• L’ITALIOTA ,,,, rieducazione della specie …..

     

    Esimii colleghi…

    Stavo riflettendo su alcune delle discussioni venute fuori in quest’ultimo splendido raduno …

    Mi sono soffermato più volte a pensare su quanto detto in merito ai ns. esimii connazionali da noi più volte chiamati ITALIOTI ,,,, questa sub razza umana (diffusa tra l’altro in egual misura anche ed a volte peggio in’altre nazioni) ma che da noi si tinge ed assume sfumature tra il comico ed il tragico.

    Diciamo che date le ultime pigliate per i fondelli fatte ,,sopratutto nell’aldilà ,,haimè qui capitano raramente,, tale termine ha avuto un piglio decisamente correttivo su tali soggetti.

    Non che questo li abbia fermati oppure estinti ,,, ma diciamo che almeno hanno cominciato a capire che alcuni comportamenti  sono da evitare o meglio da abolire.

    Veniamo giusto a descriverne i tratti peculiari che individuano la sub specie dell’ homo sapiens  che superato (non si sa bene ancora come) l’era estintiva della specie principale  circa 10.000 anni or sono si è evoluto in somiglianza e versi assomigliando alla specie umana attuale homo sapiens sapiens .

    Caratteristiche peculiari:

    1) maglie dell’Italia o in variante delle città MILANO ,, ROMA,, NAPOLI (utilizzate per meglio sancire l’appartenenza ad un gruppo….e quindi per meglio comunicare che di altri come lui ,,, ce ne sono in giro)

    2) colletto della succitata maglia regolarmente alzato (aumenta  la visibilità del singolo,,,ed attira altri soggetti della stessa sub specie )

    3) borsello a tracolla (non che sia prettamente caratterizzante…..anche io per lavoro lo uso… ma sorprende l’utilizzo quasi voluttuario che tali soggetti ne fanno)

    4) volume della voce sia nelle discussioni tra lo stesso gruppo che in quelle al telefono sempre su toni altissimi ,,,con amplio sfoggio delle cadenze dialettali (questo sempre per meglio comunicare che in giro ve ne sono altri ,,,,e quindi si vorrebbe passare da sub specie a specie di fatto ,,,insomma una piccola autopromozione a cui questo gruppo agogna)

    5) completa ignoranza di altra lingua parlata o scritta al di fuori di quella di nascita (ecco questo è caratterizzante della parte del branco stanziale in territorio italico…l’ ITALIOTA)

    5a) lo stesso gruppo stanziale l’ ITALIOTA sopperisce a questa ,,,per lui lieve ,, carenza logistica ,urlando in faccia ai soggetti che egli incontrerà sul proprio cammino ,,, barristi/e, ragazze, receptionist di alberghi,  ed udite udite anche alle signorine di dolce vita con cui lui vorrà accoppiarsi (a cifre ovviamente ridicole…… d’altronde la razza è in espansione …..e quindi per le leggi di mercato…sono le signorine da compagnia a dover ritenersi onorate della di lui scelta)

    6) tirare economicamente su tutto ,,,,,, salvo poi urlare in faccia all’interlocutore ,,onde fargli capire che lui non è nato ieri (infatti voci scientifiche ne fanno risalire la sub specie a 200.000 anni fa) e che quindi a LUI non lo fregano.

    Bhè che dire ,,,,, PV per il sociale ,,,ha fatto molto per la tutela e l’integrazione ,,sperando in un evoluzione ,, di questa sub specie .

    Di fatto nelle ultime richieste si noti che alla fine i più si firmano specificando “non sono un’italiota” ovviamente dopo richieste assurde tipo ” AIUTOOOOOO SIAMO IN 12 E VORREMMO AVERE INFO SU DOVE TRASCORRE IL FERRAGOSTO E TROMBARE FREE” segno questo ,,, che la strada è ancora tanta da percorrere…

    A voi il resto cari amici Bucanieri ,,,,, e ricordate “SONO TUTT’ INTORNO A NOI”


    Dionisio ha scritto anche:




    • Tacci tua Diòní…con questo titolo di GufoAnacletiana memoria mi hai fatto venire un coccolone… :O :rotfl :skull :)) :dreaming

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 12 luglio 2015 at 15:59

      Che nci vuoi fare fratello mio ……. a volte tocca a noi rieducare ..
      Mica puoi lasciar sempre fare la datica agli altri .
      Sono state scritte enciclopedie …. redatte tabelle di calcolo per capire dove inizia il pay …e finisce il free ..con tutte le loro sfumature indpay..come se fosse antani ma con lo scappellamento a destra.
      Quindi bisogna da lavorare e fare la ns. parte …
      Signori a voi le belle cose…

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 12 luglio 2015 at 19:10

      Comparissimo@dionisio,sai che te dico….che tutto sommato c’è posto anche per gli italioti,ed ognuno di noi tutto sommato chi per un verso chi per l’altro un po’ italiota lo è,e me ce metto pure io.Ciao a proposito come sono andati i baci e il pan del marinaio?

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 12 luglio 2015 at 20:06

      Carissimo @piranha figurati se non abbiamo posto pure per gli ITALIOTI ….era giusto per farsi due grasse risate ..
      I baci ed il pan del marinaio sono stati piu’che graditi … la mia signora li ha divisi anche con la venerabile suocera (mia madre) e tutte e due sono rimaste piu’che entusiaste …….(poi il goloso sono io).

         0 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 13 luglio 2015 at 17:57

      CaVo compare @dionisio ma lo sai che ti dico? Che sono un po’ sorpreso…in quanto ItaGlioti pesanti francamente nel nostro giretto non li ho visti, neanche strada facendo. Poi rimango stupefatto qui in Boemia in quanto devo dire la verita’…grosse orde non si vedono, o almeno non ancora. Certo il loro regno da libera uscita e’ agosto, staremo a vedere.
      Ma insomma credo che una “regolata” gliel’abbiano data i tempi, i modi, le economie con cui si sono scontrati tempo addietro. e comunque si: anche un passaparola di ritorno al paesello, dopo aver affrontato pellegrinaggi Polari in cerca del miracolo della Madonna ViKinga ™ :D , credo ci sia stato o comunque sia servito. Alcuni tornando sicuramente avranno detto al bar:- E se andate non fate gl’ItaGlioti!!!- :)) :ohplease :-?
      Ammesso et non concesso che ancora persistono un po’ ovunque: ma ecco, credo sia sopraggiunto in loro il timore, una vergogna…un sano scuorn’ vigliacco di sapere di non sapere. Di non essere in grado di competere, o sostenere discussioni, incontri, tentativi di seduzione o solamente godersi brillantemente una vacanza nei canoni civili del comportamento globale.
      Ecco allora che si assiste allla legge del contrappasso: ovvero vengono ristretti in spazi chiusi, angusti ed asfittici che loro chiamano go go bar, discoteche, locali, lounge bar etc etc… :dontlisten :clown :dontsee Allora come il branco insegna, li si sentono protetti. Si fiutano, si riconoscono, si danno la solita odorata di culo tipo cane randagio e si mettono nelle mani dell’untore di turno del luogo. Il Cicerone, il Virgilio che li condurra’ in cordata nella scesa all’Inferno. Ecco, adesso sono sereni, anche se timorosi e sospettosi dato il luogo sconosciuto, ma emettendo flebili guaiti di contentezza e di riconoscenza, seguono ad orecchie basse l’Anfitrione che trasformera’ quell’inquietudine cafona in esagerata sciatta allegria. Ed allora partiranno coretti, balli regionali, risate sguaiate con ovvie pacche sulle spalle. Contenti e rasserenati di essersi trovati ancora una volta, in ItaGlia o all’estero: nonostante tutto! :doubleup
      Ma come dicevano su un film, sono gl’ultimi fuochi, il falo’ delle Vanita’: quasi un orgoglio a rimarcare la loro ItaGliotita’, in un mondo ormai tutto sempre piu’ uguale e stereotipato. Laddove sono ormai specie in estinzione, quasi una setta Massonico-Illuminata che’ fa’ del colletto alzato, del mocassino pandant con la cinta e della depilcigliazione i loro segreti simboli di riconoscimento tra la moltitudine. Ovviamente non praticando lingue estere, esprimersi a voce alta e in modo gutturale accresce il grado e la posizione nella scala gerarchica del branco.
      Rimane ancora oscuro ai piu’ il simbolo principe per riconoscere il Gran Maestro dell’ordine degl’ItaGlioti ! :-? B-)
      Ma insomma Fratelli, ormai l’ItaGliota e’ acqua che scompare in mare. Altri tempi.
      Una grassa risata et un pensiero glielo rivolgiamo, e vogliamo ricordarli cosi: col piumino, la Tarantella di sottofondo, urlando a squarciagola in una silente e tranquilla piazza del Nord Europa, ridacchiando e sgomitando tra loro; ricevendo l’ennesimo sguardo spaurito dalla sbigottita ragazza bionda alla quale alla fermata del bus avevano chiesto:- Du U spiccc Inglisssc ? Nojo siam frommm ItaGly ( qui risata con pacca sulla spalla) !!! U Laic pasta e pummarola? ( occhiolino di rito alla ragazza…) ;-) …all’ennesimo rifiuto, li vediamo dirigersi sconsolati a capa china verso l’aereoporto, tirando calci a un sasso il piu’ furbo dei 9 dice:- Certo che ste stronze so’ proprio troie!- :O :Boh Ormai rendendosi conto anche loro del lento declino, della prossima estinzione…all’atterraggio non faranno neanche piu’ l’applauso. Ormai , non fanno neanche piu’ ridere. :-S :clap :cry
      http://www.youtube.com/watch?v=N0ZiYcg8xIw

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 13 luglio 2015 at 18:02


      • CCSP
      • CCSP

      • 13 luglio 2015 at 23:10

      si riconoscono, si danno la solita odorata di culo tipo cane randagio

      :)) :)) :rotfl

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 14 luglio 2015 at 1:32

      @aurelius ….ovviamente era questo il senso ….quasi della scoperta di mitigazione che questa razza ha avuto nel tempo ….anzi nel breve tempo che si e’ perso ad inviare messaggi educativi.
      Dopo pochi anni il termine itagliota o italiota che dir si voglia si e’sparso nei barretti e nei gogo del monTo …. limitandone di fatto la proliferazione….o almeno il comportamento.
      Certo seguire il guru del loco ….ed affidarsi a lui per dritte … consigli…e ricchi sodini con cui concupire giovani ed ingenue fanciulle….e’ e resta un must.
      Ma si alla fine chi siamo noi per giudicare …. come dice il buon @piranha … ma noi non giudichiamo …..al limite cerchiamo di farci grosse grasse risate ridendoci su …. e forse ….anche noi appartenevamo a cotesta razza in tempi passati …… e solo che ci siamo evoluti…

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 14 luglio 2015 at 8:09

      Scusate per gli errori ed i mancati accenti ….. ma anche io ho il cell’intelligggentte come il capitano…. :youdaman

         0 Mi Piace



    • Ecchime quà. Intanto Grazie al buon vecchio @Dudy per aver messo mano a PV che era diventato oramai impraticabile. :doubleup

      Tornando a noi ed al tema in questione, chissà…sebbene di bifolchi sempre ce ne sono stati e sempre ce ne saranno non solo in itaGlia ma in ogni angolo del mondo, potrebbe effettivamente darsi che il fenomeno dell’itaGliota da Guerra si stia effettivamente ridimensionando. :dreaming
      Così ad occhio e croce mi verrebbe da pensare che l’epoca d’oro dell’itaGliota sia sia verificata con la congiuntura astrale dell’avvento della moneta unica e quella delle aerolinee low cost, che hanno abbattuto in un sol colpo i due fattori che tenevano a bada certi villani; la modesta capacità di spesa e l’incapacità a fare i conti.
      Tutto d’un tratto litaGliota so era ritrovato nella capacità di volare in tutta Europa con quattro soldi senza necessità di passaporto e senza dover nemmeno cambiare i soldi e c’è da capirlo che si sia dato alla pazza gioia infatuato dalla prospettiva di andare a far danni in paesi lontani… :ar …tutto era ad un tratto così a portata di mano eppure così esotico allo stesso tempo che sarebbe stato impossibile resistere alla tentazione.
      L’Europa è stata in verità messa a fuoco e fiamme per almeno un decennio, dopodiché…un po’ per il netto peggioramento della situazione economica in itaGlia, un po’ perché le bugie hanno le gambe corte pare che al momento questa plaga si stia ridimensionando finalmente.
      Mi guarderei bene dal cantare vittoria, anche perché litagliota è una piaga inestinguibile e come ben si sa la mamma dei cretini è sempre incinta ma mi piace pensare che l’escalation dell’itaGliota abbia raggiunto già il suo plateau ed anzi che sia stia man mano ridimensionando, vuoi per un motivo o per un altro.

         2 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 14 luglio 2015 at 13:40

      dionisio: …..al limite cerchiamo di farci grosse grasse risate ridendoci su …. e forse ….anche noi appartenevamo a cotesta razza in tempi passati …… e solo che ci siamo evoluti…

      e menomale che ci siamo evoluti,comunque sia grazie a loro le risa non credo finiranno mai,credo anche che a volte essere un po’ italiota o inglesota o ispaniota non guasti,ma sempre senza esgerare.
      E lo spettacolo continua. :rotfl :rotfl :rotfl

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 14 luglio 2015 at 17:34

      Pensavo di essere solo io ad averci dei probblemi….domenica cercavo di commentare e risultavo con login autenticato ” dionisio ” con tanto di torello incazzato nell’ iconcina… :keantbl :))
      Grassie signor @dudy

      Tornando alla vecchia questione dei cosidetti “Italioti” , fermo restando che l’ umana idiozia non ha patria ne confini, credo a volte possa venir ad assumere delle caratteristiche specifiche in certi contesti socio-culturali come é avvenuto tra gli abitanti della nostra cara penisola.
      Il signor @dionisio aprendo il dibattito ne ha caratterizzato la fenomenologia dal punto di vista direi “fenotipico” e a sua volta il signor @aurelius vi ha aggiunto attenti approfondimenti direi psicologggici e audiovisuali
      ( lo avevo giá visto quel demente della tarantella a Riga :dontsee , ma é sempre un piacere riattivarne il ricordo :)) )
      Il sSior Capitano infine ne delineato il contesto storico che ha favorito la tragica espansione di cotesta nefasta specie nella decade passata e ravvisa i segnali di un tramonto del fenomeno per le mutate condizioni socio economiche.
      Il mio instinto di filologo-archeologo mi ha portato a riflettere sulle radici piú antiche del fenomeno “Italiota ”
      questo allo scopo anche di poterne prevedere il divenire futuro.
      Italiota. Questo termine gli storici lo utilizzano per definire le popolazione di lingua e cultura greca che vivevano nell’italia meridionale sin dai tempi della colonizzazione della “Magna Grecia”.
      Ovviamente l’accezzione che vi é data oggidí e completamente differente e nulla ha a che vedere con l’avere origini greche ( e ci minoranze ellenofone di alcune migliaia di individui ancor presenti in calabria e nel salento ) .
      In qualche momento della storia il significato termine é stato mutuato per indicare i rappresentanti della subspecie Italica dell’ idiozia umana:
      una letale mistura di ignoranza, etnocentrismo, esibizionismo e della atavica fame di figa han dato vita alla fenomenologia dell’ Italiota come noi abbiam avuto ventura di assistere e
      alle volte financo vergognarci di condividere con cotesti tristi figuri il passaporto.
      Per quel che mi é dato sapere il primo a tratteggiare il ritratto dell’ italiota e in relazione al quale il termine é stato
      “riadattato” é stato il Grande Albertone Nazionale con certi personaggioni dei suoi film del periodo del boom economico degli anni ’60.
      Mi corregga se qualcuno ha nozioni differenti.
      Piú tardi col diffondersi del turismo internazionale ( anche giovanile ) di massa, specie a partire degli anni ’80 han cominciato a prendere ad assumere le caratteristiche peculiari che noi conosciamo. La caduta del muro di Berlino ha dato inizio nella decade seguente a una vera “etá dell’ oro ” dell italiota che partiva alla conquista dell’ est favorito dalla curiositá e dall’indigenza delle biondezze locali.
      Pur svanendo progressivamente curiositá e in qualche misura anche l’indigenza delle prede femminili sul fronte orientale; nei primi anni del secolo il fenomeno ha continuato a fiorire grazie ai voli low-cost, all’apertura delle frontiere e all’ euro.
      Ma l’iniziare di una certa decadenza economica, e al contempo la crescita di altri paesi ( europei e non solo ) ha reso sempre piú pietosa la giá in sé penosa spocchia italiota e non mi riferisco solo alla pratica della caccia alla figa.
      È l’epoca dei miti degli ultimi eldorado,
      delle Murmansk e delle catastrofiche figure di merda, che avranno anche fatto qua e lá rinsavire qualcuno e inziato appunto il “plateau” menzionato dal sSior Capitano, che dalla sua postazione nederlandese ravvisa segnali anche di flessione del fenomeno in concomitanza con la crisi economica.
      Per quel che mi concerne
      dalla mia postazione sempre ne ho visti pochetti ma una decina di anni fa qualche branco allupato, le melanzane a terzetto trentenne e la coppietta del “peró in italia é meglio” si avvistavano.
      Da un paio d’anni niente di niente.
      Ma resto vigile e notificheró eventuali avvistamenti.
      Ho sempre trovato due palle il birdwatching.
      Gli preferisco assolutamente l’ “l’ItaliotaWatching ” :dreaming

         2 Mi Piace



    • :rotfl :rotfl :rotfl ItaliotaWatching ™ :dreaming :)) :doubleup Evvai che abbiamo Ottimizzato ™ anche questa! CranTe sSior Leone!!! :bz :doubleup :dreaming

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 15 luglio 2015 at 0:27

      Embhe’caro @atileong …. anche a me PV domenica mi autenticava come atileong …ha un certo punto mi ero anche convinto di essere lei ..
      Grazie @duddy che ha rimesso in piedi il sito …. e ridato equilibrio ad un povero giometra rincoglionito.. :bz

         0 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 15 luglio 2015 at 8:38

      Sssior Dott. @AtiLeong #sempresulpezzo !!! :)) :doubleup :))

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 15 luglio 2015 at 10:09

      :dreaming

         0 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 23 luglio 2015 at 17:02

      Pure io ci andrei piano a considerare la specie Italiota come in via di estinzione.
      Probabilmente il nostro compianto @Deejay direbbe che nella famosa matrice del Boston Consulting Group l’Italiota, dopo lunghi anni da “Star” si trova ora nello status di “Cash Cow”, sperando che si trasformi presto in “Dog” e venga finalmente disinvestito

         0 Mi Piace



    • Perfetto ritratto compare bello, io aggiungerei anche il famoso po po po poppoppopo :-) , tuttavia per quanto possano risultare sgradevoli nelle loro ostentazioni io li preferisco sempre alle orde di inglesi o olandesi ubriachi che fanno a botte e pisciano dappertutto, un po’ di ridicolo è pure folcloristico. :heyhey

         0 Mi Piace



    Post a Comment!