• Due lacrime di nazionalismo

    Oggi, 21 Giugno 2014 per la centesima volta mi reco in un posto magnifico,lo aspettavo da tempo,non ne potevo più fare a meno,ebbene si,la recita di fine asilo.

    Terrore ,appena alzato barba doccia il vestito della domenica per me ovviamente ed infine il controllo del comandante, MIA MOGLIE, mi controlla le scarpe se sono lucide ,pantaloni calze camicia per vedere se i colori sono appropriati e dopo un esame accuratissimo mi dici,puoi quasi andare bene,oggi ci sono tutti i genitori e il mio maschio deve essere in ordine e elegante,si mi chiama il mio maschio.

    Lei e che ve lo dico a fare,elegante e affascinante,onestamente un gran topa,simpatica ed ironica.I bambini,ops volevo dire le bestie si lasciano quasi vestire senza essere rincorsi,solo la piccola che scappa da una parte all’altra del letto ma viene subito catturata lavata vestita e pettinata,una bambolina.

    Via di corsa in macchina perché siamo sempre in ritardo,ma riusciamo ad arrivare puntualòissimi,manco fossimo un treno jap.Entriamo,il mascietto viene sottratto dalla maestra ed io penso,uno in meno da rincorrere e penso,speriamo che la piccola si addormenti ,sogno svanito in pochi secondi e inizia il suo pellegrinaggio in giro per l’asilo con mia moglie dietro manco fosse un segugio,tempo 15 minuti tutti seduti e zitti ed inizia la recita.Bene pensoprima si inizia e prima si finisce,col cavolo,siamo usciti alle 1200,ma andiamo con ordine,arrivano i bimbi tutti in fila vestiti da vigili in quanto avevano ricevuto lezioni da un vigile vero sui msegnali stradali il quale a rilasciato relativo tesserino con foto,insomma una cosa alla dragodoro,fatta con i controcazzi,non vi sto ad annoiare con cosa è stato fatto durante questa recita chi è padre lo sa meglio di me,ma arriviamo finalmente alla fine.

    I bimbi escono e dopo alcuni minuti rientrano vestiti tipo i laureati americani,con quel cappello quadrato in testa ai quali viene dato un attestato di frequenza.I bimbi rimangono fermi e dopo alcuni secondi si sente dall’altoparlante suonare niente di meno che l’Inno Nazionale.

    Non mi era mai successa una cosa simile all’asilo,è stata la prima volta,e vedere mio figlio di cinque anni che con la mano sul petto cantava l’Inno di Mameli mi ha commosso,tutti i genitori in piedi in silenzio che ascoltavano,qualcuno cantava, ma non solo,molta gente era li’ con gli occhi lucidi che ammirava questi bimbi che cantavano con una bandierina dell’Italia nella mano sinistra bhe signori miei,e stato molto commovente e sentito oserei dire da tutti,finito l’inno tutti i genitori nonni nipoti amici insomma tutti a battere le mani cosi forte per ameno un minuto e le facce dei bimbi che non si rendevano conto del perché questo battito di mani durasse cosi a lungo,quasi increduli.

    Non voglio fare nessun tipo di polemica non voglio aggiungere commenti riguardanti questa nazione,ma sicuramente mi voglio arrogare il diritto di dire che almeno tutti ,dico tutti siamo uniti sotto questa bandiera.Ho scritto tutto d’un fiato e non voglio nemmeno rileggere ciò che ho scritto.

    FIRMATO

    Un Italiano.

     

     

     


    Piranha ha scritto anche:



      • Puledro
      • Puledro

      • 21 giugno 2014 at 15:35

      Purtroppo raramente ci soffermiamo a fare simili considerazioni e ad apprezzare quello che abbiamo. Goditi questi momenti e la tua bella famiglia!

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 21 giugno 2014 at 15:43

      Evvai signor @piranha, sono con lei.
      Mi piaque assai il suo sfogo patriottico, queste sue “confessioni di un Italiano” che la candidatano a “Ippolito Nievo de noantri”.
      Dopo un certo periodo di rigetto dell’ educazione nazionalistico- risorgimentale che mi aveno impartito alle sQuole elemetari negli ultimi anni ho avuto seri ripensamenti in materia.
      Al punto che, invitato al raduno degli Alpini nel maggio 2012, mi son ritrovato a cantare a squarciagola l’inno di mameli con tutto il teatro dietro al Coro della Brigata Julia in Congedo. E peggio ancora. Eravamo a Bolzano-Bozen…..mein Gott…
      W l’ Italia.

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 21 giugno 2014 at 16:19

      @AtiLeong,grazie lei è troppo buono.
      @Puledro,ci puoi contare,me li godo tutti.

         0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 21 giugno 2014 at 16:44

      @piranha

      tante volte mi sono trovato d’accordo con te, ma a sto giro proprio no, non mi sento italiano per niente, non canto l’inno da una vita, i mondiali neanche li sto seguendo, E UNA VITA CHE NON VADO PIU’ A VOTARE e onestamente mi voglio ricordare il mio bel paese di quando ero un bambino, ora e tutto uno schifo immondo, un paese pieno di ipocrisia, governato da farabutti massoni e che se ne andassero tutti a fareinculo !!!

      I’M CITIZEN OF THE WORLD !!

         0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 21 giugno 2014 at 16:45

      e per ricordarlo a tutti, viva l’itaglia un cazzo !!

         1 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 21 giugno 2014 at 16:54

      @zest,se leggi in basso nel mio articolo c’è scritto non voglio fare commenti,ne polemiche,ma ce ne sarebbero di cose da scrivere.Come darti torto,io sono 20 anni che non voto,perchè non mi sento rappresentato da nessuno,anzi,al paese di mia moglie mi prendono anche per il culo,anche se a dire il vero farebbero bene a guardare nel loro orticello,che è alquanto sterile.Io purtroppo o per fortuna ci devo vivere in questo paese e bene o male riesco ancora a vivere bene,fino a quando non lo sò,ma quando arriverà il momento se arriverà prendero le mie decisioni.Per la testa ho altri progetti che non posso realizzare,ma se nel mio settore dovesse un giorno andare male sò cosa fare.Aspetto sempre tue notizie per il gran raduno.Ciao compare e sempre in culo alla balena.

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 21 giugno 2014 at 17:00

      @zest,ricorda che l’italia mnon composta solo da quei cialtroni che dici te,per fortuna,ma anche di gente onesta come me e ti assicuro che siamo in tanti,ma purtroppo nessuno di noi ha lo scettro del potere,lo hanno solo i disonesti,che poi sono quelli nche vediamo tutti i giorni in tv o in prima pag sui giornali perchè indagati.Compare mio,ricordati che siamo italiani,e non potremo mai essere come un finlandese un norvegese un tedesco e via dicendo,noi siamo come i greci i francesi del sud i portoghesi gli spagnoli,abbiamo la furbizia nel dna quindi siamo destinati ad una cattiva sorte,spero di sbagliarmi,ma il problema sarà per le prossime generazioni non per noi.

         0 Mi Piace


      • solo

      • 21 giugno 2014 at 17:47

      l’amor patrio è una gran bella cosa ed insegnarlo ai bambini piccoli è un bell’inizio.
      in una situazione simile mi son trovato anch’io una settimana fa ed il figlio ha 30 anni ed eravamo in più di 600 a cantare l’inno, da pelle d’oca veramente. ciao

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 21 giugno 2014 at 19:09

      Caro signor @zest , come lei sono da lungo tempo un’ espatriato e fino a pochi anni or sono condividevo i suoi sentimenti.
      A casa mia l’ Italiano é appena la seconda lingua e a volte mi dimentico di usarlo pure coi miei figli per poi magari quando mi incazzo sbroccare in veneto.
      Ma da qualche tempo mi é giunta una certa stanchezza di questa vita sradicata.
      Come Nanni Moretti che in “palomella rossa” dopo un incidente automobilistico si risveglia e si ricorda che di essere un comunista un bel giorno mi son svegliato anch’io e ho cominciato a fischiettare senza volere
      ” monte grappa tu sei la mia patria” e mi son ricordato di quel che sono, un italiano.
      Che non é solo Italia Mussolini, Italia Democrazia Cristiana, Italia Berlusconi, Renzi o Beppe Grillo. Non é solo mafiette e soprusi, le troppe tasse e chi le evade.
      L’Italia é tanto e troppo di piú per limitarci a ricordarla solo per le sue pur tante miserie. Siamo anche io e lei. Ci piaccia o no. Sennó non perderemmo il nostro tempo qui a scriverci sopra.

         2 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 21 giugno 2014 at 19:42

      sul discorso italia itaglia non mi soffermo dico solo limportante è che ti sei sentito felice te e i tuoi f :-) iglioli ps a proposito non avrai mica chiamato il maschietto claudio come quer figaccione der sottoscritto perchè se da grande divento un antitopa poi inforco la bici da pontedera e te vengo a manganellare :D :ar

         0 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 21 giugno 2014 at 19:53

      Alla fine anche il Sig. Piranha ci ha scritto qualcosa, come promesso, anche tutto d’un fiato, ed io aggiungo anche tutto d’un tratto e poi appunto il coro (per quelli che ricordano i caroselli) :))

         0 Mi Piace



    • Mah…certo è che l’Italia sta attraversando un periodo nero ma proprio nero quanto la mezzanotte ed ovviamente, puerilmente oserei dire, quand’è così l’è oggettivamente dura esser patriottici. O meglio, l’è un atto di pura fede al pari di chi venera Padre Pio o la Madonna di Pompei.
      C’è stato anche per me un momento in cui guardavo al nostro paese con i cuoricini agli occhi e ne avevo nostalgìa; una decade addietro, quando ero all’estero e non potevo rientrare in Italia…pensavo alle cose belle e le glorificavo; il cibo, la costiera amalfitana d’estate, le fontane d’acqua di sorgente ai lati delle strade.
      Con il tempo ho poi scoperto che questa nostalgìa la provo non solo verso l’Italia ma anche verso tanti altri posti in giro per il mondo, nè più nè meno.
      I natali me li ha dati la mia Mamma, non la nazione in cui sono nato…la nazione la fanno gli abitanti, ed in Italia ad oggi vedo in giro una spaventosa quantità di farlocchi, pagliacci, arroganti, truffaldini, imbroglioni, deficienti assortiti e così via…insomma, gente che nella mia modestissima opinione non vale un fico secco.
      Lo vedo non solo nel lavoro ma anche nelle manifestazioni più plateali di cretinaggine all’italiana; giocatori di pallone che non sanno giocare (non che guardo le partite eh, vengo a conoscenza dei risultati leggendo i quotidiani), politici senza meriti né capacità, pennivendoli senza dignità e generale marciume e cretinità al top in tutti i settori.
      Una volta forse gli italiani erano un popolo di poeti, santi e navigatori…ora sono un popolo di imbecilli senza cultura (e lo dice uno con la terza media, N.d.r.), senza coscienza sociale, e sopratutto senza dignità.
      Guardatevi attorno se siete in Italia come sfortunatamente lo sono io in questo periodo e ditemi se tutto attorno a voi non è un assedio di Maccio Capatonda in Italiano Medio.
      Certo, non si può generalizzare, e ci saranno come ci sono anche persone in gamba, perbene, che poi magari sono quelle che meno di tutte si vedono…ma comunque nella media questo paese non solo è in rovina ma vista e considerata la media di cui sopra non andrà da nessuna parte se non giù nel baratro ancora di più.
      Ce ne sono di cose da dire, hai voja, ce ne sono eccome…anche troppe.

         1 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 21 giugno 2014 at 21:35

      É sicuramente una gioia per tutti noi apprendere che l’Amico Pirata @pîranha ha una bella famigliola.
      Gli arabi dicono: “ i bambini piccoli sono una medicina per il cuore”.
      Sono ingenui, innocenti e capaci solamente di emozioni buone, positive, non escludenti.É sempre commovente vederli esprimerle.
      Peró noi adulti dovremmo essere un pó meno ingenui e riconoscere le manipolazioni quando ne siamo le vittime.
      Premetto che questa non é assolutamente una critica né a Piranha, né a chi ha espresso commozione o sentimento di appartenza a una nazione, che sia chiaro.É solo la mia umile opinione.
      Una cosa é vedere dei bambini uniti in quella che apparentemente é un’esaltazione dell’affetto mutuo, dell’aiuto reciproco, del sentirsi parte di una comunitá,della difesa della libertá.
      Peró il fatto di associare questi ideali a una certa area geografica, é un’azione escludente.
      Affetto mutuo? Sí ma per i “miei”, aiuto reciproco? Sí, ma ai “miei”.La mia comunitá..allora c’é chi appartiene e chi no.
      Difesa della libertá? Si ma la “nostra”!

      Con il dovuto rispetto verso chi non la pensa come me,vorrei dire che per me le bandiere, inni nazionali, la idea stessa di “Patria” vogliono dire frontiere, passaporti, controlli, visti, permessi di soggiorno ecc.
      Pensateci su un momento, mi ci vuole un autorizzazione altrui per occupare uno spazio piuttosto che un’altro del pianeta in cui sono nato.
      In piú sono nato in un certo luogo senza sceglierlo, ma si suppone che sará qualcun altro a decidere che aria posso respirare, non io.
      “Divide et impera” é sempre stata la tecnica del potere dall’epoca dei Faraoni e sebbene sia palese (altro che complotti occulti!) i tifosi del calcio si ammazzano ancora oggi, uguale che i sostenitori di questa o quella fazione, uguale che i soldati. Perché? Per la bandiera.
      Allora, e ripeto, con tutto il rispetto, io la uso come accessorio atto alla pulizia anale post-defecatoria e susseguentemente all’incenerazione, sia essa del colore che sia.

      Ho attraversato innumerevoli volte lo Stretto di Gibilterra, sul fondo del quale giacciono decine di migliaia di cadaveri dipersone nate sotto la bandiera sbagliata, mentre io,che sono esattamente uguale a ciascuno di loro, ho in tasca ben tre documenti di identitá di tre Paesi diversi.
      Ció vuol dire,nell’ottica degli inni e le bandiere, che posso transitare sopra i loro corpi quando voglio. Penso spesso a loro, ne ho conosciuto piú di uno.
      Questo mi commuove, non gli inni.
      Spero che questa riflessione soggettiva non sia fonte di polemiche, né é mia intenzione offendere nessuno. Chiedo scusa se involontariamente l’ho fatto.

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 21 giugno 2014 at 21:52

      @piranha caro… al di fuori di tutto il mio pensiero va’ai bimbi ….credo che loro si siano divertiti ed abbiano vissuto un momento che non scorderanno facilmente …
      Per l’inno, l’itaglia e cazzi e mazzi vari il ns. e’un paese che non premia la meritocrazia….dove la raccomandazione la corruzione il piu’scarso che vince sul piu’ bravo a botte di piaceri mazzette e’ simili fa’girare notevolmente le palle …
      Gli ultimi scandali,il mose,l’expo ecc.. hanno fatto ben capire a tutti che lo schifo regna sovrano e sopratutto sguazza dove ci sono i soldi….dal nord al sud senza distinzioni tra terroni e polentoni ….basta che si ruba tutti uniti…
      Io sono tra quelli che la vorrebbe lasciare l’itaglia, salvo poi venirci in vacanza, ma purtroppo come ben espose il @drmichaelflorentine sono tra quelli condannati a restarci…
      La cosa che fa’incazzare di piu’ chi come noi ha uno sguardo sul mondo e’vedere le potenzialita’ di un paese e vederle gettare nel cesso per incapacita’della classe dirigente ……che tra l’altro non si riesce a mandare a fanculo.
      Cmq discorsi di politica e’meglio non farli ….anche perche’a farli ci si intossica solo.
      Goditi i bimbi … e la recita…. un’emozione che non dimenticherete …….
      Per l’inno io lo canto…. c’e’morta tanta gente per questo paese e quella bandiera ….il mio rispetto va’ a loro …. non a questi stronzi che se la stanno mangiando da 70 anni.

         1 Mi Piace


      • Puledro
      • Puledro

      • 21 giugno 2014 at 21:52

      Assolutamente, Luporosso, nessuna offesa; mi permetto solo precisare che pur avendo in famiglia passaporti Italiano, Americano e Tedesco penso che certe considerazioni siano avulse della nazionalità.

         0 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 21 giugno 2014 at 21:56

      @dionisio,esatto, il meglio sono i bambini e la speranza che possano essere migliori di noi

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 21 giugno 2014 at 22:12

      Caro @luporosso quello che dici e’vero…
      Le bandiere uniscono la gente ma dividono i popoli…..
      Qualche tempo fa’ ci fu una riunione presso la prefettura atta ad individuare aree per l’accoglienza degli extracomunitari (termine che schifo) nel territorio di competenza.
      In pratica noi tecnici avremmo dovuto adeguare strutture esistenti e segnalarne di adeguate…(feci un intervento che divento’un dibattito con le autorita’).
      In pratica il mio pensiero era di partenza semplice ……qui ci manderei a dormire mia madre mia sorella ….ci dormirei io..???
      Se no…..il posto non e’buono e la struttura non puo’essere adeguata..
      Apriti cielo……un’altro poco ero membro di qualche associazione terroristica..
      L’uomo e’ns fratello ed il sole che riscalda me riscalda lui..
      La donna no ……li non ho parenti….me le farei tutte ….senza distinzione di razza e religione….piu’democratico di cosi’…. :D

         1 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 21 giugno 2014 at 22:18

      dionisio:
      L’uomo e’ns fratello ed il sole che riscalda me riscalda lui..
      La donna no ……li non ho parenti….me le farei tutte ….senza distinzione di razza e religione….piu’democratico di cosi’….
      @DIONISIO, IL SOCIALE PRIMA DI TUTTO

         0 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 21 giugno 2014 at 22:21

      Bah…che dire, discorsi antichi, e nuovi. A volte noiosi o magari rivoluzionari.
      Per quanto riguarda i sentimenti, io mi sento a meta’. Come Gaber: non so’ se per fortuna o purtroppo, ma lo sono. Ed e’ bello forse esserlo fuori dall’Italia, a volte. Non sempre.
      L’Italia me la sto’ lasciando dietro, pezzo a pezzo. Scelta mia.
      Scelta velocizzata da tutto quello che ormai, come dicono molti, e’ solo ricordo? Beh puo’ darsi.
      Rimpianti, rammarichi…si certo. Per tutto cio’ che di splendido c’e’.
      Rancori, rimorsi…No, manco uno. Per tutto quello che di brutto c’e’.
      Amo l’Italia, e la mia citta’, e tutto ripeto l’inimitabile che ha e il DNA che mi ha dato? Si, sempre.
      E proprio perche’ amo, amavo troppo DETERMINATA Italia, che ormai odiandola, me ne sono andato; oltre a contingenze personali, ovvio.
      Discorso lungo, complesso…credo stia nel mezzo la verita’. O nelle voglie, fantasie, sogni ed aspettative e possibilita’ d’ognun di noi come vederla. Ed affrontarla.
      Per @piranha …ti sembrava una cosa strana, perche’ grande abitudine non ne abbiamo. ma se vedi paesi anglosassoni ed America in primis, gli fanno una capoccia cosi fin da piccoli con le bandiere, patriottismo, unione, etc etc…e altri paesi pure, ovvio. Embe’, comunque i risultati, nel bene e nel male si vedono. Non dico degli eccessi anche di altri paesi ma insomma…un po’ di educazione civica e sano patriottismo, unione, sentimento comune beh…e’ proprio quello che a volte fa’ la differenza e che a volte ha sempre tenuto l’Italia un gradino, o due, sotto.
      E per concludere… CaVo @DrMichaelFlo …Pasta del Capitano !!! :dreaming
      ps: belli e variegati i commenti di tutti !!! ;)

         2 Mi Piace



    • CaVi miei…non a caso quì su Piccole Verità attraverso la nostra iniziativa denominata Piccole Verità Per Il Sociale abbiamo deciso di devolvere parte dei proventi delle pubblicità della ETFT così come le provvigioni sulla vendita di X-Frog Finder in favore delle Mamme Single. :D

         1 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 21 giugno 2014 at 22:38

      Solo precisare che io non parlavo dell’Italia in particolare, ma del concetto di Patria=Nazione = “Noi” vs. “Loro”

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 21 giugno 2014 at 23:31

      Caro capitano …mon capiten ti sodomizzo in toto…..
      Aiutiamo le mamme single, le donne sole e redimiamo le escortSsss che vogliono tanti dobloni….

         2 Mi Piace



    • CaVo @dionisio, apprezzo senz’altro le tue buone intenzioni così come la genuinità delle tue sodomizzazioni, ma di questo passo a furia di sodomizzarmi andremo a finire che anche in culo a me ci faranno tana i conigli come succede con il vecchio @dragodoro! :-S

         0 Mi Piace


      • whitestyle
      • whitestyle

      • 22 giugno 2014 at 0:29

      Argomento ostico, trito e ritrito…
      Io come @aurelius ho il cuore diviso a metà. Se da una parte sono schifata e delusa da tutte le pecche di questa Italia, dalla classe politica indegna che ci rappresenta, a tutta la questione socio- economica avvilente che negli ultimi anni ci ha schiacciato. Avvilimento che mi farebbe dare un calcio in culo diretto a questa cittadinanza. Dall’altra, non riesco ad odiare questa terra, nella quale vivo e ci lavoro ….e non ci posso fare niente… spesso mi risento quando vedo i ragazzi (coetanei o meno) disinteressati, passivi, mammoni, dementi che non vanno a votare, che se ne sbattono i coglioni di fare e progettare tanto peggio di così… Trovo squallida l’inettitudine quanto la classe politica di puttane e puttanieri che ci rappresenta.
      Infine, quello che più mi spezza il cuore è sentirmi una voce fuori dal coro, un’italiana senza patria, non rappresentata e umiliata costantemente solo perchè ho questa cittadinanza. Sì, perchè spesso capita durante confronti e colloqui con amici e colleghi stranieri, in patria o all’ estero, di dover dimostrare di non essere … perchè gli italiani sono maleducati, gli italiani sono ladri e mafiosi, gli italiani sono incivili e sporcano le strade ect ect ect… Ricordo qualche anno fa, era appena scoppiato lo scandalo di Villa Certosa. Cena di lavoro importantissima con greci, francesi e tedeschi, non si parlò che di Berlusconi “il politico puttaniere”… e pensare che questi 4 imprenditori stranieri (che io avevo immediatamente pesato) ci stavano sotto le scarpe per quotazioni, ignoranza e competenza.. non solo, oltre ad essere tutti, molto più vecchi rispetto a me e al mio a capo, avevo tutti le interpreti, perchè non solo non spiccicavano 2 parole di italiano ma se la cavavano male anche con l’inglese, a differenza nostra che discorrevamo nelle loro lingue senza difficoltà …e DOPO TUTTO… mi devo sentire pure sentire umiliata e in qualche modo “inferiore” perchè un Berlusconi di merda piuttosto che fare il politico fa il puttaniere?
      Forse ha ragione @luporosso, le bandiere separano e non uniscono e sarebbe davvero bello poter pensare -ma sopratutto vivere- come cittadini di un unico mondo. Peccato però, che nelle altre nazioni il patriottismo è vigente e reale e questo “volemose bene” ho riscontrato in più di qualche occasione, essere unilaterale, principalmente da parte nostra, dove dilaga, come ben sappiamo la mentalità -basta che non è italiano fa figo… dal Mac ai Noodles-Forse forse, come suggerisce @aurelius un minimo di educazione civica, male non ci farebbe, così come riscoprire qualche valore di unione e patriottismo, quanto meno per equipararci agli altri paesi del mondo che la loro bandiera la tengono bella alta.
      Ancora una volta, siamo una spanna sotto il mondo e… Magra Consolazione: almeno ai bambini piccoli si regala l’illusione di una comunità e di un’ appartenenza.
      Prendete questo mio scritto per ciò che è … un sfogo ad alta voce.

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 22 giugno 2014 at 1:45

      :D :D :D litlle

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 22 giugno 2014 at 1:47

      Io mi sento senz’ altro molto più italiano all’ estero che quando sono in italia. Ma più che sentirmi, lo sono profondamente, e che piaccia o no è palpabile la cosa. Cerco di esserlo nella maniera più positiva del termine e, almeno qua, generalmente piace.
      Straquoto il post del Captain, ed è un peccato vedere l Italia così ridotta, considerate le potenzialità che il paese e parte della sua gente avrebbero.
      Le motivazioni sono svariate, ad esempio l’ altro giorno mi sono ritrovato a pensare al peso che ha la televisione sull’ educazione di un popolo.
      Generalmente mi guardo i tg australiani, nulla di eccezionale, ma insomma, un po’ di politica, cronaca asettica com’è giusto che sia, poi notizie dal mondo, curiosità e sport. Ne hanno anche uno all’ora di cena sul canale principale solo di notizie dal mondo.
      Bene, dopo una vita che non lo vedevo mi capita il mitico TG1: 45% di politica pilotata, altrettanto di delitti narrati in stile romanzo giallo(con musiche oppure plastici in stile Bruno Vespa Delitto di Cogne) e poi lo sport(pilotato pure quello).
      Ed era il TG1, vi risparmio Cotto e Mangiato su Studio Aperto oppure Emilio Fede ai tempi d’oro in cui sbroccava in diretta se Berlusconi non vinceva le elezioni.
      Per noi che ci siamo abituati è normale, ma ci dobbiamo rendere conto che non è normale.
      Mi è venuto da pensare a quale benedizione sia stata Internet per gli italiani, o almeno per chi è in grado di connettere pure il cervello.
      @luporosso quello che dici nel tuo post sarebbe bello e ideale, ma almeno per il momento, a mio parere non realizzabile.
      L’ uomo si ghettizzerebbe comunque, trovando sempre motivazioni di divisioni.
      Colore della pelle, religione, politica, squadra di calcio tifata, pay o free…..è nella nostra natura.
      L’ essere umano una bandiera e un motivo di lotta, se li crea anche se non gli vengono dati. Non per tutti, ma credo per la maggiorparte delle persone….
      E non vi nego, che anch’ io che sono una persona che si immerge più che può nel paese dove vive, oltre ad una certa linea di comprensione non riesco ad andare, con chi ha usi e costumi diversi dai miei.

         2 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 22 giugno 2014 at 1:51

      Il bel paese del;
      Zio can, i politici sono tutti ladri,
      Quando ero giovane saltavo i fossi per lungo,
      I teroni nn hanno voglia di fare un cazzo,
      I polentoni sono ignoranti,
      I negri devono tornare a casa sua,
      Dammi na sigaretta(per favore non serve)
      Mio figlio ha studiato ma non trova lavoro…
      Vado in ferie dal primo al 15.
      Ho comprato l iphone megacazzi. A rate.
      Sono 90 euro con la fattura….senza 50….
      Ecc ecc cio nonostante ….abbiamo l inno piu bello di tutti…..

         0 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 22 giugno 2014 at 2:15

      Prima di essere nazione dovremmo essere un popolo. Ora sventoli di bandiere e tutti a urlare italia italia italia….per i mondiali, e dopo? Italiani ogni 4 anni…scusa piranha sono off topic ma ste scene di ipocrisia me manda via de testa….

         1 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 22 giugno 2014 at 7:57

      @Sindaco,@dionisio,@Aurelius,@LittleTruths@pelato,@luporosso,@solo,@zest,@Puledro,@whitestyle,@ccsp,@DrMichaelFlorentine,@AtiLeong,come darvi torto,ognuno di voi ha espresso la propria opinione e in linea di massima secondo il mio punto di vista sono tutte condivisibili.Aurelius,ma si studia ancora educazione civica a scuola o no?Ai miei tempi si.Immaginavo che questo mio scritto avrebbe preso questa piega,quindi voglio portarvi a conoscenza della mia sensazione.Ogni giorno si sente di corrotti e corruttori,mi sembra quasi una corsa ad arricchirsi e mettere da parte più soldi possibile perchè tanto sto paese sta per fallire.Che ne pensate?

         1 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 22 giugno 2014 at 8:03

      @il SIndaco,

      il sindaco: Prima di essere nazione dovremmo essere un popolo. Ora sventoli di bandiere e tutti a urlare italia italia italia….per i mondiali, e dopo? Italiani ogni 4 anni…scusa piranha sono off topic ma ste scene di ipocrisia me manda via de testa….

      Come ti capisco,altro che fora de testa,mi me incasso più de te.

         0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 22 giugno 2014 at 9:16

      Skolta @piranha, visto che non stai seguendo attivamente il topic della reunion tra noi pirati te le dico qui, almeno so che leggerai il mio avviso. il giorno 4 luglio festa dell’indipendenza americana, se ti fai trovare alle 3 del pomeriggio alla stazione centrale di Milano io tivengo a prendere con la macchina e da li andiamo a Orio al Serio (BG) aeroporto a prendere mastro @Aurelius, cosicche’ non viaggi da solo in macchina e te ne vieni con noi. Poi al ritorno ti riaccompagno a Milano, e prendi il treno, oppure sempre al ritorno se e’ piu’ comodo per te prendi il treno da Rimini. Vedi tu e fammi sapere ;-)

         0 Mi Piace



    • Per fortuna alle recite dell’asilo qui a Lione non fanno cantare linno, io mi taglierei i coglioni pur di non cantare l’inno francese.
      Potrei scrivere un libro riguardo a questo soggetto, ma sintetizzo: il popolo italiano è migliore di tanti altri popoli, l’Italia è stupenda ma è malgovernata da farabutti, è il paese più clientelare del mondo.
      Non dobbiamo odiare l’Italia per il mal governo (vi ricordate i servizi delle Iene sull’ignoranza dei politici, da far accapponare la pelle), il fatto che ci si ritrovi qui a discutere tra italiani significa che siamo tutti convinti che ci siano belle persone.
      I francesi sono abilissimi a parlare male di noi perchè noi i cazzi nostri li sputtaniamo, loro lavano i panni sporchi in famiglia, un po come gli spagnoli (ricordo luporosso quando Aznar disse che per lui l’Italia non avrebbe mai rispettato i criteri imposti da Maastricht) proprio per evitare che lattenzione si concentrasse sulla Spagna, ed abbiamo visto tutti quello che è successo.
      Per cortesia, siate obiettivi, guardate anche la merda negli altri paesi, tanti anni in Francia mi hanno intossicato, e i pregi di noi italiani, tutti voi se incontrate una vecchia la aiutate a cambiare la ruota forata, in altri posti neanche se muore.
      E poi aggiungo che se io ho trombato tanto nella mia vita è stato anche grazie al mio accento italiano, alla mia creatività, al mio umorismo, cosi diversi dalla piattezza e dalla prevedibilità che contraddistingue tanti altri popoli. (in questo siamo simili agli spagnoli ed ai portoghesi). E’ insopportabile quando popoli come i greci si mettono a giudicarci, questi froci morti di fame che fanno solo casini, e voi non fate che guardare l’Italia, andate affanculo, basta, me ne vado, lascio il blog, quando è troppo è troppo, e non mi taggate, e non insistete, vi odio tutti, non mi trattenete, ormai ho deciso, va bè visto che insistete rimango :))

         3 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 22 giugno 2014 at 10:14

      @epicuro,grazie per questa flebo di patriottismo.Mo,me ne vado a casa,anche oggi ho dato abbbbastanza sul lavoro e non ne ho più voglia.Ci sentiamo domani.

         0 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 22 giugno 2014 at 10:26

      il sindaco:
      Il bel paese del;
      Zio can, i politici sono tutti ladri,
      Quando ero giovane saltavo i fossi per lungo,
      I teroni nn hanno voglia di fare un cazzo,
      I polentoni sono ignoranti,
      I negri devono tornare a casa sua,
      Dammi na sigaretta(per favore non serve)
      Mio figlio ha studiato ma non trova lavoro…
      Vado in ferie dal primo al 15.
      Ho comprato l iphone megacazzi. A rate.
      Sono 90 euro con la fattura….senza 50….
      Ecc ecc cio nonostante ….abbiamo l inno piu bello di tutti…..

      ti sbagli per me l inno piu bello di tutti è quello sovietico (e non datemi der comunista soo un capilatista staconvinto)spero che qualche band ne faccia una versione rock/metal :ar secondo quello franncese e terzo quello statunitense https://www.youtube.com/watch?v=JruTJ3dp5Bs

         1 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 22 giugno 2014 at 10:31

      poi lo sapete come la penso gli italiani non esistono come popolo perchè il napoletano è napoletano il milanese è milanese e cosi via dicendo cmq ho detto tanta volte su gt per me bisognerebbe tornare seduta stante agli stati pre unitari cosi se devo protestare per qualcosa vo a firenze a manganellare il dottore :D :)) :rotfl

         0 Mi Piace



    • Come “me ne vado a casa @Piranha, sono le 10h30 di domenica mattina, dove cazzo stai? :))
      Maledetto @pelato, togli subito l’inno della Francia dal secondo posto, mettilo all’ultimo, les enfants de la patrie stocazzo, si sono venduti ai tedeschi ed hanno tradito Jean Moulin, il partigiano oppositore ;-)

         0 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 22 giugno 2014 at 10:54

      epicuro:
      Come “me ne vado a casa @Piranha, sono le 10h30 di domenica mattina, dove cazzo stai?
      Maledetto @pelato, togli subito l’inno della Francia dal secondo posto, mettilo all’ultimo, les enfants de la patrie stocazzo, si sono venduti ai tedeschi ed hanno tradito Jean Moulin, il partigiano oppositore <img src="http://www.piccoleverita.com/wp-includes/images/smilies/3.gif&quot; alt=";-)" class="wp-smi a me piace musicalmente poi l unione europea tedschia crollera specie se vincera la le pen io tifo per lei :D

         0 Mi Piace



    • Lo so @pelato, scherzavo, la melodia è bella, Le Pen pero’ è pazzo, per lui i 6 milioni di ebrei nei campi di concentramento è stato un dettaglio, e poi odia chiunque non sia francese, noi in secundis dopo i neri.
      Ultimamente è alle cronache perchè ha buttato nel cesso le ceneri di sua suocera dopo che l’ex moglie ha voluto recuperarle, poi è tirchio a livello di pazzia, ha perquisito altri politici del suo movimento perchè aveva perso il portafoglio con qualche euro.
      Scusa la digressione @piranha ma talvolta si ha una visione distorta di quanto accade negli altri paesi, un pelato nazista con la svastica che brucia neri ed ebrei ce lo vedo poco ;-)
      Tornando in topic, non c’è visione più bella per noi papà del vedere le nostre creature esibirsi sul palcoscenico, bellissima l’idea di mettere il berretti da laureati, è di buon auspicio :-)

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 22 giugno 2014 at 11:32

      Visto che @epicuro e’ rimasto e meno male…gli dico che ottimizzo il discorso, come altri, e @whitestyle . E quindi siamo un po’ daccordo tutti; e si disse anche su altri ForumZ sto’ fatto: forse l’Italia la amano, ricordano, mitizzano piu’ quelli che stanno fuori non che in patria. I quali appunto invece se ne vogliono andare. Si certo Prof, vedere anche la merda dei paesi esteri, logico. Io l’ho sempre detto e fatto, ma indubbiamente, almen per quel che mi riguarda e cerco io, insomma ci sono posti dove alcune cose basilari di vita funzionano. Poi che ci siano caratteri e stili di vita differenti neanche paragonabili al nostro ok, l’ho scritto. Ma forse appunto uno non ci si ritrova neanche piu’ perche’ ormai so’ spariti pure quelli. O comunque una goccia nel mare.
      E bello il “pezzo” de @Il Sindaco …E come ho scritto e conferma @CCSP insomma, quel di buono che abbiamo nel DNA andate tranquilli che ancora serve, piace, funziona. :-)

         1 Mi Piace


      • yago
      • yago

      • 22 giugno 2014 at 13:08

      tutti ottimi commenti, per come la vedo io mi sento cittadino del mondo, in Italia ci sono nato ma non mi sento cosi patriottico,mi sono stancato di questi inutili che ci governano.
      grazie a dio se tutto va bene ancora pochi mesi e lascio per sempre questa nazione per sempre (se cosi si può chiamare ancora)senza nessun rimpianto .
      @luporosso sono accordo con te ma mia modesta opinione prima di togliere le rontiere alle nazioni bisognerebbe toglierle al cervello di certe persone che con la loro ottusità anno paura del diverso (neri omosessuali ecc..)o anche di ideologie e pensamento diverso dal loro .
      Siamo tutti fratelli sotto la pelle, e io vorrei spellare l’umanità per dimostrarlo.(Ayn Rand).

         3 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 22 giugno 2014 at 13:35

      Non fallisce piranha, io non sono così pessimista, vedo anche futuro per questo Paese, un futuro però un pò stagnante, pieno di beghe, regole, cavilli inutili che manco ti fanno respirare, mille compromessi ed inderogabili schemi sociali, un prezzo alto da pagare per continuare a godersi le bellezze del Belpaese, insomma, qui va bene per quelli che prendono la pillola blù, meglio ancora la supposta blù (rende ancora meglio l’idea), per quelli che prendono la pillola rossa la vedo dura ;-)

         0 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 22 giugno 2014 at 16:01

      Disfattisti!
      Piranha ti capisco, cercare di insegnare un po’ di patriottismo ai bambini è una buona idea, insieme all’educazione civica. Amare la propria terra non significa disprezzare lo straniero. Anzi, la mancanza di radici, l’identità incerta, l’ignoranza della propria storia generano insicurezza e paura nei confronti dello straniero e del diverso.

         1 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 22 giugno 2014 at 16:46

      @epicuro maestro non lasciare il bloggolo ti prego ho gia sofferto quando te ne andaste dai viaggiatore della faiga, un’altra delusione cosi mi provocherebbe un trauma cranico multiplo con fratture scomposte all inguine….una tua dipartita mi lascerebbe un amaro in bocca……e caldo…..viscito…..
      @pelato l inno piu bello secondo me e’ quello della corea del nord, il paese dove passero’ la mia vecchiaia.
      @aurelius grazie, come si chia mail poeta romano che ha scritto la poesia su roma,bellissima, in dialetto che racconta i luoghi comuni dei romani e ogni verso inizia con sono stanco…..

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 22 giugno 2014 at 16:56

      ciao @il sindaco …Beh, oddio, non so’ se dici questa di Remo Remotti, che ultimamente e’ stata un po’ alla ribalta. La postai anche su altri ForumZ…E anche se con molti luoghi comuni Romani, si puo’ facilmente adattare a vari altri luoghi Italiani.

      Mamma Roma addio !!!

      A Roma salutavo gli amici. Dove vai? Vado in Perù. Ma che sei matto?
      Me ne andavo da quella Roma puttanona, borghese, fascistoide, da quella Roma del “volemose bene e annamo avanti”, da quella Roma delle pizzerie, delle latterie, dei “Sali e Tabacchi”, degli “Erbaggi e Frutta”, quella Roma dei castagnacci, dei maritozzi con la panna, senza panna, dei mostaccioli e caramelle, dei supplì, dei lupini, delle mosciarelle…
      Me ne andavo da quella Roma dei pizzicaroli, dei portieri, dei casini, delle approssimazioni, degli imbrogli, degli appuntamenti ai quali non si arriva mai puntuali, dei pagamenti che non vengono effettuati, quella Roma degli uffici postali e dell’anagrafe, quella Roma dei funzionari dei ministeri, degli impiegati, dei bancari, quella Roma dove le domande erano sempre già chiuse, dove ci voleva una raccomandazione…
      Me ne andavo da quella Roma dei pisciatoi, dei vespasiani, delle fontanelle, degli ex-voto, della Circolare Destra, della Circolare Sinistra, del Vaticano, delle mille chiese, delle cattedrali fuori le mura, dentro le mura, quella Roma delle suore, dei frati, dei preti, dei gatti…
      Me ne andavo da quella Roma degli attici con la vista, la Roma di piazza Bologna, dei Parioli, di via Veneto, di via Gregoriana, quella dannunziana, quella barocca, quella eterna, quella imperiale, quella vecchia, quella stravecchia, quella turistica, quella di giorno, quella di notte, quella dell’orchestrina a piazza Esedra, la Roma fascista di Piacentini…
      Me ne andavo da quella Roma che ci invidiano tutti, la Roma caput mundi, del Colosseo, dei Fori Imperiali, di Piazza Venezia, dell’Altare della Patria, dell’Università di Roma, quella Roma sempre con il sole estate e inverno; quella Roma che è meglio di Milano…
      Me ne andavo da quella Roma dove la gente pisciava per le strade, quella Roma fetente, impiegatizia, dei mezzi litri, della coda alla vaccinara, quella Roma dei ricchi bottegai: quella Roma dei Gucci, dei Ianetti, dei Ventrella, dei Bulgari, dei Schostal, delle Sorelle Adamoli, di Carmignani, di Avenia, quella Roma dove non c’è lavoro, dove non c’è una lira, quella Roma del “core de Roma”…
      Me ne andavo da quella Roma del Monte di Pietà, della Banca Commerciale Italiana, di Campo de’ Fiori, di piazza Navona, di piazza Farnese, quella Roma dei “che c’hai una sigaretta?”, “imprestami cento lire”, quella Roma del Coni, del Concorso Ippico, quella Roma del Foro che portava e porta ancora il nome di Mussolini, Me ne andavo da quella Roma dimmerda! Mamma Roma: Addio!

      …e poi ce so’ tornato!
      http://www.youtube.com/watch?v=WC0uBCEjEdY

         1 Mi Piace



    • Va bene @sindaco, resto solo perchè so che ti farei del male, e poi sono sicuro che anche tu aiuteresti una vecchietta a sostituire la ruota forata della macchina, anche se dopo te la fai, ma questo è un dettaglio :))

         2 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 22 giugno 2014 at 17:08

      Esatto, remo remotti, proprio questa, bellissima, grazie….gentillisiimoo@aurelius.

         2 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 22 giugno 2014 at 17:10

      Hahahaha sicuro….@epicuro maestro l ammmore non ha eta’

         1 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 22 giugno 2014 at 17:41

      Curioso @Piranha apostrofi i marmocchi esattamente come uno che conosco “bestie” :rotfl piccoli pirati crescono eh :ar pensa che addirittura lui li chiama col fischio come i cani da caccia :rotfl :rotfl :rotfl
      Per tutto il resto sodomizzo @LittleTruths e ovviamente il discorso della pillola un po’ alla Matrix un po’ alla Maccio Capatonda di @DrMichaelFlorentine.
      Chi resta in itaGlia, caVi miei, e’ chi ancora riesce bene o male a tirare su qualche quattrino, vuoi per astuzia, vuoi per capacita’, vuoi per paraculaggine o la combinazione di questi 3 fattori.
      Per tutti gli altri, la scelta e’ obbligata.

         3 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 22 giugno 2014 at 18:56

      @DeeJay cit. “lui li chiama col fischio come i cani da caccia” :rotfl CaZ.. che bestio questo :))

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 22 giugno 2014 at 22:14

      Mi trovo nella sua stessa situazione,
      caro signor @ccsp:
      “Io mi sento senz’ altro molto più italiano all’ estero che quando sono in italia. Ma più che sentirmi, lo sono profondamente, e che piaccia o no è palpabile la cosa. Cerco di esserlo nella maniera più positiva del termine….”
      Non riesco a esimermi di aggiungere altre due righe per spiegare meglio il mio sentire e non essere preso per un nazionalista pattriottico che mai sono stato:
      Io sono quello che all’ universitá mi intendevo con gli sciiti del Libano meridionale ( hezbollah style ) e riuscivo a capirmi con loro al punto di guadagnare il preoccupante nomigliolo di “Jihad ” benché sapessero che ero un pagano amante degli alcoolici e delle donne nude.
      Io sono quello che ha piantato l’Italia 15 anni fa senza un secondo di rimpianto o esitazione e con un sonoro “vaffanculo” nel cuore.
      Io sono quello che ha sposato la immigrata illegale.
      Ho sempre tifato per quelli in difficoltá, quelli che hanno perso il filo del discorso e ltalia si trova in questa triste situazione.
      Lo scarsissimo senso della comunitá che ci caraterizza non é isento da colpe dell’ attuale situazione.
      Allora se lo attiviamo un poco questo “spirito comunitario” credo non sia male.
      Il che non DEVE voler dire produrre esclusioni e autoesaltazioni deleterie.
      Ho visto troppi vicini e parenti scivolare verso simpatie per strane nuove idee di patria. Una cosa chiamata “Padania”:
      Pieni di bei sentimenti per gli abitanti del sud del paese, per quelli che vengono da altre terre, per quelli con altre usanze e religioni.
      Allora perdonatemi ma io l’ inno lo canto.
      Contro queste idee e contro quelli che con la loro superficialitá, col clientelismo, nepotismo e ottusa aviditá hanno trascinato questa terra nell’ attuale situazione.
      Per cercare di svegliare le energie positive, il senso civico di essere una comunitá e trasmetterle pure ai bambini.
      Anche se concordo con messer @pelato che l’inno sovietico é il piú bello e per avvisarlo che non si deve sentire ideologicamente compromesso da questa sua preferenza perché dopo averlo cambiato per qualche anno la Federazione Russa lo ha ripreso, seppur con testo differente.

         4 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 23 giugno 2014 at 9:20

      @DeeJay,caro amico,no ,non li chiamo con un fischio perché non so fischiare,mentre bestie ogni tanto glielo dico,spesso mi capita di apostrofarli con teste di polacchi o teste di calabresi.Amico,se verrai anche tu al raduno ti dirò alcune cose che tu ignori e te le dirò di persona .@epicuro,ieri alle 1030 stavo la vorando già da 4 ore,poi mi sono rotto e me ne sono andato a casa a giocare con i bimbi,tutto li’.Comunque sia su questo argomento tante teste tante idee tutte rispettabilissime.

         0 Mi Piace


      • solo

      • 23 giugno 2014 at 9:52

      io, sono svizzero, amo la mia patria che mi ha dato tutto e continuerà a darmi tanto. qua il popolo è sovrano anche se il vostro presidente nell’ultima sua visita ha fatto una tipica battuta alla italiana non ben accettata da tutti.
      siccome si era votato in quanto gli svizzeri sono stufi di accettare l’entrata di così tanti stranieri (giusto o sbagliato che sia) e la votazione ha dato esito positivo ha avuto l’ardire di dire che se anche la votazione era andata così ci si poteva sempre aggiustare. un presidente di una nazione che viene a mettere in dubbio la sovranità di popolo di una altra nazione è solo da prendere a calci nel sedere e mandarlo via senza tutto l’ambaradan che aveva con se.

         0 Mi Piace


      • solo

      • 23 giugno 2014 at 9:58

      @piranha, ti ho inviato una foto ed avevo chiesto un tuo commento però non arrivato, ciao

         0 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 23 giugno 2014 at 10:42

      cit. @piranha “teste di polacchi” :rotfl :rotfl ci si vede all’adunata generale tovarish

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 23 giugno 2014 at 11:12

      @solo,scusa amico mio,ho rcv la tua foto e posso dirti che non vorrei mai avere a che fare con tuo figlio,mi è bastato vedere le braccia.Complimenti solo .Ciao
      @Deejay,allora sei dei nostri,mi fa piacere,cosi ci facciamo una bella chiacchierata.A proposito,arrivo per il 4 ma la partenza il 6 mi sembra aver capito,per la logistica come ci si organizza?

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 23 giugno 2014 at 11:21

      @AtiLeong,mi scusi ma le volevo chiedere se un domani se capiterà di conoscerci se le andrebbe cantare con me l’inno Nazionale alla faccia di tutti sti corrotti e corruttori?Le dirò di più signor leong,io la notte dormo con tutti e due gli occhi chiusi.Mentre nell’armadio l’unico scheletro che ho è quello del(visitando il corpo umano),uno scheletro di gomma.

         0 Mi Piace


      • solo

      • 23 giugno 2014 at 14:35

      era dell’altra foto che volevo un commento!!! ciao

         1 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 23 giugno 2014 at 16:45

      @solo,la topa le bella,ma dalle tette in giù come è?

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 24 giugno 2014 at 18:00

      Un satiro esce dalla boscaglia e incontra un pescetto amazzonico che guida un trattore. Intonano assieme l inno di Mameli.
      Se un di ci incomtreremo avró piacere a cantare com lei “fratelli d’ italia ” signor @piranha :doubleup

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 24 giugno 2014 at 18:12

      @AtiLeong,sarà per me un piacere.

         0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 6 novembre 2014 at 1:20

      Un video che fa riflettere e non poco….

      Buona Visione.

      http://www.youtube.com/watch?v=N0VYLTYwx3s

         0 Mi Piace



    Post a Comment!