma da quando ci convivo e ci dormo assieme han cominciato a volte a darmi un po’ di noia.
      Specie se ti capita di dover dormire con la luce accesa. :watevz
      Sono uom di scienza, fedele al método scientifico come formidabile strumento di investigazione della “realtá” MA sono anche cosciente dei limiti ( anche intrinsechi )che questo método há e che esistono cose che gli sfuggono completamente.
      Sicché mi piacerebbe pure credere in questi fenomeni “extrascientifici” e “paranormali” ma sono stato addestrato ad essere scettico e faccio quindi una certa fatica.
      Non nego che qua é la sono a volte sbattuto in situazioni difficili da giustificare con i parametri del sapere scientifico. Ma ci sono una serie di considerazioni che, alla fine della fiera, mi fan buttare ai margini della mia vita pratica questo genere di cose:
      1) oggetto-entita-fenomeno con cui veniamo in contatto di fatto non lo conosciamo e filtriamo l’idea che ce ne facciamo e la conseguente descrizione sulla base dei nostri preconcetti culturali: sicché quello che per uno é un angelo, per altri sará un extraterrestre ….
      Ma passando al lato pratico:
      2) magari qualcheduno avra pure capacitá ( innate o aquisite con apprendistato specifico ) per far uso a beneficio próprio altrui ( o per nuocere ) ma quanto ne sa veramente delle “forze” che utilizza? Noi medici prescriviamo medicine delle quali a volte sappiamo davvero poco
      ( per nostra ignoranza o per fattivo deficitário conoscimento scientifico ) malgrado il volume enorme di lavoro pubblicato e facilmente disponibile sugli stessi….in che condizioni operano sciamani, curandeiros e simili ?
      3) Non avendo nessun organo di controllo che ne garantisca un mínimo di qualitá gli operatori del settore sono necessariamente infestati da un numero significativo di ciarlatani a volte difficili da distinguere dagli operatori “genuini” e onesti che eventualmente, pur soggetti alle obiezioni del punto 2) esistano.

         2 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 28 febbraio 2015 at 22:25

      @epicuro, ho appena visto il tuo commento, e ti risponderó volentieri, cercando appunto di ampliare anche l’intervento del sempre pertinente Dr. @AtiLeong.é un campo che mi ha sempre incuriosito e in cui ho fatto anche qualche esperienza.A presto.

         1 Mi Piace



    Post a Comment!