• epicuro
    • Epicuro

      school
    • 16 gennaio 2016 in Viaggio

    Dalla Francia alla Croazia in moto, uno dei viaggi più belli.

    Quel senso di libertà che avverti quando viaggi con la motocicletta è meraviglioso. Poche cose, un sacco a pelo, lo spazzolino, la carta igienica e ti senti il padrone del mondo. Nantes è nella parte occidentale della Francia, cosi’ decido di seguire la Loira e visitare i famosi castelli, tra i quali quello di Amboise che contiene la tomba di Leonardo da Vinci, che io considero il più grande genio di tutti i tempi.

    Nonostante si tratti di castelli sputtanati, trovo pochissime macchine lungo il tragitto, Chambord e Chenonceau sono assolutamente favolosi (foto a seguire), dopo aver visitato i 4 più famosi faccio tappa a Bourges, proprio il giorno della Festa della Musica, organizzata ogni anno il 21 giugno in tutte le città della Francia.

    Con la moto non puoi permetterti di ubriacarti, è pericoloso, tuttavia amo la festa e mi ritrovo in una specie di accampamento in mezzo ad altri motociclisti venuti dal Belgio e dall’Olanda, tutti Custom, e si inizia a ballare, a divertirsi, chiappe, zinne, orecchie, tonsille, etc. Ci si ritrova sempre a strusciarsi con qualcuna, bella o brutta che sia l’alcool genera un’adrenalina che ha bisogno di essere calmata, e cosi’ ti ritrovi il giorno dopo con una che vuole la carezzina ma che somiglia vagamente ad una scimmia.

    Da Bourges, attraversando l’Auvergne e la regione del Rodano, si giunge al confine con l’Italia, e li’ si puo’ scegliere se passare dal tunnell del Fréjus oppure dal Moncenisio, come ho fatto io: è un panorama mozzafiato, fa freddo ma in quel momento realizzi quant’è bella la Terra.

    Anche se ormai si fa buio, decido di tirare il più possibile fino a Firenze, e la vista di questa splendida città dal Piazzale Michelangelo ti ripaga della fatica del viaggio. Il caro Daniele mi attende a Pontassieve con una bistecca alla Fiorentina da 5 chili, al sangue, ma non c’è tempo per dormire perchè mi aspetta una festicciola con ragazze brutte e difficili. Stanco ma non distrutto, preferisco fare un giretto nei pressi di Piazza del Duomo prima di dormire.

    Da Firenze a Napoli è il viaggio più semplice ma anche più monotono, perchè in autostrada in moto ti rompi i coglioni, poi Prendo la Basentana che attraverso la Basilicata mi fa giungere a Lecce. Giusto il tempo dei bacetti alla famiglia che si riparte con l’amico di sempre direzione Croazia. Da Bari a Dubrovnik col battello e poi giù in direzione Montenegro, a Budva. Siamo subito colpiti dalla bellezza delle fanciulle, che scopriamo essere serbe in vacanza, purtroppo le ho trovate di difficilissimo approccio quindi, oltre ad un banale giretto con le moto stabiliamo contatti per un futuro improbabile.

    Il Montenegro mi è piaciuto tanto, in particolare la zona di Kotor, dove mi sono fatto il bagno ignaro del fatto che ci fosse uno scarico di sostanze nocive proprio in quella zona.

    Due giorni di sosta e di piacevoli scoperte prima di risalire in Croazia e dirigerci verso l’Isola di Hvar. Durante il viaggio, in costume da bagno, c’è un pezzettino di Bosnia, e li’ ci ferma la polizia, siamo senza caschi e lorovogliono essere pagati subito, in marchi tedeschi.

    Ora, io dico, per quale cazzo di motivo un italiano che abita in Francia e che viaggia in Croazia dovrebbe avere marchi. Cosi’ mettono le manette al mio amico e mi urlano di cercarli nella banca della città, urlando come ossessi. Entro in banca in costume da bagno e mi gridano tutti addosso, cosi’ disfo lo zaino, mi vesto e cambio le Kune. Al ritorno trovo il mio amico per terra, pancia sotto, che si dimenava, caccio trenta marchi (15 euro) e questi merdosi tolgono le manette, ridono e se ne vanno, felicissimi.

    L’isola di Hvar è un sogno, quando scendi la moto dal traghetto e la percorri ti trovi dei paesaggi surrealistici, ahimé dei paesi che ho visitato (39) è senz’altro la Croazia il meno ospitale. La sera, passeggiando, ci dicevano “Italia? Buona sega!!!” e ridevano come coglioni. Poi, una sera, il fattaccio: al mio primo abordaggio in terra croata, gentil donzella volle farsi accompagnare in locale tipicamente croato, fuori dal circuito turistico. Sguardi cagneschi verso la mia persona, mi presenta agli amici e nessuno mi stringe la mano, parlano nella lingua loro e ridono di me. Lei dice “andiamocene che è meglio” ma all’uscita uno butta la moto a terra e la sputa. Le chiedo se è il suo ex e lei dice che è un coglione, poi pero’ si allontana inspiegabilmente e mi lascia li’. Non sapendo che fare, alzo la moto, con lo stronzo accanto, appena mi guarda gli tiro un pugno, lo sputo e scappo via per non farmi massacrare dai suoi amici, con la benzina che fuoriusciva dal serbatoio.

    Spiego tutto al padrone di casa, che si scusa in nome della sua città e mi dice di stare tranquillo d’ora in avanti, e cosi’ è stato. Poi l’ultima sera prima di partire mi butto su una  simpaticissima di Cava dei Tirreni e consumiamo in spiaggia (pazzesco, per me campane e pugiesi le più difficili del mondo).

    E’ difficile dire quale posto mi sia rimasto più nel cuore, e puo’ far sorridere parlarne qui considerando i posti esotici visitati da tanti di voi. Probabilmente, quell’attimo prima di dormire, all’aperto, nel sacco a pelo accanto alla moto, è quanto ti rimane di più del viaggio, la spensieratezza, l’assenza di responsabilità, il poter decidere della tua vita a tuo gradimento senza pensare se piove, se fa freddo, se ci sono alberghi economici, se c’è fica, questa passa addirittura in secondo piano. E’ la filosofia di Kerouac, “On the Road” ed è affascinante proprio in tutte le sue difficoltà ed in tutti gli imprevisti.


    Epicuro ha scritto anche:




    • Il Castello di Amboise con accanto il Manoir di Clos-Lucé. Attraverso un sentiero nascosto, Francesco I, re di Francia, rendeva visita a Leonardo

         1 Mi Piace



    • UN’ALTRA MERAVIGLIA DELLA ZONA/ AZAY LE rIDEAU

         1 Mi Piace



    • Probabilmente, il più maestoso, 350 stanze (200 camere da letto): Chambord

         1 Mi Piace



    • Quello più riconoscibile che chiude l’itinerario castelli: Chenonceau

         1 Mi Piace



    • La Protagonista

         0 Mi Piace



    • Eccola

         0 Mi Piace



    • Bourges, prima tappa

         1 Mi Piace



    • Il Mont Cenis, al confine col Piemonte

         1 Mi Piace



    • Riprovo con la moto

         0 Mi Piace



    • Firenze

         1 Mi Piace



    • Lecce

         1 Mi Piace



    • Budva

         1 Mi Piace



    • Kotor

         1 Mi Piace



    • Dubrovnik

         1 Mi Piace



    • Hvar

         1 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 16 gennaio 2016 at 20:26

      Bel viaggio! Quando lo facesti?
      I castelli della Loira (insieme a quelli della Dordogna) li ho fatti in macchina da giovane con fidanzata e poi 5 anni fa con moglie e figlio. Vacanze in moto purtroppo io mai, perchè a 16 anni mi sono schiantato e son dovuto stare un mese in ospedale, e da allora me la faccio sotto e uso solo il motorino d’estate se fa bello per tragitti di max 5 km.

         1 Mi Piace



    • Questo viaggio è del 2000 @Matt, poi ne ho fatti tanti altri fino al 2006, con la prima figlia ho smesso ed ho solo effettuato tragitti in zona. Ti capisco perchè la moto è pericolosa, non ti dico quando becchi temporali, grandine e varie (a Susa spessissimo).
      A Phuket 3 anni fa ho noleggiato una moto e mi sono fatto tutta l’isola, con la guida a destra agli incroci era un casino ma mi è andata bene :skull
      Grecia, Macedonia, Bulgaria, tutti posti ideali da girare in moto. Il mio progetto era di arrivare fino in Svezia ma non l’ho mai realizzato, meglio con la nave ;;)
      Anche la zona dei castelli della Borgogna è bellissima, i vigneti stratosferici, stanno a soli 100 km da me quindi andiamo spesso.

         1 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 17 gennaio 2016 at 0:08

      Bello questo suo giro, mosieur @epicuro
      credo che qua é la ne avesse giá fatto cenno in passato solo che non in modo cosi esplicativo e sistematico.
      Che i croato-dalmati sappiano essere un poco stronzi é purtroppo cosa nota.
      Quel che gli rode forse e che quelle terre fino a non troppo tempo fa erano latine, piú italiane che slave ( le varie etnie convivevano sotto l’egemonia della Repubblica di Venezia ) e vi sentivi parlare il Veneto-Giuliano per non dire il Morlacco o Dalmata ( lingue neolatine un poco simili al romeno ).
      Sono state slavizzate per interesse dagli Ausburgo nel XIXº secolo ( l’irredentismo croato era meno pericoloso ).
      Poi i nazionalismi del XXº secolo e il disastro della 2ºguerra han fatto il resto.
      Nel nordest non é cosi difficile avere vicini e amici con cognomi chiaramente slavi di quelle parti li, con storie familiari di fughe precipitose alla fine della guerra magari per evitare spiacevoli rappresaglie.
      Malgrado questa vicinanza storica e culturale ho spesso respirato, anche in epoca “jugoslava e titina ” a volte una certa ostilitá da parte di quelle genti.
      E per contro un paio di casi ospitalitá direi addirittura commovente da parte di famiglie di etnia italiana.
      Ci sono ferite storiche che, anche se pare di no, non si sono ancora rimarginate.
      Chiusa questa parentesi un poco “nazionalista” di cui mi scuso, ma é un vecchio cruccio……
      ma mi spieghi :
      ” mi aspetta una festicciola con ragazze brutte e difficili ….”
      :-?
      Ma se erano dei cessi in che modo potevano essere difficili ???
      Non le si caga e punto…… :)) :))
      Sapesse quante volte mi é successo…
      :ouch
      Dev’éssere per questo che son diventato un professionista in far lo stronzo :D

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 17 gennaio 2016 at 10:32

      Bel tour, è bellissime foto @epicuro fatto in moto poi…il massimo! :dreaming

         1 Mi Piace



    • Grazie per il chiarimento Dottor @AtiLeong, e non le dico la sgradevolezza se dovesse addentrarsi nella parte interna, in città come Kutina o Slavonski Brod, con il proprietario dell’Hotel Garten che ti tira le chiavi in faccia :)) e se gli chiedi dov’è il centro ti dice “Da quella parte” sbuffando ;;)
      Per quanto riguarda Firenze, credo che la colpa fosse dei miei amici che arrivarono già col cazzo in tiro, assatanati, per cui venivamo regolarmente allontanati. Quel poco che potetti ascoltare sentii “Richard Gere è carino, anche Tom Cruise non è male comunque, ha begli occhi ” Ma Vaffanculo :)) esigenti daccordo, ma qui si entra nel campo della follia :timeout
      Ovviamente sono daccordo con lei, non le si dovrebbe cagare, il problema era l’eccessiva passione maschile. Un piccolo soggiorno in Montenegro, al cospetto delle Serbe in vacanza, le avrebbe senz’altro ridimensionate ;;)

         1 Mi Piace



    • Caro @Dragodoro, spesso è il triangolino nero con gli interni fucsia a farci da GPS, per cui non si considerano i posti più vicini. Devo dire che comunque l’effetto che mi ha fatto la Thailandia tre anni fa è stato sensazionale, di gran lunga superiore a Cuba. Ritrovarmi tra i templi di Bangkok, il Palais Royal, cenare al ristorante di fronte al Wat Arun, non ha prezzo, per non parlare delle isole Similan, delle Phi Phi o dell’isola di James Bond :yay
      Tu ormai ci sei abituato, per me lo spaesamento risentito in quei posti esotici è ineguagliabile. Quando si viaggia in Europa invece si è consapevoli delle similitudini con le nostre origini e si apprezza maggiormente l’arte, l’architettura, che tuttavia ti possono lasciare a bocca aperta. Accanto a Lisbona, in zona nordatileonghese, ricordo il Palaço do Pena, a Sintra, favoloso.

         0 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 17 gennaio 2016 at 12:09

      D’accordo @epicuro! Certamente “triangolini” neri a parte e…soffici moquette fucsia che comunque hanno il loro “sporco” perché, andando a completare gli usi & costumi dei luoghi che si visitano!
      Avendo passione per l’Arte e avendo fatto studi in quella direzione, ritengo, che la cosiddetta Vecchia Europa non sia seconda a nessuno in fatto di bellezze Artistiche!
      Anche se, chi “dovrebbe” essere preposto alla sua salvaguardia, per motivi, mi riferisco sopratutto al nostro BelPays, che sappiamo, il più delle volte… se ne sbatte le palle!
      Un esempio su tutti vicino a noi, la Meravigliosa Pompei! Altro che, (con tutto il rispetto) Machu Picchu o lo stupendo Angkor Wat…etcc…
      Pompei: Unica al Mondo, che, se non fosse stata costruita a suo tempo da gente con i controcazzi, si tiene ancora in piedi sulle “sue gambe!”…(Aivoglia ad aspettare le nostre cosiddette Maestranze & addetti ai lavori & Beni Culturali!) Sarebbe andata giù da un pezzo! Meglio lasciar perdere!
      Hai citato la Thai. Anche se ne ho “subito” con grande gioia il suo indiscutibile fascino, non solo per il mandorlato (come tutto l’Oriente d’altronde).
      Ma non sono un esterofilo tout court e ritengo che tutto il Mondo è Paese!
      E, che le magagne per usare un eufemismo & scheletri negli armadi ci sono dappertutto! E che, i famosi Paradisi sono quelli che guardiamo ancora con gli occhi del bambino che ci abita, ancora con la voglia di Meravigliarci & Stupirci!
      Diciamo, che in certe luoghi del Mondo, la gente e per così dire più “innamorata” delle sue Origini e orgogliosa delle sue radici! Ed è ancora disposto a difenderle! È questo li rende ai miei occhi Migliori, facendomi sentire…a casa!
      Laddove, noialtri, umiliamo & svendiamo a mercatini rionali da 2 euri là nostre Origini e le nostre radici!
      Insensibilità, corruzione, connivenze, tornaconti personali, strumentalizzazioni, potere…etcc…Fatto rimane, per quanto mi riguarda, che la stima verso questo paese sta attualmente a Zero!
      Mentre al contrario da qualche parte dentro di me, riservo & conservo gelosamente i Capolavori che hanno fatto in passato questa Terra, la Terra di Elezione di tanti Artisti & Poeti.
      Belle cose & Buona Vita.

         2 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 17 gennaio 2016 at 13:17

      Ben ritrovato Amico @epicuro , mi ricordo di questo viaggio, ne avevi accennato all’occasione. CaZZo che memoria, all’occasione provo a rimettere in moto il mio monocellula e ti racconto di quella gita mitica alle medie :))
      A parte le cazzate, molte delle tue tappe le ho fatte, i Castelli no, idea valida per un tour estivo cabrio, me la segno :dreaming ;-)

         1 Mi Piace



    • Ricordo compare mio la visita di Pompei come un luogo incredibile, senz’altro il più bel sito archeologico che io abbia mai visto, con tutto il rispetto per i templi di Agrigento o Efeso in Turchia. Rimasi abbastanza deluso invece da Olimpia e da Paestum.
      Ti ho sempre considerato un artista, scoprire che ami anche l’arte mi fa piacere. Purtroppo sappiamo quante poche attenzioni siano dedicate alle nostre attrazioni, ma cio’ non ha impedito all’Italia di diventare il primo paese per numero di beni dell’Unesco, nonostante le modeste dimensioni :doubleup Noi possiamo solo ammirare e sperare che siano maggiormente messe in valore anche altre zone del nostro paese, facendo astrazione di tutte le porcherie che stanno intorno.
      Tu pensa che vicino Lecce ci sono delle grotte preistoriche importantissime, come la grotta del Cavallo o la Grotta dei Cervi, che non conoscono neanche gli abitanti dei paesi limitrofi.Analogamente una qualsiasi stronzata qui in Francia viene messa in risalto in maniera incredibile e talvolta creata ad arte per sfruttarla turisticamente.
      A Nord di Nantes c’è la foresta Broceliande, sempre affollata per il Castello di Re Artù, la tomba di Mago Merlino, il lago della fata Viviana (sorella di Morgana) e persino Excalibur, la Vera :)) spada conficcata nella roccia. In Galles hai le stesse cose :)) Sul primo uomo sulla terra poi, vai in Francia e ti parlano di Lascaux, in Spagna di Altamira, in Austria di Willendorf, ma quali cazzo sono i primi segni? :-? I nostri siti sono più antichi, ma lo sono ancora di più quelli etiopi.
      La differenza è che i nostri non se l’incula nessuno. Hai ragione compare, deve cambiare la mentalità ;;)

         1 Mi Piace



    • Caro Michele, non sai quanto mi fa piacere ritrovarti qui, pensavo che stessi incazzato con me e non ne capivo il motivo. Tu in mezzo all’arte ci sei nato, per me Venezia, Firenze e Roma sono le città più straordinarie, quindi è difficile di meglio. Per me l’Italia è superiore alla Francia in tutto, in particolare dal punto di vista umano, ma devo riconoscere che l’interno dei castelli francesi cosi’ come il colore della campagna (tranne nella tua regione) sono più belli in Francia (Versailles, Fontainebleau, Vaux le Vicomte). Una visita dei castelli, soprattutto con la morosa, è quanto di meglio tu possa fare, considerando che l’Italia l’avete fatta quasi tutta e che lei apprezza ritengo sia proprio l’ideale.
      Tra l’altro, se proprio vuoi stupirla con effetti speciali, di fronte a Chambord, quello favoloso, c’è un alberghetto, niente di che, ma la mattina, se la porti di notte, apri la finestra e SBAAAAAAM. C’è anche il vantaggio di averli a breve distanza uno dall’altro e in strade non trafficate, con solo due corsie ma belli proprio per questo. Se ci vai mi racconterai, ovviamente se non li hai fatti Versailles e Fontainebleau all’interno sono pazzeschi :heyhey

         2 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 17 gennaio 2016 at 13:46

      @epicuro , incazzato con te !? Ma di che!? Forse a volte più distratto e meno presente per tutti i cazzi che ho dovuto affrontare in famiglia il mese scorso, magari quello si.
      A volte ho l’impressione che tra tutti mi state diventando delle checche acide (anche se con i cappelli maGGici, s’intende, ci mancherebbe altro) ;-)

         2 Mi Piace



    • :)) :)) :)) Io sono quello verde :))

         2 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 17 gennaio 2016 at 17:21

      Veramente bello devo dire, con un’ atmosfera di viaggio un po’ diversa dai nostri report usuali!
      Il carattere di merda che spesso hanno in est europa è proprio una delle cose che mi ha sempre frenato dal visitare la zona più a fondo di quello che in realtà ho fatto…

         1 Mi Piace



    • Bello si’ CCSP, come posti è banale, è la moto a mio avviso che dà il senso di questo viaggio.
      Invece devo dirti che non sono sgradevoli in tutta l’Europa dell’est, per esempio, contrariamente a quanto si possa pensare, in Romania ho avuto un’accoglienza favolosa, come in Bulgaria. E’ proprio in Bulgaria (sono di parte pero’) che ho riscontrato caratteri forti, diretti, che parlano in maniera chiara e trasparente, anche se all’inizio possono sembrare poco socievoli almeno sai con chi hai a che fare e non ti pugnalano alle spalle come purtroppo fanno gli ipocriti francesi o italiani stessi;;)
      Per la Grecia il discorso cambia, a Corfù ce l’hanno a morte con noi per ragioni storiche, nel 1923 Mussolini l’ha occupata per colonizzarla (io ci ho lavorato in quell’isola)
      Addirittura Mussolini ha raso al suolo un intero villaggio e sterminato la popolazione nella Grecia continentale, se ricordo il nome lo scrivo, mentre quando loro vengono in Italia dicono sempre “italiano amico, stessa faccia stessa razza”, anche se non ci sopportano.
      Ho capito @dragodoro perchè ti è piaciuta tanto Pompei, perchè hai scoperto l’affresco di Dragodorus Pompeianus Romanus, il tuo trisavolo

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 18 gennaio 2016 at 9:43

      @epicuro
      “Ho capito @dragodoro perchè ti è piaciuta tanto Pompei, perchè hai scoperto l’affresco di Dragodorus Pompeianus Romanus, il tuo trisavolo”
      …Ecchilo qua’! Sapevo che sarebbe saltato fuori Jimmy il fenomeno superdotato del Lupanare PompeiAno! Beh…sempre di d’Arte si parla!
      Mybe, in una vita passata, chi lo sa’, caVo Socio, ci saremmo certamente incrociati tra, una Go-Go Tavern, ed un Saunarium/Massaggiarium, nella famosa (all’epoca) Soi VI Lupanarus, in quel di Pompei!
      Ricordi?…Quella al numero civico 69 in contrada Isola della “Zoccola Vecchia!”
      Ha volte ho dei Deja vu. Mi torna in mente insistentemente, la famosa Regina dei Lupanarus, certa Jolanda Pecorinia Pompinus da SecondigliAnus.
      All’epoca ricercatissima meretrice & gettonatissima sul famoso Social di allora “Figarium Bookinarius”… spero si scriva così). Con più di 100.000 e dico 100.000 Fucklower!
      Per non parlare del Giornalino con uscita settimanale, “Gnoccus in Fabula”. Con un Tira-Tira di più di 423 copie! Un vero Record a quei tempi!

         2 Mi Piace


      • dragodoro
      • dragodoro

      • 18 gennaio 2016 at 9:47

      Riguardo la Grecia @epicuro l’ho girata parecchio in tempi passati, anche lavorandoci in trasferta. Personalmente non ho mai avuto problemi.
      In special modo le isole vulcaniche Cicladi che amo particolarmente. Che considero come i Caraibi del mar Egeo e che consiglio caldamente, agli amanti del mare, (forse ci sei stato).
      Non parlo di quelle sputtanate tipo Milos, Santorini, Paros,…etcc… Per non parlare di Mikonos, “famosa” per i frequenti raduni di “trenini” e della sua movimentata FdD. Dove chissà un giorno potrebbe essere la Perfect Location per un Pink Party di PV. Ma a un tiro di schioppo da Mikonos, c’è la piccolissima Delos, con un altrettanto piccolo ma prezioso museo.
      Samos vicino la costa Anatolica a due passi da Efeso, con il suo liquoroso vino dolce, il Samos appunto.
      Se non ci sei stato, sapendoti amante del mare, ti consiglio le Piccole Cicladi, a sud della grande e godibilissima Naxos, un arcipelago nell’arcipelago. Isole riservate, piccolissime quasi degli scogli. Ricci grossi & polposi come pesche da farci indimenticabili spaghettate…Meravigliose!
      Parlo di koufonissi,Skinoussa,Iraklia,Keros. Piccole perle il tutto da visitare, (potendo) in Aprile/Maggio, lontano dalle orde del turismo estivo!
      Vederle fiorite in questo periodo e’ una favola! Bella anche Kastellorizzo (Megisti),situata a 3 km. dalla costa Turca e dove è stato girato il film Mediterraneo di Salvatores.
      Bye.

         2 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming

         0 Mi Piace



    • Minchia socio @dragodoro, le conosci meglio di me quelle isole, io ho fatto Ios, Mikonos e Santorini, che tra l’altro ha prezzi di Portofino. Io a Samos ci sono nato, nel 342 A.C. ;;) scherzi a parte, Epicuro, malato e stanco, ha voluto morire annegando in un’immensa botte di vino, magari proprio il Samos di cui parli, non lo so, affermando la famosa frase:”non bisogna avere paura della morte, perchè quando c’è lei non ci siamo noi, e quando ci siamo noi non c’è lei”.
      In quelle isole infatti sono squisiti, hanno messo da parte l’occupazione tedesca e italiana ed hanno pensato ad arricchirsi col turismo, mentre vicino a Larissa ci odiano per lo sterminio nel villaggio di Domeniko del 1943. Per quanto possa sembrare assurdo, l’odio è ancora fortissimo e si estende in tutta la Tessaglia.

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 19 gennaio 2016 at 21:58

      Bellissimo viaggio fratello @epicuro … e bellissime foto ..
      Che dirti … posta sta cazzo di moto .. o almeno indicaci il modello che ce la cerchiamo noi…haahhahah
      Per Pompei .. nulla questio … ma quando torni da queste parti ci spariamo Ercolano ..meno famosa ma molto piu’bella e ben conservata … pensa che ci sono i mobili e gli arredi …oltre le case interamente conservate con tutti gli affreschi.
      Talmente ben conservata…. che nelle fogne vi erano ancora i residui … tanto da poterci far capire realmente cosa mangiavano … ricerca unica al mondo.
      Per non parlare dell’ anfiteatro romano detto il colosseo Di Capua …. struttura romana del I sec. Secondo solo al piu’ famoso Colosseo di Roma .. ma meglio conservato nei sotterranei.
      Insomma da vedere abbiamo tanto ….. ma purtroppo tutte queste belta’.. servono solo a creare dei carrozzoni di dipendenti che portano tutto in perdita.

         3 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 19 gennaio 2016 at 22:31

      Perdon caro… ecco la moto…..
      Non e’ che mi sono rincoglionito del tutto … solo che il bloggolo mi ha messo in attesa e non mi faceva puBbblicare …..
      Dicendo che stavo scrivendo troppi messaggi…e troppo rapidamente

         1 Mi Piace



    • Fratello @dionisio, la prossima volta che passo sarai direttamente mio ospite sulla nave con la Dionisia, dopo 10 crociere non mi faranno storie, previo prenotazione è possibile far salire a bordo ;;) Ercolano è uno dei tre posti al mondo (oltre ad Atene e Samos) dove ci sono i testi originali di Epicuro :doubleup quindi per me sarà un doppio piacere.
      La Kawasaki VN 800 non è il tuo stile, è più per sboroni come me, so che preferisci le sportive per tirare a 220km ;;) Come viaggio è normale, il problema è l’autostrada, due palle…Molto più interessanti le strade sulla costa o quelle di campagna ;;) ma lo sai meglio di me.

         2 Mi Piace



    • dionisio:
      Bellissimo viaggio fratello @epicuro … e bellissime foto ..
      Che dirti … posta sta cazzo di moto .. o almeno indicaci il modello che ce la cerchiamo noi…haahhahah
      Per Pompei ..nulla questio … ma quando torni da queste parti ci spariamo Ercolano ..meno famosa ma molto piu’bella e ben conservata … pensa che ci sono i mobili e gli arredi …oltre le case interamente conservate con tutti gli affreschi.
      Talmente ben conservata…. che nelle fogne vi erano ancora i residui … tanto da poterci far capire realmente cosa mangiavano … ricerca unica al mondo.
      Per non parlare dell’ anfiteatro romanodetto il colosseo Di Capua …. struttura romana del I sec. Secondo solo al piu’ famoso Colosseo di Roma .. ma meglio conservato nei sotterranei.
      Insomma da vedere abbiamo tanto ….. ma purtroppo tutte queste belta’.. servono solo a creare dei carrozzoni di dipendenti che portano tutto in perdita.

      …ed ecco la Vergogna che prende il sopravvento sul miserabile LittleTruths sSiore e sSiori… :dreaming …se fate silenzio possiamo riuscire a sentire il suono della sua pelle che si accartoccia per l’imbarazzo! :-S :dreaming
      Io che praticamente lì ci sono nato, devo ammettere con immensa Vergogna, e sottolineo Vergogna con la V maiuscola, che questi siti di Ercolano non solo non li ho mai visti, ma non ne avevo mai nemmeno sentito parlare in questi termini.
      Il quartiere da cui vengono a Torre del Greco è quello vicino al mare, a nord del porto, giusto a ridosso della stazione ferroviaria, a trecento metri da dove finisce Torre del Greco ed inizia Ercolano.
      Adesso vado a mettermi in castigo dietro alla lavagna. Ci vediamo dopo. :unlov

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 24 gennaio 2016 at 15:59

      Se la puó consolare sSior Capitano quello che accade a lei é qualcosa di abbastanza usuale: ci hai le robe sottocasa e : o ti ci porta la sQuola in visita di studio o ci hai un ospite ( tipo le bambine / moglias etc…russe del DrMichael ) che ti invoglia o per una ragione o un altra non ci vai mai.
      Alla Cappella degli Scrovegni
      ( capolavoro pittorico di Giotto in centro a Padova ) ci sono andato col grembiulino delle elementari e quasi 20 anni fa per accompagnare una amica che studiava arte in Francia ( nun fateve idee ….era na mulatta cicciona, ma simpatica. ) : ai miei figlioli ( e moglie ) non ce li ho portati MAI.
      Vengo a raggiungerla dietro la lavagna, la maestra non vede e possiamo far scambio di figurine : celo, celo,
      celo, celo…manca… :-P

         2 Mi Piace



    • :)) :)) :)). Oddìo, chi lo avrebbe mai immaginato di ritrovarsi come compagno nella Vergogna nientepocodimeno che l’acCULturatissimo sSior Leone!?!?! :rotfl
      :dreaming :bz :ar
      Daje sSior Leone, celo, celo, manca!!! :clown

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 25 gennaio 2016 at 1:03

      Se fate i bravi … promettete di non prendermi per il culo … in senso ironico (per il senso fisico qui nessuno si e’mai tirato indietro ai trenini….) vi porto in giro a Pompei … con tanto di spiegazioni sulla vita vera ai tempi dell’eruzione 23-25 Ottobre del 79 d.c. …
      Per il momento vi dico solo una chicca … con l’ eruzione del vesuvio … ed a seguito dei numerosi terremoti .. gli ingegneri dell’impero romano misero appunto il primo sistema di costruzioni dei muri antisismico … creando per l’occasione l’opus reticolatum … presente appunto dal I sec a.c. in poi .. e ne abbiamo prime tracce proprio nel teatro romano di neapolis .. dove amava esibirsi Nerone .. famoso perche’durante uno dei suoi spettacoli ..orrido come al solito.. a quanto ci e’dato sapere.. fu interrotto da un ruggito del vesuvio che scateno’un terremoto ..ma il folle Nerone lo interpreto’ come un plauso degli Dei .. e continuo’ ad esibirsi.
      Nerone ci lascia ne 68 d.c. …. quindi quando si scatena l’inferno a Pompei lui gia’non c’era piu’ .. ma siate buoni nel giudicarlo…. la storia lo ha molto assolto dalle colpe a lui ascritte …. e senza di lui non avremmo la Domus Aurea … capolavoro dell’architettura romana ..
      InZomma .. avete capito che se v’avventurate con me a Pompei .. vi smarrono bene e meglio… quindi .. frocioni avvisati ….

         1 Mi Piace


      • Matt
      • Matt

      • 25 gennaio 2016 at 13:00

      @LittleTruths e @AtiLeong mi unisco alla classe dei somari, nato e vissuto a Milano non ho mai nemmeno pensato di andare a vedere il Cenacolo di Leonardo.
      @dionisio molto interessante, credo che la fenomenale interpretazione di Peter Ustinov nel film Quo Vadis del 1951 abbia contribuito molto al Nerone crudele, folle e ridicolo della nostra cultura popolare.

         1 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 25 gennaio 2016 at 15:12

      Caro @matt … alla fine sembra che abbia avuto tre periodi … il primo illuminato quando era giovane e governava con la guida di Seneca e la moglie Ottavia.. poi il secondo con la moglie Poppea dove attacco i cristiani ed incendio’Roma dandone la colpa a loro .. ed il terzo con la.moglie Messalina … si rifugio’ a vita privata … dando il comando ad un suo generale… molto sanguinario.
      Cmq. Qui ho dovuto riguardare su wikipedia … perche’ la memoria su nomi e date .. a volte mi molla.. io sono piu’fotografico diciamo…
      Notato che le due mogli che lo hanno mandato pazzo….. hanno nomi da troia che sono sopravvissuti 2000 anni … ed ancora oggi vengono indicati per descrivere grandi zoccole..??

         3 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming
      Tremenda soddisfazione deve essere per una zoccola vedere grazie ai propri pompini il proprio nome diventare sinonino stesso del zoccolismo spinto e fondarci su una tradizione che continua ad essere onorata in saecula saeculorum AMEN
      :dreaming :dreaming :dreaming
      Devono davvero avergli fatto entrare il coprimaterasso nel buco del culo al nostro buon vecchio Seneca con quel risucchio per riuscire ad entrare così nella Storia e nella Mitologia…
      Insomma, un applauso!
      :clap :clap :clap

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 25 gennaio 2016 at 17:48

      Embé. Grazie assai al preclaro vir @dioniusio per il ripasso di storia dell’ architettura romana.
      Nerone diciamo pure che, al netto di una certa stravaganza, ha sofferto pure una dura campagna stampa ( postuma naturalmente, da vivo non la avrebbero passata liscia ) contro.
      Storici come Tacito, Dione Cassio e Svetonio ( un pettegolo del cazzo ma con un successo incredibbile ) gli han dato contro essendo essenzialemente filo Senatoriali ( a favore delle upperclass ).
      Ma Nerone fece o cercó di fare importanti riforme monetarie e fiscali a favore dei piú poveri che infatti, neanche i suoi detrattori riescono a negarlo, lo amavano.
      Pare cercasse, senza riuscire per la dura opposizione delle lobby a favore, di togliere la gestione della esazione fiscale nelle province ai privati che le gestivano ( pubblicani ) in “outsourcing” con le arbitrarietá e la rapacitá che ci possiamo immaginare.
      Da questo fallimento alcuni storici ritengono possa aver avuto origine il clima torbido di sospetto e amara crudeltá che caratterizzó gli ultimi anni del suo impero e che indirizzó in special modo verso il suo apparato governativo e i senatori.
      Questo é il Nerone col quale un grandissimo
      ( grazie signor @Matt per avercelo ricordato )
      Peter Ustinov in “quo vadis” stabilí un modello cinematografico di tiranno isterico e mitomane valido tuttoggi :
      penso per esempio al recentissimo ma a mio opinione efficacissimo Joffrey Baratheon di Trono di Spade.

         2 Mi Piace


      • AtiLeong
      • AtiLeong

      • 25 gennaio 2016 at 17:52

      Dopo Nerone storto sul trono ecco il nostro
      Joffrey

         2 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 25 gennaio 2016 at 21:36

      Si diciamo che Tacito e’quello che forse lo ha pittato di piu’ cor pennello der cesso .. nel lessico romano odierno ..
      Caro @atileong …. la storia ha un grande pregio … tende a ripetersi ciclicamente .. quindi conoscere quella passata .. ci aiuta a prevedere quella ancora a divenire .
      @littletruths … infatti bisogna ammettere che quelle se ti beccavano sotto …. altro che caxxi..

         0 Mi Piace



    • :clap :clap :clap Chapeau confratelli, PV per la cultura oltre che per il sociale :clap :clap :clap Quando leggo la storia di Roma mi piscio dalle risate, tra Nerone, Caligola, Cleopatra e Messalina abbiamo davvero il Top. A Lione è nato l’imperatore più coglione, Claudio, ma visto che faceva comodo lhanno lasciato al potere.
      Io caro @Dionisio preferisco direttamente documentarmi sui video degli youtube, mi accompagnano al sonno, i reportage su Pompei ed Ercolano sono fatti benissimo.
      Oltre a quello che giustamente afferma il caro @Atileong, ovvero che non conosciamo i posti della nostra regione (io mai visitato le isole Tremiti), credo che sia una questione legata all’età ed alle priorità caro @Little. Scoprire la Guyanne provoca senz’altro emozioni più intense, in genere poi si è attratti dall’esotico, intendendo per esotico non necessariamente l’Oriente, ma tutto cio’ che è caratterizzato da numerose differenze culturali e clitoridee rispetto alla nostra nazione, e quindi nel caso tuo l’Africa con tutti gli odori e gli umori che ne conseguono.

         1 Mi Piace



    Post a Comment!