• The Man Who Sold The World

    “Sei stato troppo ingenuo”. Non pensavo l’avrei più sentita quella frase adesso me la scriveva Zest. Iniziando a leggere le sue storie mi ero iscritto e lui aveva sempre avuto un occhio di riguardo per me. Sempre una frase amichevole, polemiche mai lui aveva capito la mia storia. Mentre gliela postavo su viber, lui già sapeva che era tutto vero senza filtri. Adesso non eravamo due avatar, ma due vecchi amici lontani. Il Signore dei Bordelli era svanito ero semplicemente io, e lui era lui. Il giorno prima era stato duro, avevo guidato fino ad Isernia, c’erano voluti mesi per ottenere una visita in quel centro. Quando ricevo quella telefonata di capitan @littletruths,  sono per strada,  già avevo capito sarebbe finito tutto. Avevo deciso quando avevano allontanato Zest, di iniziare una storia gliela volevo dedicare era un cerchio che iniziava e si chiudeva con lui. La scrissi senza pensare subito di getto,  era una storia appassionante, piaceva a tutti. Già sapevo mi avrebbero provocato il nome di Zest già era tabù, prima tanto decantato adesso no non andava più bene, era diventato scomodo tanto quanto me che l’avevo nominato. Quella storia cercherò ancora di scriverla perchè ancora non hanno comprato i nostri sogni.

    “Passammo per le scale, parlammo del passato
    sebbene io non fossi lì, lui disse che ero suo amico
    questo per me fu una sorpresa, lo guardai negli occhi e gli dissi:
    pensavo fossi morto solo, tanto tempo fa

    oh no, non io
    non abbiamo mai perso il controllo
    sei faccia a faccia
    con l’uomo che vendette il mondo

    risi e gli strinsi la mano, e feci ritorno verso casa
    cercai per terre e mari, (alt: nelle terre straniere)
    ho vagato per anni e anni
    il mio sguardo divenne fisso, verso il milione di persone qui
    (alt1: abbiamo camminato per un milione di anni)
    (alt2: con multimilionari)
    (alt3: abbiamo camminato per un milione di colline)
    devo esser morto solo, (alt: devo essermi spento)
    tanto tempo fa

    chi lo sa? io no
    non abbiamo mai perso il controllo
    sei faccia a faccia
    con l’uomo che vendette il mondo “


    ErPasoliniDeNoantri ha scritto anche:



      • Zest
      • Zest

      • 26 aprile 2014 at 11:58

      Caro compare tu lo sai che quella frase che ti dissi sull ingenuita’ era di lasciar perdere e non sprecare il tuo tempo con chi non meritava di leggere un tuo spaccato di vita, visto l’evolversi dei giorni trascorsi, apprezzo tantissimo la dedica che hai voluto farmi, tu sei di animo nobile, e il tuo racconto lo puoi concludere qui, ne saremo ben felici. Zest su gt e’ un capitolo chiuso, ha fatto il suo tempo…. ora salpiamo tutti insieme allegramente e beatamente su questo battello e navighiamo per nuovi orizzonti e mete da esplorare ;-)

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 26 aprile 2014 at 12:10

      Si oasiall…Il Mandarino Zest Bello ha ragione, si leggeva e si legge la tua trasparenza, come in molti altri, ed e’ bello, ovvio. Ma a volte e’ sprecata appunto, rivolta a chi non merita. Ma ti sei accorto chiaramente dove e con chi puoi restare sereno.

      E continuare a sognare Compa’. Che l’unica moneta con cui puoi comprarli e’ la tua Liberta’. ;-)

         0 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 26 aprile 2014 at 12:49

      Olé mi querido oasiall aka Walther ppk:1 colpo in canna e 7 nel caricatore eheheh

         0 Mi Piace



    Post a Comment!