• CCSP On Tour 2014 : Thailandia e Birmania

    “The goal is the same: Life itself; and the price to pay is the same: Life itself”

    James Agee

    BANGKOK Luglio 2014

    Mi sveglio nel mio solito hotel sulla Sukhumvit, e mi trascino a fatica nella caffetteria a fianco per un paio di caffè, la dose di coraggio liquido che mi serve ad affrontare la giornata….
    Do uno sguardo ai quotidiani esteri e alla variegata fauna che popola la caffetteria….
    Un bel ragazzo, farang, con una thailandese ben più brutta di lui, siedono qualche metro più in la. Poi c’è una famiglia di turisti, una coppia thai, e un gaio scandinavo con il suo morosetto thailandese che fanno gli sciocchi e ridacchiano tra di loro…..

    A volte mi chiedo se il Grande Capo non abbia creato ‘sto mondo come se fossimo il suo acquario di pesci rossi, e ci abbia lasciato un po’ di libero arbitrio per vedere cosa combiniamo…..per scoprire chi ammazza chi , chi si accoppia con chi, e così via.

    Finito il caffè mi avvio verso la fermata dello skytrain….
    Mentre lo aspetto mi appoggio alla ringhiera, spalle alle rotaie, e guardo in lontananza qualche palma brulla e sbiadita dallo smog….

    Mi sembra impossibile realizzare che la Thailandia non mi appassiona più e nemmeno mi sa più di esotico, ma di routine…

    Più conosco i thailandesi e meno mi piacciono. Sono sempre stato molto indulgente e trovavo il loro modo di fare da vagabondi che se ne sbattono le palle di tutto e di tutti, in qualche modo “utile” ad un europeo….credevo che essendo noi troppo stressati dal nostro stile di vita, potessimo imparare qualcosa e darci una calmata.
    Ora invece la loro frequente noncuranza, incapacità lavorativa e arrogante presunzione di superiorità nei nostri confronti, mi irrita….
    Assieme alla difficoltà di stringerci qualsiasi tipo di rapporto che vada oltre una qualsivoglia transazione commerciale.

    BANGKOK 1 Agosto 2014

    Visto l’ andazzo generale nelle aree farang, ai minimi storici su tutti i livelli, limito i danni facendo anche qualche giro diverso, e visto il mio scarso entusiasmo dopo le tante visite al paese, stasera andrò a cercare un po’ di adrenalina da punter in location inusuali.

    La sexscene per i Thai è definibile come l’ altra metà della mela, ed è senz’ altro la metà più grossa….
    Non è affatto vero che il farang non è benvenuto, più che altro è molto difficile che se la goda, dato il solco che ci divide nei gusti e nelle abitudini.
    Diciamo che se la gode a determinate condizioni, e parlare un po’ di idioma locale è una buona base di partenza.
    A mia memoria, qualche discreta zona si trova a Saphan kwai, in soi 103 a Udom Suk e a Samut Prakan, o almeno così era fino a un po’ di tempo fa….

    Decido di andare a Saphan Kwai, dato che non ho un veicolo e i locali sono tutti raggruppati.
    E’ una zona di gogo e karaoke, dove le possibilità di incontrare altre facce farang sono prossime allo zero, malgrado alcuni expats la frequentino di tanto in tanto.
    Il format è diverso, vi si può mangiare come al ristorante, generalmente si ha la cameriera personale al tavolo e in alcuni locali viene conservata la bottiglia di superalcolico se non viene finita. Come nelle Filippine, si paga tutto direttamente al locale, anche la compagnia delle ragazze scelte al tavolo….
    Le bevute costano circa la metà che in altri gogo, le ragazze generalmente sono abbastanza giovani, preferibilmente alte e dalla pelle chiara…..per gusti thailandesi insomma.

    Mi imbuco al Rainbow, e scopro che purtroppo non è più un gogo ma un coyote bar….sguscio via al volo e vado al T Ted 99, che è il più grande che c’è in zona, e grazie al mio thai-esperanto e all’ inglese ancora più esperanto di una ragazza di Chiang Mai, riesco comunque a passare una discreta serata, ma nulla di esaltante, anzi…..

    Forse la catena, ancora più che alla Thailandia è scesa a me.

    Un bel giro in Birmania è quello che aspetto da tempo, e spero, quello che ci vuole….

    YANGON 2 Agosto 2014

    Volo da Bangkok, poi taxi fino a al mio albergo a downtown, vicino alla Sule Paya…

    100_42132 (FILEminimizer)

    Vedo con chiarezza la Pagoda Dorata dal fondo del viale, illuminata sotto la pioggia.
    Guardo dal finestrino e provo un senso di calma, nessuna tensione.
    Arrivato a destinazione, mi avvio a piedi per un primo assaggio di vita birmana….

    100_42162 (FILEminimizer)

    Gli uomini vestono la tradizionale gonna birmana, il longyi, e masticano il betel, che rende loro la bocca e i denti color porpora, e viene poi sputato a terra, creando macchie rossastre un po’ ovunque.

    Le donne sono belle, belle alla loro maniera….dignitose come la povertà che si palesa intorno. In tante mettono sul viso e sul corpo una pasta gialla, la thanakha, ottenuta dai rami di un albero, macinati finemente assieme all’ acqua su una pietra circolare.

    Mentre cammino, in alcuni momenti provo un sentore di India, ma meno disperante e invadente, e assolutamente più godibile.

    Mi fermo a cena in un ristorante, nella sala ci saranno un centinaio di birmani e nessuno straniero…. mi mettono a mangiare ad una tavola semipiena. Qualcuno guarda, ma l’ atmosfera è molto tranquilla, nutrono un interesse che sento rispettoso….

    Appena fuori compro della frutta , chiudo l’ ombrello e lo appoggio per terra per poter metter mano ai soldi. Il venditore fa il giro della bancarella, prende l’ ombrello e me lo tiene aperto in modo da coprirmi mentre cerco le banconote….

    I ringraziamenti paiono sentiti, ad ogni transazione.

    YANGON 7 Agosto 2014

    Piove a dirotto, ininterrotamente da tre giorni.
    Oggi durante una visita ad una pagoda ho incontrato il mio Avatar….

    CCSP-21 (FILEminimizer)

    Un monaco birmano, che si trova nella terza fase della vita, ovvero quella in cui un buddhista lascia tutti i suoi averi e si ritira, preparandosi alla morte….

    Ci ho parlato per più di un’ora e mi ha infuso una grande calma e senso di bontà, mentre masticava la Noce di Betel….
    Si “sente” con chi si ha a che fare, nel bene o nel male.

    Purtroppo al rientro in albergo ho iniziato a sentirmi male, dopo almeno un anno e mezzo che non mi ammalavo, complice la vita in Australia, dove la pulizia di tutto è ai massimi livelli.
    Diarrea del viaggiatore, febbre alta e vomito…..pazienza, era da mettere in conto.

    BAGO 8 Agosto 2014

    Ho raggiunto Bago in bus, malgrado non mi senta ancora bene.
    Per strada ho anche visto, purtroppo, un incidente mortale in diretta, che mi ha parecchio scosso.

    La città, che è composta da una trafficata arteria principale con vie e villaggi che si sviluppano attorno, è semiallagata e tutti giocano a tirarsi l’ acqua in mezzo alla strada….
    In alcune vie si può accedere esclusivamente con una canoa.

    Mi sembra di essere tornato indietro nel tempo…..
    La corrente è disponibile poche ore al giorno, non ci sono villaggi vacanze ne supermarkets, non c’è il seven eleven ne il McDonald’s….
    Non ci sono ancora le scorciatoie del tipo “vedo la Birmania, ma mangio italiano e quando il paesaggio inizia a saper di sporco alla vista, mi riparo al centro commerciale….”

    E’ un viaggio in Birmania, “senza scampo”.

    100_42422 (FILEminimizer)

    Passeggiando per Bago la gente mi guarda, tanti mi salutano.
    Alcuni mi propongono taxi, bus, oppure vogliono farmi da guida. Incontro anche un paio di furbetti che lavorano su commissione….

    Ma chi parla un po’ di inglese mi ferma e vuole sapere chi sono, quanti anni ho, da dove vengo e dove vado….
    Si forma un capannello di persone alle quali poi , quello che parla inglese, traduce in birmano…

    Strette di mano vere, calorose. Rinfrancanti….

    Nei loro occhi vedo voglia di riscatto e di mostrare le bellezze del loro paese, dopo tutti gli anni in cui sono stati chiusi al mondo.

    BAGO 9 Agosto 2014

    I templi birmani sono innumerevoli, qualcosa di letteralmente straordinario.
    Basta farsi un giro, per veder spuntare pagode dorate, monasteri, buddha seduti o reclinati da ogni dove, in mezzo al verde.

    Kyaikhtiyo-Myanmar-or-Golder-Rock-Myanmar-05

    Oggi ho visto un monaco appartato con una donna, erano chini e pareva lui le stesse leggendo la mano o facendo un consulto….invece erano a testa bassa sull’ i-phone!
    Anche la pagoda ha dunque il wifi. A volte mi pare quasi inutile viaggiare….tanto andiamo tutti nella stessa direzione.

    BAGO 10 Agosto 2014

    Ogni tanto nella notte, quando spengo la luce per dormire e faccio i conti con me stesso, i miei fantasmi mi assalgono…
    Sono i sensi di colpa per i rapporti familiari che trascuro, per il tempo che sottraggo ad essi per coltivare il mio stile di vita, egoisticamente.
    Mi sembra una scorrettezza e dovrò in futuro trovare un compromesso.

    MANDALAY 11 Agosto 2014

    Arrivo a Mandalay, la città di cui Kipling scrisse un famoso poema.
    Circondata da colline e relativamente di recente costruzione, è palesemente più ricca e meglio tenuta, rispetto ai posti che ho visitato in precedenza.
    Gli abitanti mi sembrano più abituati ai turisti, l’ inglese è più usato e vedo anche qualche centro commerciale.

    In questo periodo è in atto un coprifuoco che inizia alle 22 serali, a causa di scontri tra buddhisti e musulmani che hanno causato un morto da ambo le parti.

    La stagione delle piogge è molto più clemente in questa zona, e dopo una settimana di pioggia continua, è un sollievo vedere il primo tramonto e un po’ di cielo sgombro.

    MANDALAY 13 Agosto 2014

    Da tre giorni dalla moschea musulmana a fianco al mio hotel, si sentono preghiere cantate al megafono, ininterottamente giorno e notte. Andranno avanti tutta la settimana….

    Sarà quello il motivo degli scontri e del conseguente coprifuoco…. i buddhisti non riuscivano più a dormire!
    Ho detto sta cosa, ovviamente scherzando, al birmano della reception con il quale sono in sintonia, che ha riso come un matto e adesso ripete questa battuta un po’ a tutti….

    MANDALAY 14 Agosto 2014

    In questi giorni ho visitato svariati villaggi e templi, oltre ad essermi arrampicato sulle colline, guadagnandomi la meta e la vista con la fatica del cammino.

    100_44512 (FILEminimizer)

    Sono anche andato a vedere il pranzo dei 1400 monaci, in un monastero di Mandalay.

    100_43663 (FILEminimizer)

    Ormai c’ ero e ho partecipato, ma me ne sono pentito. Monaci in fila come al circo, con tutti i turisti con le macchine fotografiche che li assalgono…

    Ma che valenza hanno delle foto fatte a quel modo? Irruenti, senza alcun contatto, interesse, ne il desiderio di approfondire, ma solo per avere qualcosa d’ esotico da far vedere a casa, a quattro amici di merda.

    E’ troppo invasivo, mi sono quasi vergognato d’essere li….

    BAGAN 16 Agosto 2014

    Sono arrivato a Bagan, antica capitale dei 3000 templi, situata nelle pianure centrali asciutte della Birmania.

    100_44442 (FILEminimizer)

    I monti Arakan la proteggono dai monsoni e grazie a questo, ho potuto noleggiare una bicicletta con la quale vado in giro tra i templi. Splendido….

    100_44302 (FILEminimizer)

    Sedere all’ ombra nel bel mezzo di questi templi, in solitudine, è un privilegio.

    L’ aria è bollente e le giornate lunghe; il piacevolissimo girare in bici mi rimanda alla mente le estati italiane di quando ero ragazzino e il mio quartiere era un mondo anche troppo grande.

    A volte mi pare di sentire nel vento caldo, addirittura lo stesso odore della campagna che c’è dietro casa mia….

    Poi quel quartiere e città non bastarono più, ma oggi mi sorprende il sentirmi stanco di tutto questo girovagare e il provare la rinnovata voglia di godere di vecchie abitudini e rapporti, almeno per un po’.

    BAGAN 18 Agosto 2014

    Non avevo mai fatto realmente caso ai “segnali” che arrivano dal mio mondo, direzione occidentale, con il quale resto in contatto tramite internet.
    Ogni frase è una rivendicazione, affermazione forte, grido di battaglia o di rivalsa….
    Come stride con il mondo dove mi trovo ora!

    100_44862 (FILEminimizer)

    Oggi guardavo dei monaci e consideravo che il Buddhismo funziona bene perchè fa leva su un difetto umano. “Fai del bene e riceverai del bene”, quindi il bene lo si fa per avere qualcosa indietro: per egoismo.
    Questa religione è stata una grande “doma folle” nei paesi del terzo mondo, con il principio della reincarnazione. Muori di fame? Pazienza, non rubare e guadagna dei meriti, andrà meglio nella prossima vita.

    Funziona….

    NYAUNG SHWE 19 Agosto 2014

    Mi lascio alle spalle le aride pianure centrali, per arrampicarmi su monti abbracciati dalle nuvole, dove la pioggia mi aspetta al varco.

    Otto ore di macchina per raggiungere i dintorni del lago Inle, nello stato degli Shan….
    Ad una sosta l’ autista birmano, mentre sono seduto, mi paga il caffè. Non posso farmi offrire il caffè da un birmano e provo a restituire i soldi, senza successo. Non ci sono abituato….fantascienza che questo possa succedere da altre parti.

    Dopo la scalata sui monti ci aspetta un altipiano cosparso di muschio, terra rossa che bagnata si fa ancora più scura, e con mia enorme sorpresa, una miriade di pini.
    L’ autista parla un inglese semi decente, e ci faccio quattro chiacchere sulla situazione birmana in generale, scucendogli pure qualche battuta sulla giunta militare, di cui sono solitamente molto restii a parlare (Per questo motivo io ho non mai chiesto nulla a riguardo, durante la mia permanenza)

    Tra le altre cose mi racconta che in Birmania si guidava sulla corsia sinistra con il volante a destra fino al 1970….
    Poi un generale al governo, dal giorno alla notte e per motivi astrologici-superstiziosi (ma c’è chi sostiene fosse perchè il paese stesse prendendo una piega politica sinistroide da riequilibrare), decise che la corsia sarebbe cambiata, senza però cambiare posizioni dei volanti e dei cartelli stradali, che a Yangon si trovano ancora in buon numero sulla corsia sbagliata….

    NYAUNG SHWE 20 Agosto 2014

    E’ meraviglioso guardare le sagome dei pescatori del lago Inle, che con il loro caratteristico modo di remare racchiudono arte, eleganza e poesia tutte nello stesso gesto…

    100_45262 (FILEminimizer)

    Nei mercati e nei villaggi attorno mi si imprimono nella mente visi indimenticabili, di donne rugose con turbanti colorati oppure cappelli da risaia in testa, e i sigari di produzione locale in bocca.

    100_45013 (FILEminimizer)

    Nelle prima settimana di viaggio ho faticato a trovare il ritmo, ma ora mi sono adeguato, abituato….rassegnato a provare una pace della quale a breve sentirò nostalgia.

    Squadra che vince non si cambia, per cui ho noleggiato un altra bicicletta.
    I templi, per quanto straordinari siano, li ho lasciati perdere già da Bagan, dove ne ho visitato uno su un totale di tremila.
    Quello che mi interessa è la vita, le scene della loro vita quotidiana….per cui vado in giro affidandomi al caso.

    Poi stasera, passeggiando, il fulmine a ciel sereno…
    Un birmano che ha vissuto a Bologna, dove una signora gli ha insegnato a cucinare italiano, ha aperto qui un ristorante con forno a legna dove fa la pasta fatta in casa….
    Farà ridere ma per me è un lusso, considerato che sono in culo al Mondo e che è un anno e mezzo che non mangio la pasta fatta in casa, aggiungendoci cinque natali fuori a mangiare cibo poco familiare…..

    MANDALAY 21 Agosto 2014

    Sono felice di essere venuto, ma soprattutto di essere arrivato in tempo.
    Io osservo, assaggio un po’ di tutto senza sposare nessuna causa….
    Questi invece la loro causa l’hanno sposata eccome, e ci credono fermamente.
    Che quello in cui credono sia vero oppure no, non mi è dato sapere…..ma probabilmente, nelle loro convinzioni, vivono con meno dubbi e patemi, e muoiono con meno paure.

    Ogni nuovo paese in cui metto piede è un insieme di gioia e delusione. Gioisco della bellezza e mi deludo del restare senza le risposte che cerco, a livello ideologico o spirituale.
    Questo semplicemente perchè nessun paese, ne tanto meno un uomo le hanno, e la Via te la devi tracciare da solo, senza scorciatoie.
    Il fatto che altri uomini o altre popolazioni siano in possesso di segreti o soluzioni di vita è soltanto un’ illusione, che ci da la speranza di poter vivere meglio anche noi, un giorno….
    Ad ogni modo quello che rende apparentemente in pace o felici altri, non è affatto detto che farà lo stesso per noi.

    Mentre vado in aeroporto dove prenderò un volo per Bangkok, mi soffermo con lo sguardo sui visi delle donne, cosparsi di pasta colorata….
    Mi commuove sapere che in pochi anni li avremo infettati col nostro virus di consumi e modernità. Che i longyi verranno sostituiti dalle cravatte, e che nessuno farà più nulla per nulla, come è successo ovunque, altrove.

    Questo è un film già visto. E ciò che è peggio è che anch’io io faccio parte di ciò che stravolgerà la Birmania, per quanto mi sforzi di passare il più inosservato possibile, senza andare a cercare hamburger e mignotte.

    Non credo sia possibile proteggere la Birmania dal suo futuro, o meglio da quella parte del suo futuro che corromperà il loro modo di essere…
    Ma se i birmani restassero quello che sono, ancora per un po’, farebbero un favore al Mondo.

    Ce n’è un gran bisogno…


    CCSP ha scritto anche:



      • wolfarang
      • wolfarang

      • 21 agosto 2014 at 18:37

      Letto tutto d’un fiato il tuo racconto/diario di viaggio.
      Il giro in bicicletta tra i templi, i pescatori del lago Inle … la sensazione che trasmetti di essere immerso in una realtà che, pur camminando accanto alla nostra e forse nella stessa direzione, vive ritmi diversi ed è ancora cosi’ lontana.
      Fantastico, un viaggio intrapreso con spirito d’avventura e con grande capacità di osservare, riflettere, e raccontare.

      Complimenti

         1 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 21 agosto 2014 at 18:59

      @ccsp,Chiedo umilmente scusa ma sono arrivato a leggere il giorno 21 e ora scappo,imprevisti.
      Ho letto con attenzione e ammirazione tutto e lo rileggero,mi farebbe piacere commentare molto di quello che hai scritto,per ora ti dico solo :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman Grande ccsp.

         0 Mi Piace


      • Hathaway
      • Hathaway

      • 21 agosto 2014 at 19:54

      Gran bella recensione, soprattutto una esperienza di vita dal valore inestimabile….

         0 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 21 agosto 2014 at 20:33

      Bel resoconto di viaggio CaVo CCSP, oltre alle bellissime foto ed ai luoghi che hai descritto, mi sono piaciute molto le tue riflessioni personali che hai voluto condividere, il viaggio serve anche e soprattutto a questo, è evoluzione interiore :dreaming

         1 Mi Piace


      • il sindaco
      • il sindaco

      • 21 agosto 2014 at 21:03

      Sig.@CCSP cmplimenti per il suo scritto sulla Birmania, mi ha un po’ commosso e sono d accordo con lei….io sono tornato domenica da bangkok dove sono stato solo 4 giorni causa lavoro in Italia che mi scassa i coglioni, spero ancora per poco…in Thai ci ho vissuto 2 annie alcune frasi e parole locali mi permettono di capire questo popolo assurdo. Non ci tornavo da 3 anni a sembrano 300 i giorni sono anni e i cambiamenti sono velocissimi, inquietante, l Asia in generale conserva su di me ancora un certo fascino, ma quanto durera’? Nei miei progetti ce la vecchiaia in vietnam o cambogia,spero di farcela….spero di non vedere mai cabogiane con tatuaggi tipo “i love the fredom” o im butterflay….

         1 Mi Piace



    • “Questa religione è stata una grande “doma folle” nei paesi del terzo mondo, con il principio della reincarnazione. Muori di fame? Pazienza, non rubare e guadagna dei meriti, andrà meglio nella prossima vita.

      Funziona…”

      In effetti trovo che tra le infinite sante inquisizioni, roghi, guerre sante, teste mozzate nel nome di Dio etc etc etc…una delle poche o forse addirittura l’unica magra scusa che le religioni hanno per la propria esistenza sia appunto quella di aver offerto alla gente l’illusione di una prospettiva aldilà, oltre al già citato incentivo a “fare i bravi”.
      :dreaming
      L’idea che una volta stirate le zampe ci si apriranno dinnanzi i cancelli di un luogo al di là del tempo in cui tutti i torti saranno stati raddrizzati, tutte le amarezze addolcite, dove potremo reincontrare tutti coloro che abbiamo amato e perduto lungo il cammino in questa valle di lacrime e dove tutti gli errori che abbiamo commesso ci saranno stati perdonati è effettivamente difficilmente battibile.
      Qualche ateo di quelli duri e puri crede che questo sia lo smacco supremo della religione nei confronti della Vita; aver distaccato la gente da quella che è l’unica realtà in favore dell’illusione di un “poi”, con tutto ciò che ne consegue (esempio lampante di oggi sono quei disperati di “martiri di Allah” che nati nel deserto e senza possibilità di conoscere le gioie ed i piaceri della vita guardano al farsi saltare in aria come un’opzione valida che darà un taglio alla miseria di questa esistenza e li catapulterà in un paradiso dove li attendono 72 vergini per ognuno di loro).
      Io invece pur non essendo religioso vedo in questa extrema ratio un atto di carità e di pietà; un’ultimo appiglio per coloro il cui tempo è scaduto e/o che hanno perso tutto fino all’ultima speranza.
      :ar
      Molto bello il viaggio ed altrettanto bello lo scritto… :clap …senza nulla togliere a tutti gli altri amici che sono fenomenali ognuno a modo suo devo dire che “l’anzianità” nel contesto di questo Multibloggolo ™ si vede perché ci vuole un po’ di tempo prima che un’anima arrivi a sentirsi a proprio agio fino a poter esprimere e condividere certi pensieri e riflessioni così intime… :dreaming
      Pravo Fratello Cap’ e’ Muort, sono orgoglioso di te! :youdaman
      :ar

         3 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 22 agosto 2014 at 3:57

      Grazie mille a @tutti, è per me un enorme piacere condividere il viaggio con Voi.
      Come dice il Capitano nel suo bel post, questo è uno scritto anche molto personale, e a questo scopo la modalità diario è estremamente funzionale….
      Mostra i contorcimenti mentali che ti permettono di arrivare ad un pensiero, gli stati d’ animo up & down, dubbi, paure o esaltazione.
      Se lo si butta giù con onestà viene fuori l’ immagine vera, ovvero di persone piene di domande e quasi nessuna risposta…..e il bello è che sarà così fino alla fine, anzi, non ho dubbio alcuno che le domande non faranno che aumentare.
      Che uno si senta a suo agio a tal punto da arrivare a scrivere anche delle proprie debolezze assieme a tutto il resto, è grande merito del Multibloggolo ™ e della sua allegra combriccola di Marinai! :ar :doubleup

         3 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 22 agosto 2014 at 7:51

      …-” invece erano a testa bassa sull’ i-phone!
      Anche la pagoda ha dunque il wifi. A volte mi pare quasi inutile viaggiare….tanto andiamo tutti nella stessa direzione. “-Cit. Capa di Muort’ …
      Beh io parto da qui, e vedo qualcosa, e te la dico. Proprio perche’ e’ un riassunto di Emozioni e visioni di un viaggio, di un giro che hai fatto.
      Forse ci si potrebbe vedere delusione, sconforto, anche la noia rassegnata di chi vede tutto appiattirsi su universali banalita’ commerciali.
      E forse un po’ questo l’hai provato, credo. Ma dato che appunto dalle semplici, pulite e vere frasi che scrivi, traspare anche un senso di speranza, di bellezza e serenita’…io credo che tu abbia avuto comunque un’esperienza completa, che cercavi comunque.
      forse cercavi comprensione per il mancato riavvicinamento alla famiglia, perche’ ossessionato ancora dalla voglia di conoscenza; o serenita’ in luoghi privi del grande marchio con la M, visto che lo vedi tutti i santi giorni. E magari anche col tuo tentativo di passare ” inosservato” ed in modo compassionevole…cercavi in fondo di chieder venia e dar giustizia ad uomini e donne maltrattati dalla storia, dal tempo, dalla fame e dai turisti con la foto-ricordo.
      Un bel giro Fratello: forse ti stai rendendo conto che la vita in fondo si vive sempre in bilico, in precario equilibrio: possibilmente serenamente, come insegna il pescatore del lago Inle…

      ps: La foto dell’incontro col tuo Mini-me ( gia’ vista…) merita un pulitzer…davvero. L’altra meta’ della mela…fantastica ! :dreaming
      Eehhh si…PV a servizio delle Anime perse. E di chi ancora non ha perso l’Anima, Fratelli :ar

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 22 agosto 2014 at 9:23

      Bel racconto di viaggio e ottima disamina delle contraddizioni che hai incontrato in questo viaggio.
      Sono tempi strani questi ….dove la globalizzazione la incontri e la vivi proprio nei posti piu’ lontani e dove mai penseresti d’incrociarla.
      Forse e’vero che stiamo andando tutti in un unica direzione …….. speriamo solo non sia un buco nero .
      Salutoni e sopratutto grazie per aver condiviso un pezzo del tuo cuore con noi.

         0 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 22 agosto 2014 at 12:38

      CCSP Ti leggo ora….Bellissimo 3D…..Complimenti! E non sono i soliti complimenti di circostanza…Non mi andava di “cavarmela” con…”bravo,bella rece…”
      Ti abbraccerei! Sei una persona profonda,con una bella capacità di analisi! Il tuo racconto di viaggio e’ completo,introspettivo,godibile! E’ allo stesso tempo,offre spunti di riflessione su…”dove stiamo andando”, (se mai c’è ne’ fosse ancora bisogno) su l’inevitabilità di una Evoluzione/Involuzione a cui inesorabilmente siamo votati!
      Ecco a cosa serve…”IL VIAGGIO”…non è solamente uno spostamento corporeo & kilometrico! Non è solamente un freddo e asettico catalogo della lista della spesa, un accumulo di luoghi da collezionare! Come e’ altrettanto ovvio che non è solamente una trombata a zoccole in giro per il mondo e via!

      Ma sopratutto un moto di Umana & Introspettiva Conoscenza! Il constatare la scoperta piacevole, di “diversità” (oramai sempre meno diverse ahimè!) non ancora inglobate,fagocitate,digerite e rispuntate fuori in “confezioni regalo”. E subito dopo ritrovarsi a pensare malinconicamente, che,…tempo al tempo e l'”Omologazione”, la cosiddetta “Globalizzazione”,una delle più brutte parolacce coniate in questi ultimi tempi, farà ahimè inesorabilmente il suo Sporco Lavoro! Appiattendo,livellando,snaturalizzando, facendo perdere Memorie & Radici..uccidendo così facendo l’autenticità dei luoghi e delle genti!

      Io sono d’accordo, (purtroppo), con una citazione di uno scrittore americano, degli anni 30, un certo Sig. Henry Valentine Miller, (Il Colosso di Marussi),(Il Tropico del Cancro) etcc. Quando questi diceva:…” Il Mondo e’ un Cancro che si Divora da se stesso”. Ritengo questa, un immagine perfettamente calzante all’….”Essere Umani”.
      A mio modesto avviso stiamo vivendo attualmente un ” Medioevo Tecnologico”. Siamo…(tra parentesi)… “Fortunati”,sempre ironicamente parlando, ad essere testimoni e osservare dal di dentro il meccanismo di una progressiva decadenza su scala Mondiale..da cui credo purtroppo non ne vedremo uscita a breve termine…(se mai ci dovesse essere!)

      Per quanto mi riguarda,non essendo più in tenera età,cerco di prendere tutta sta’ MERDA (scusate il termine)…di “sguincio”, di “limitare” i danni, perché evitarli e’ impossibile! (Quello che ci potrebbe salvare e’ la Consapevolezza e la conseguente Accettazione della fragilità degli equilibri!)
      La fiumana di Idiozie Umana e’ in arrestabile! (effetto Zombies). Allora cerco, di trovare sempre qualcosa di buono & positivo in qualsiasi situazione,magari ricorrendo al cosiddetto “cazzeggio”,(se poi a qualcuno da fastidio…beh, pazienza nella vita non si può essere “simpatici”a tutti!) Sono stratagemmi senz’altro discutibili, (fosse pure un ridicolo alter ego come il PdN), ma che mi servano a salvarmi per qualche attimo ancora la Vita!
      Anche trovare, seppur per un secondo, ancora la piacevolezza del gioco, il gusto di una goliardata,di uno sberleffo! L’illusione di un incontro, essere consapevole della sua fragile inconsistenza, il guardare quello che ancora rimane di autentico,di genuino,di ancora incontaminato in un popolo…un tramonto,un alba ancora con stupore…sapendo che: voltandomi…proprio alle mie spalle…a pochi metri “qualcuno” “apparentemente”…appartenente alla mia stessa razza sta..devastando,deserificando,prosciugando,inquinando…distruggendo…Foreste,Mari e specialmente sta azzerando & lobotomizzando ! le menti ancora da formarsi delle nuove generazioni……..

      …Ma che me fai di’…a CCSP . Mo mi fai Filosofeggiare…?
      Chiedo scusa a @tutti per il pistolotto…embe’, oltre a
      Cazzegiare e inserire postare conigli da culo…,”sometime” qualche seria riflessione riesco ancora a tirarla su’.
      Buon proseguimento & buona Vita caro @CCSP…

         2 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming
      @dragodoro…e quest’è ammmMMMMmmmmore!
      Palla di Neve & Capa di Morto si baciano sotto un ciliegio in fiore… :lov :lov :lov
      :rotfl :rotfl :rotfl

         3 Mi Piace


      • onegold
      • onegold

      • 22 agosto 2014 at 13:31

      cit. “A volte mi pare quasi inutile viaggiare….tanto andiamo tutti nella stessa direzione.”

      Come non qotarti! ;-)

         0 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 22 agosto 2014 at 14:21

      Bellllisssssima @LittleTruths. …L’ammmmmmore oltre la mmmmorte! :dreaming il faccino…candido,innocente, spensierato del PdN accostato alla facciaccia affumicata, incartapecorita & inquietante del “cap d muert”…. :clap :clap :clap :doubleup

         1 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 22 agosto 2014 at 15:05

      E PPravo il nostro Cap’e’mmuort @CCSP ! sei riuscito a commuovere perfino la vecchia socipatica fredda incazzosa della Zietta deejay :goril :youdaman
      E sono ancora piu orgoglioNe di Cap’e’mmuort perche’ e’ pure delle mie parti… Tanta roBBa…
      Questo e’ Viaggiare con la “V” maiuscola !
      :ar

         0 Mi Piace


      • luporosso
      • luporosso

      • 22 agosto 2014 at 15:07

      @CCSP, non é una novitá che io trovi i tuoi 3D interessantissimi, in quanto memorie e impressioni di un VIAGGIATORE.
      @dragodoro ha giá scritto qui sopra molto di ció che avrei scritto io,quindi a me non resta che ringraziarti di cuore per questo 3D nel quale ti sei superato ancora una volta, e chiedere al Capitano @LittleTruths l’inclusione immediata del 3D nello Scrigno.
      Un abbraccio e grazie ancora. :youdaman :youdaman :youdaman :dreaming :dreaming :dreaming :clap :clap :clap

         1 Mi Piace


      • pelato
      • pelato

      • 22 agosto 2014 at 15:12

      :youdaman :youdaman proprio un ber racconto di viaggio da come ho letto in passato hai visitato mezza asia ,potresti pensare di vedere un po sto alternativo che so il brunei o il kirghizistan

         0 Mi Piace



    • CaVissimo @luporosso, Ottimizzo ™ la Sua proposta e La prego di accomodarsi e riportare il thread nello Scrigno…questa è casa Sua, ed é pertanto libero di fare come vuole. :ar

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 22 agosto 2014 at 17:17

      In primis vi ringrazio infinitamente, non sapete che piacere mi facciano i vostri commenti. Davvero.
      Credo che qualcuno di voi qualche pensiero personale espresso, se lo riveda nella sua mente e l’ abbia fatto a sua volta, dato che viviamo situazioni simili.
      La sensazione di cui parla @Aurelius l’ ho provata, a giorni alterni.
      “la noia rassegnata di chi vede tutto appiattirsi su universali banalita’”…..ecco, hai colto in pieno il punto. E da li un momentaneo senso di inutilità del viaggio.
      Come si dice dalle tue parti “La morte è na livella”…. si può dire pure della globalizzazione.
      Anche se per loro ancora ci vorrà tempo. Però è successo a tutti, e succederà anche a loro…..e quando perderanno il loro modo di essere e di rapportarsi agli altri, in cambio di un po’ di atm, ristoranti e discoteche avremo perso tanto, tutti…… i nostri eventuali figli e nipoti soprattutto.
      Da un altro punto di vista per me e facile parlare….se poi mi ammalo di qualcosa di grosso vado a curarmi da un altra parte, in ospedali” globalizzati”, non vado certo in Birmania da qualche segaossa. Non si può avere tutto, e ogni cosa ha aspetti negativi e positivi.
      Per cui non ho certo il diritto di dire come dovrebbero andare le cose, e nemmeno ho risposte.
      Sono comunque molto contento di essere arrivato in tempo e poter dire di averli visti per quello che sono davvero…..capisco ora chi racconta dei thailandesi degli anni 70/80, di cui allego un ritaglio sotto.
      Dici bene, si vive in bilico, sempre. Poi come spesso dici tu, uno può cucirsi addosso e vendere il personaggio che vuole, ma la verità è che ogni scelta ha lati chiari e scuri.
      Ci sono i giorni buoni in cui ci si sente liberi e altri in cui ci si siede a tavola e davanti si nota la sedia vuota. Si vive di stati d’ animo, ma non per questo uno deve snaturalizzarsi per paura….anzi, i lati scuri insegnano più di quelli chiari.
      Nello specifico a sto giro sto via 3 annetti, senza passare a vedere se sono tutti vivi, amici compresi, e a far vedere che son vivo a mia volta. Non ho trovato tempo per farlo, ma per farmi i cazzi miei dei mesi in giro si….è li la scorrettezza. Che mi ha fatto scattare paure e sensi di colpa….
      La foto dei due Capa di Morto is performed by Dragodoro ovviamente! :clap
      Palla di Neve ha voluto mille baht per un limone nel quale, come vedete, si rende poco partecipativo, e sta come sempre in favore di fotocamera…. Però devo dire che quel puloverino mi sta che è una meraviglia! :))

         1 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 22 agosto 2014 at 17:24

      TRATTO DA “Turisti per Caso”

      “Una volta, quando non conoscevo il Myanmar, era la Thailandia di cui mi ero innamorato. C’ero stato nel 1976, avevo 18 anni, ero ancora un” bimbo” che si era preso un periodo sabbatico. Casualmente al seguito di una ragazza olandese conosciuta a Bombay, avevo lasciato gli amici e la strada che stavamo percorrendo che ci avrebbe portato, seguendo ‘Hippy trail’ (di moda in quegli anni) a Katmandu. Arrivai con lei in Thailandia, a Samui dove rimasi per alcuni mesi. Quella era una Thailandia completamente diversa da quella di adesso, ma molto simile al Myanmar di oggi. Rimasi affascinato, estasiato e una volta tornato a casa, la nostalgia del Siam non mi ha più abbandonato, nemmeno quando vi sono tornato e l’ho trovata profondamente cambiata in peggio. Gli amici scherzando mi dicevano che ero affetto da Thailandite, una strana malattia che colpiva chi era stato nel paese del sorriso.
      Bene, a distanza di quasi quaranta anni, e grazie alla cura Myanmar, penso di essere guarito da quella patologia, anche se ho l’impressione di aver contratto un’altra malattia che difficilmente potrà essere curata, “la Birmanite”: l’unica cura è quella di tornarvi il prima possibile.”

         2 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 22 agosto 2014 at 17:46

      CCSP: Ci sono i giorni buoni in cui ci si sente liberi e altri in cui ci si siede a tavola e davanti si nota la sedia vuota.

      :doubleup

      CCSP: i lati scuri insegnano più di quelli chiari.

      Ci puoi scommettere bello mio ! :ar

         1 Mi Piace



    • :dreaming Ok, abbiamo capito Capa di Morto…lascia perdere i sodini e i lediBBoy per un po’ e torna a casa a mangiarti due piade e ballare alle serate di Raul Casadei e vedrai che tutto s’aggiusta. :victory ;-) :D
      In the meantime, beccati questo!
      http://www.youtube.com/watch?v=rDkvEfm6a-U

         2 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 23 agosto 2014 at 4:07

      Tirarmi fuori Raul ™ è un colpo basso, dato che su di me ha quasi il potere del gatto con la pianola e il papillon….
      Ci portai Palla di Neve a ballare il liscio al primo appuntamento! :))
      Per ricambiare caVo @LittleTruths, ti faccio un ragalo di egual, se non superior valore…..non ringraziarmi, mi raccomando, lo faccio con piacere! :))

         2 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 23 agosto 2014 at 9:21

      :)) :dreaming :))

      …ca va sans dire…Evvvrrrryyyyyyyyyybbbadiiiiiiii… :dreaming

      http://www.youtube.com/watch?v=DlOO-EkdTCM

         1 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 23 agosto 2014 at 10:09

      @CCSP
      La thailandia non e piu quella di 20 anni e chi ci e stato negli anni 90 sa a cosa mi riferisco quando ancora non esistevano ne social network ne i forum dove attingere alle info e prepararsi il viaggio ne al rimbambimento mediatico che hanno deviato le menti gia bacate dei thai. La thai rimane per me ancora un bellissimo paese da farci le vacanse ma sono la massa di turisti cazzoni uniti alla bramosia di denaro dei thai a renderla quasi invivibile. Ho letto il tuo racconto con il sorriso tra le labbra in quanto le tue considerazioni che hai fatto erano le stesse medesime che feci durante il mio ultimo viaggio in los 5 mesi orsono. La thai e diventata un amasso della peggior specie turistica e delinquente di tutto il globo terrestre. Solo una piccola nicchia d elite o di persone per bene si salvano facendo turismo intelligente senza sbracare. Io la consiglio sempre la thai a patto di frequentare i posti giusti ma sopratutto le persone giuste. La Birmania ho bei ricordi durante i miei visa run ai tempi ai riusciva ad arrivare fino a mandalay con un visto temporaneo di 5gg e quel posto mi metteva pace misticita’ assoluta abbinata a quel atmosfera di vero estremo oriente. Devo dire che pero’ le birmane non mi hanno mai entusiasmato anche se come popolo sono cento volte meglio dei thai. Umili e gran lavoratori e con un senso di fedelta’ alla damiglia e al proprio uomo. Finisco dicendoti bravo per questa tua bella esperienza che hai vissuto.

      Ps: ti fai un altro whv per OX oppure torni in itaglia alla fine di questa vacansa ?

         0 Mi Piace



    • :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull :skull

         0 Mi Piace



    • Vai tranqui Pella mia Capa Ti Morto che io in questi mesi di permanenza in itaGlia ho fatto il pieno di GiGGi D’Alessio, di Raoul Casadei, Di Toto Cotugno & di po poro popopopo tant’è vero che se entro una settimana non riesco a fuggire da quest’incubo mi sa che mando affanculo Piccole Verità e tutto il resto e mi dò alla neomelodica napoletana con una definita impostazione camorristico-celebrativa e chi s’è visto s’è visto. :skull
      Ripongo perciò tutte le mie speranze nell’aereo Transavia di cui detengo un biglietto e che venerdì dovrebbe salvarmi da questo sentiero di follìa che mio malgrado mi sono trovato ad imboccare.
      In the meantime…
      http://www.youtube.com/watch?v=_IR5z580cs0

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 23 agosto 2014 at 13:50

      @Zest vai in Thailandia dal 91 se non ricordo male con una sessantina di timbri o giù di li……il tuo contributo è much appreciated dato che sai bene di cosa si parla.
      Ho valutato ultimamente se tornare a lavorare per il mio primo capo e avere la possibilità di ottenere la residenza, ma poi ho scartato la cosa perchè si è spostato in culo al mondo e mi veniva male solo al pensiero, di stare più anni consecutivi dove è lui ora. Per cui ho chiesto un altro whv e sto aspettando la risposta, se me lo danno sarò li verso fine settembre, poi ti farò sapere! :doubleup
      @LittleTruths che dire….la neomelodica funzionerebbe anche meglio del mio puloverino! :))

         0 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 23 agosto 2014 at 17:10

      CCSP:
      @Zest vai in Thailandia dal 91 se non ricordo male con una sessantina di timbri o giù di li……il tuo contributo è much appreciated dato che sai bene di cosa si parla.
      Ho valutato ultimamente se tornare a lavorare per il mio primo capo e avere la possibilità di ottenere la residenza, ma poi ho scartato la cosa perchè si è spostato in culo al mondo e mi veniva male solo al pensiero, di stare più anni consecutivi dove è lui ora. Per cui ho chiesto un altro whv e sto aspettando la risposta, se me lo danno sarò li verso fine settembre, poi ti farò sapere!
      @LittleTruths che dire….la neomelodica funzionerebbe anche meglio del mio puloverino!

      Il primo viaggio in Los fu il 10 settembre del 1989 con altri 2 amici, di cui la mia prima vacanza fu esclusivamente a Koh Samui 16 notti (piu 3 notti a Bkk) che non esisteva ancora l’aeroporto, ma era una semplice capanna dove i bagagli li raccoglievi sulla pista di atterraggio. quella vacanza per me fu indimenticabile personalmente parlando, ma ebbi alcuni screzi con i miei due compari, quindi diciamo che me la sono goduta a meta, infatti dopo 2 anni come hai asserito tu nel 91 decisi di partire da solo e da quell’anno in poi e stato un continuo di andi e rivieni , dove quando atterravo al dong muang , mi venivano i brividi quello si che era un aeroporto, il vecchio e caro dong muang…. si sono arrivato a circa 60 viaggi in Thai , forse qualcosa in piu’, senza contare 7 anni da resident, ad ogni modo senza scomodare la retorica e vero la thai che mi ricordo io non esiste piu’ cosi’ come altri paesi, ma non potrebbe essere diversamente visto che la vita va avanti e noi con ella invecchiamo pure e vediamo tutto sotto un altra luce…

      ps: se sei giu’ a fine settembre vediamo a che punto sono io, se prolungo o meno la vacansa fidansa e quindi in tal caso beccarci o da me o da te oppure ritornare in Cina e farmi l’ennesimo fig@tour in solitaria :-)

         0 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 23 agosto 2014 at 17:30

      LittleTruths: Ripongo perciò tutte le mie speranze nell’aereo Transavia di cui detengo un biglietto e che venerdì dovrebbe salvarmi da questo sentiero di follìa che mio malgrado mi sono trovato ad imboccare.

      Ahio @LittleTruths nun e’ per porta’ jella ma qualche cazzo de vulcano in islanda s’e’ messo a fumare :rotfl :skull

         1 Mi Piace



    • DeeJay: Ahio @LittleTruths nun e’ per porta’ jella ma qualche cazzo de vulcano in islanda s’e’ messo a fumare :rotfl:skull

      Grazie Guf…ahem, volevo dire Zietta @DeeJay, mal che vada parto in auto/treno/deltaplano… :ar

         2 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 23 agosto 2014 at 18:23

      Ecchilo il permaloso! :rotfl

         2 Mi Piace



    • @DeeJay, bello il nuovo avatarro! :dreaming

         1 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 23 agosto 2014 at 18:45

      Na puCChiaCChiata esaGGerata :rotfl :rotfl :rotfl

         0 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 23 agosto 2014 at 18:49

      Eh no Pello mio, qui ci vuole un Gufo Mascarato ™ :rotfl

         1 Mi Piace



    • …eccoti accontentata, vecchia gufona che non sei altro! :dreaming :D :doubleup

         1 Mi Piace



    • Aggiungo anche i miei complimenti; racconto intelligente, prezioso, profondo, scorrevole, mai banale. Leggendo le tue parole sulla Thailandia: “Mi sembra impossibile realizzare che la Thailandia non mi appassiona più e nemmeno mi sa più di esotico, ma di routine…

      Più conosco i thailandesi e meno mi piacciono. Sono sempre stato molto indulgente e trovavo il loro modo di fare da vagabondi che se ne sbattono le palle di tutto e di tutti, in qualche modo “utile” ad un europeo….credevo che essendo noi troppo stressati dal nostro stile di vita, potessimo imparare qualcosa e darci una calmata.
      Ora invece la loro frequente noncuranza, incapacità lavorativa e arrogante presunzione di superiorità nei nostri confronti, mi irrita….
      Assieme alla difficoltà di stringerci qualsiasi tipo di rapporto che vada oltre una qualsivoglia transazione commerciale.”
      ho capito che sono esattamente i sentimenti e la delusione che provo anche io dopo soli 3 viaggi.
      Spero di leggere altri tuoi racconti così illuminanti che ancora una volta mi confermano quanta gente in gamba frequenti questo gran bel blog.;)

         2 Mi Piace


      • DeeJay
      • DeeJay

      • 24 agosto 2014 at 0:54

      @LittleTruths
      :rotfl :rotfl :rotfl
      Complice un paiodi bottiglie sto rotolando dalle risate
      :rotfl :rotfl :rotfl
      Chiedo scusa al compare @CCSP a nome del CapetAno per il supercazzeggio ™

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 24 agosto 2014 at 3:55

      Grazie @tusci! Ho letto più volte Travel Breath e anche te non scherzi, è un gran piacere averti a bordo! :doubleup
      @DeeJay ma si figuri, faccino, faccino pure! Siamo i Guardiani del SuperCazzeggio, la Nobile Arte che si tramanda di Padre in Figlio…. :dreaming

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 24 agosto 2014 at 3:58

      @LittleTruths deve essersi scaricato da poco un programma per le immagini tipo quello che ha Dragodoro…. :)) Mi sa che ne vedremo delle belle! :dreaming

         0 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 24 agosto 2014 at 9:01

      EcceZZZionali sia i testi che le foto, difficile leggere rapporti di viaggio di qualità e profondità paragonabili. Tra le altre mi ha colpito la tua riflessione sui sensi di colpa per il tempo sottratto a famiglia e amici, o forse per non poter condividere certe sensazioni. Ma non ci puoi fare niente, come non puoi far niente contro la globalizzazione e la contaminazione: sarebbe come cercare di arrestare il tempo. Pero’, la globalizzazione non andrà sempre nello stesso modo, la storia è imprevedibile e irripetibile, non è detto che la Birmania segua la stessa traiettoria della Thailandia. Come stiamo vedendo, ad esempio i musulmani hanno altre idee e sono fortemente determinati ad imporle…

         1 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 24 agosto 2014 at 16:23

      Caro @Matt, gracias amico……
      Bè, io ci spero tanto in quello che dici e non possiamo sapere come andrà…. anche se a me sembra di vedere storie che si ripetono un po’ ovunque, da sempre.
      Che si ripetono come le guerre….più o meno per la solita, stessa manciata di motivazioni ( etnie, soldi, religioni, confini, politiche avverse e poco altro)
      Senza che nulla di tutto questo, porti a un vero e risolutivo cambiamento…..
      E’ una cosa che non ha capo ne coda, e forse il mondo è fatto apposta così….o almeno è l’ unica spiegazione plausibile che mi sono dato. ..

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 26 agosto 2014 at 17:43

      il Signore dalla Capa di Muort’ @CCSP riesce sempre a non lasciarmi indifferente con i suoi scritti, riesco con molta facilitá ad “identificarmi” con le osservazioni e le considerazioni che ci offre: sará perché la sua vita solitaria e girovaga é un poco quella che stavo preparando per me stesso e che gli Dei invece non avevano in serbo per me, trovo lietamente vicini alla mia sensibiltá
      i suoi scritti. :D

         0 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 26 agosto 2014 at 17:44

      come si puó notare anche se scrivo poco i miei livelli di FdD non sta scemando affatto :Whis

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 26 agosto 2014 at 20:27

      Signor @AtiLeong, la stima è ampiamente ricambiata! :youdaman
      La Froceria da Diporto pure! :))

         0 Mi Piace



    • :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman :youdaman
      Sei un grande, che aggiungere? Potrei aprire un dibattito riguardo alle loro credenze ma preferisco preservare la bellezza del tuo scritto caro @CCSP. Mi fa piacere che la situazione sia migliorata, credevo fosse sconsigliato recarsi in Birmania, un altro posto nel mirino, prima che sia troppo tardi :skull

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 31 agosto 2014 at 5:36

      Caro @Epicuro, grazie! :doubleup
      Ora si può andare nella maggiorparte del Paese anche se alcune zone sono vietate ai turisti, e altre come Kengtung (la città del ex Re dell’ oppio nonche capoluogo della regione del Triangolo d’ Oro) sono raggiungibili solo in aereo, causa zone vietate che si frappongono ad esse.
      Andare prima che sia troppo tardi, dici benissimo……ne vale la pena! ;-)

         0 Mi Piace



    Post a Comment!