• Il migliore dei mondi possibili

    A volte ci si innamora di un posto senza neanche conoscerlo…

    Basta qualche racconto, una fotografia, un sogno, un po’ di immaginazione e quel desiderio di esplorare un luogo diventa una cosa di cui non puoi fare a meno.

    doya-rice-terrace-sunset-japan_jpg_460x345_q85

    A volte può semplicemente bastare il monologo iniziale di Michael Cain nel film ” The quiet american ” : “Non posso dire cosa mi abbia fatto innamorare del Vietnam. Forse il fatto che la voce di una donna riesca a stordirti e che tutto sia così intenso.
    I colori, i sapori, persino la pioggia, così diversa dalla pioggia sporca di Londra.
    Dicono che qualunque cosa si stia cercando, qui la si può trovare.
    Dicono che quando si arrivi in Vietnam, bastino pochi minuti per capire quasi tutto, ma quello che resta bisogna viverlo.
    L’ odore, ecco che cosa ti colpisce subito, un odore che ti promette tutto, in cambio della tua anima.
    Il caldo, la tua camicia diventa immediatamente uno straccio e tu fai fatica a ricordare il tuo nome o a che cosa volevi sfuggire venendo qui.
    Ma di notte arriva la brezza, il fiume è bellissimo e ti si può perdonare se hai pensato che la guerra non esiste, che i colpi di mortaio sono fuochi d’ artificio e che conta solo il piacere.
    Una pipa d’ oppio o il tocco di una ragazza che forse ti sta dicendo che ti ama.
    Poi accade qualcosa, te l’ aspettavi e niente potrà più essere come prima….”

    vn28

    Anch’io stavo sfuggendo a qualcosa e anch’io avevo scelto il sud-est asiatico, la Thailandia.

    Partendo dal presupposto che il luogo perfetto non esiste, almeno nella vita reale, con i suoi pregi e i suoi difetti, in quel momento per me era il migliore dei mondi possibili, come lo aveva definito un mio amico in un romanzo.

    La felicità dipende dal luogo e dal tempo. Sono questi i due fattori che condizionano la nostra vita.

    Il luogo bisogna cercarlo con cura e il tempo, come lo definiva Platone, “l’immagine mobile dell’ eternità”, dobbiamo sincronizzarlo con la nostra vita.

    Una manciata di secondi può portarci alla felicità o anche alla morte.

    Sono le casualità che creano gli avvenimenti e ci cambiano la vita….

    Tratto dal romanzo “Midnight Cowgirl” di Sendi Grilli, mio amico personale che mi ha autorizzato a pubblicare l’ introduzione del suo libro.


    CCSP ha scritto anche:



      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 11:20

      @ccsp,scusa la domanda,vabbe questa è l’introduzione del libro del tuo amico,ma te,ma che mestiere fai,anche tu scrittore?puoi non rispondermi,puoi rispondermi in pvt inzomma come preferisci va sempre bene.Spero vivamente tu non scriva altro,perchè i luoghi verrei visitarli,altrimenti da come li descrivi tu sembra di esserci sempre stato. :youdaman :youdaman :heyhey

         0 Mi Piace



    • :dreaming :dreaming :dreaming
      Non smetterò mai di sorprendermi di quanto l’uomo possa essere capace di filosofeggiare sulla fAiga… :D

         1 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 28 settembre 2014 at 15:41

      E a volte e’ strano, caro Fratello come le cose siano contemporanee a miGlioni e miGlioni di chilometri di distanza.
      Ieri mi sono rivisto un bel po’ di filmati della guerra in Vietnam, con sotto le musiche dei C.Clearwater, Doors, e altri…e qui c’e’ una grossa comunita’ Viet; avevo anche amicizia con un paio di “bottegai”, con figliole veramente carine. I voli costano poi pure poco e diretti…ecco se proprio mi rivenisse voglia di SEA, vorrei vedere Viet e Cambogia.
      Certo…prima che quelli de PV me fanno sposa’ !!! :a-a :meh :))
      :-P

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 16:03

      @aurelius,lo so,lo so che te riferisci a me quanno dici quelli de PV me fanno sposà,caro compare sono due paesi stupendi,il viet l’ho fatto da hanoi fino a Saigon due volte,la cambogia da phnomphen risalendo il Mekong fino a siemreap e visitato l’angkorwat,una delle meraviglie del monTo,e poi me devo senti di da un cretino de italiano qui se viene solo pe scopà,sto cretino lo conosci benissimo.

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 28 settembre 2014 at 16:25

      Bhe’a questo punto quando esce il libro ci tocca comprarlo ……
      Bella @ccsp …anche se stavolta non e’farina del tuo sacco…..

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 16:52

      @dionisio,senti na cosa compare,ma che bisogna fa per magna un po’ de mozzarella de bufala vera?e numme risponne devi veni giù :rotfl :rotfl
      Oggi famiglia ammalata ed io lavoro,fra na concimazione e l’altra cazzeggio.

         0 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 28 settembre 2014 at 17:33

      Beh si, il Vietnam è qualcosa di particolare, anche a me ha colpito molto, mille colori, mille odori, riti millenari, tanti contrasti….ci andai da solo quando aveva aperto al turismo da poco, c’era sempre il vecchio uomo della strada che ti fermava incuriosito e provava a parlare con te.
      Le ragazze sono speciali, asiatiche ma più alte della media, carnagione spesso molto bianca, le vietnamite sono rinomate per la loro bellezza in tutta l’Asia penso, tranquille, le conosci, ci parli, quando possibile, l’inglese non è così diffuso, vanno corteggiate, messaggiate, ci vuole tempo per ottenere qualcosa, però bellissimo perché spesso girano davvero con i costumi tradizionali, i giri pay ci sono ma in proporzione costano di più rispetto ai paesi limitrofi, tra mille difficoltà tra l’altro, non te le fanno salire in hotel dopo le 23.00, devi andare nelle camere ad ore, c’è sempre il rischio che la polizia ti rompa i coglioni.
      C’è una percentuale di popolazione giovane che fa spavento rispetto alle medie dei paesi europei.
      Anche i ragazzi sono tranquilli, non rompono i coglioni, puoi girare anche la notte da solo senza pericoli, per quello che ho visto sono socievoli, a volte mi hanno anche offerto qualche passaggio in motorino, devi soltanto stare attento a non entrare nel discorso del calcio (e se dici che sei italiano ci entri per forza) perché altrimenti ti piantano una pippa che non finisce più, io per farla semplice dicevo a tutti che ero francese, oltretutto vedevo che gli risultava di più facile percezione.
      Ovviamente da appassionato mi sono fatto qualche museo sulla guerra del Vietnam, ce ne sono a cielo aperto, con dentro di tutto, elicotteri, jets e chi più ne ha più ne metta, se poi uno ha davvero voglia di sbattersi un pò c’è la possibilità di andare a vedere i cunicoli sotterranei dei viet cong ed anche di sparare con l’M16, c’è da prendere pulmans la mattina presto, roba che non fa per me.
      Comunque un giro con la canoa sul Mekong me lo sono fatto, una bella esperienza, sembrava davvero di essere dentro ad un film, poi incroci gente immersa con soltanto la testa fuori, altre canoe con roba sopra e così :dreaming

         2 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 17:48

      @DrMichaelFlorentine

         4 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 17:49

      dottore viet e consorte di 18 anni

         3 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 28 settembre 2014 at 17:51

      tunnel

         3 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 28 settembre 2014 at 18:50

      Beh si CaVo @piranha immaginavo che con tuo Padre che è stato nella Legione Straniera qualcosa forse ti legasse a questo Paese, o addirittura avevi scritto qualcosa, ora come ora non mi ricordo, mi auguro che non fosse a Dien Bien Phu ;-)

         0 Mi Piace


      • dionisio
      • dionisio

      • 28 settembre 2014 at 19:58

      Caro @piranha ….risposto in pvt per mozzarella ….
      Il dottore mica fesso con la moglie di 18 anni …….. Invece quell’uomo simpatico alle prese con il granchio …..mi sembra un viso conosciuto.

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 29 settembre 2014 at 2:57

      @piranha magari! Non vedo l’ ora che mi paghino per non fare un cazzo! :))
      Purtroppo però mi tocca andare a lavorare…..ma è già un gran complimento che ti sia venuto il dubbio.
      @aurelius allora a breve mi aspetto di leggere ” In mutande nella chicken farm di Phnom Phen” :dreaming
      Quello ormai è tuo marchio di fabbrica da viaggio, un po’ come la bottiglia nella mia valigia o il trattamento del pirata del Captain…. :))

         0 Mi Piace


      • onegold
      • onegold

      • 29 settembre 2014 at 10:24

      Buona la moglie 18enne :bz

         0 Mi Piace


      • piranha
      • piranha

      • 29 settembre 2014 at 19:56

      @onegold,stasera non ho tempo,ma domani se riesco ti racconto del doc e della moglie di 18 anni che tiene quasi in un armadietto quasi fosse una reliquia.
      @dionisio,msg rcv grazie mille.

         0 Mi Piace


      • aurelius
      • aurelius

      • 3 ottobre 2014 at 11:00

      Eehhh si Fratello @CCSP …mi faro’ foto con pennuto spelacchiato in mano pronto per la pentola !!! :)) :chick :))

         0 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 3 ottobre 2014 at 11:47

      @aurelius o con una pennuta! Sono trombodromi fatti di baracche in stile favela, anzi peggio….ci vuole dello stomaco per girare in mutande li! :ar

         1 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 3 ottobre 2014 at 18:12

      prendendo il titolo a questo topic il miglior mondo possibile penso di averlo trovato al momento giu’ in Australia, se devo parlare in maniera seria e senza cazzeggiare troppo sulla fig@, qui in Australia e chi ci ha messo piede sa di cosa sto parlando, per chi vuole costruirsi un futuro penso che sia il posto giusto, lontano da tutti, certo il SEA ha dalla sua parte la easylife e tutto quello che di esotico e basso costo di vita offre, ma l’Australia e’ il paese per chi voglia mettersi sul serio in gioco e fare le cose con serieta’ e professionalita’ ai massimi livelli. Non voglio menzionare la qualita’ della vita ne il suo clima visto che si sta parlando di un paese molto avanzato e pulito sotto tutti gli aspetti.

      Chiudo dicendo che arrivare a 43 anni in Australia ripartendo daccapo non e’ semplice ma anche qui servira’ una buona dose di sacrificio, pazienza e tanta ma tanta fortuna, visto che ci ho investito praticamente tutta la mia vita.

         2 Mi Piace


      • CCSP
      • CCSP

      • 4 ottobre 2014 at 2:10

      Caro @Zest, per il lavoro che tu fai, da italiano, credo senza ombra di dubbio che professionalmente parlando l’ Australia sia uno dei “migliori mondi possibili”.
      Partendo dal presupposto, come dice il mio amico nel suo libro, che il paese perfetto non esiste….
      Ma se hai capacità e voglia di fare, questo ti verrà riconosciuto e ricompensato.
      Io stesso sto pensando seriamente di affossarmi a Melbourne, e se decidessi di farlo, dovrei agire di conseguenza, mettendoci tutto l impegno possibile.
      Per come sono fatto preferirei senza ombra di dubbio l’ atmosfera e la vita dei tropici….ma è anche vero che offre molti meno stimoli e incentivi lavorativi e non, per non parlare del fatto che lo stipendio settimanale australiano lo prenderei in un paio di mesi…. :))
      Poi esiste la scelta giusta per ognuno di noi….io ti auguro e non ho dubbi, che ne tirerai fuori grosse soddisfazioni! :$$$

         0 Mi Piace


      • DrMichaelFlorentine
      • DrMichaelFlorentine

      • 4 ottobre 2014 at 2:34

      GuarTa CaVo @Zest di dico, se mai ti può essere di sostegno, io ho un Amico di gioventù, uno di quelli con cui hai fatto tante caZZate insieme, sui 30 si è sposato in un men che non si dica una australiana di passaggio a Florentia, è andaTo a vivere a Melbourne, sta bene, inizialmente tornava spesso, poi sempre più di rado, soprattutto viene ogni tanto per lavoro, viene qui per comprare intere collezioni di scarpe, ha aperto prima uno, poi due, poi quattro negoZi di scarpe a Melbourne, villetta tipo la tua, mq esagerati, un paio di bambini, sono convinto che qui in ItaGlia per il suo background avrebbe fatto sicuramente meno ;-)

         1 Mi Piace



    • Ottimizzo ™, l’Australia è senza dubbio un ottimo posto dove mettersi di base e sopratutto per coloro che, come la Signorìa Vostra (mi riferisco allo Cheffone e a Cap’é Muort) sono appassionati del genere orientale.
      Per quelli come me invece ‘sta decisamente troppo in culo al mondo, ma resta comunque un gran bel posto.
      @Zest, magari quando avrai un po’ di tempo ed avrai concluso la procedura potresti aprire un thread spiegando cosa hai dovuto fare per ottenere il visto e stabilirti in Oz?
      Potrebbe risultare interessante per parecchia gente.
      :victory

         1 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 4 ottobre 2014 at 13:14

      @CCSP

      Grazie a te per gli auguri e spero di incontrarci quanto prima anche se so che entrambi gli impegni ci limitano , pero’ siamo solo a 800 km di distanza , se decidessi di fare unsalto ad Adelaide ci sono i greyhound notturni che in 10 ore arrivano qui, ovviamente sei mio ospite. In tal caso ci sentiamo sul [forum riservato]

      @DrMichaelFlorentine
      qua dove sono io la comunita italiana e ben radicata, ma parlo di italiani di una certa eta’ venuti qui tanti tanti anni fa, dove hanno messo in piedi piccole fabbriche per la produzione di cibo come latticini, pasta fresca, vini, insaccati e salumi. a Melbourne sicuramente come a Sydney c’e ne sono di piu’ essendo localita’ molto reclamizzate anche sul web, comunque Adelaide non e’ male, non e’ piccola, non e’ grande, ha circa 1 milione di abitanti, l’arredo urbano sono fatte di ville singole e pochi grattacieli, ad uso uffici nella downtown, e poi Adelaide ha spiagge lunghissime e isolate che anche Brisbane e Goald Cost si sogna. di fronte ho la Tasmania che mi piacerebbe tempo permettendo visitarla anche per soli pochi giorni, visto che in aereo la si raggiunge in 40min..

      @Little_Truths

      per arrivare qui e dare le dritte sul come sto riuscendo a stabilirmi qui, preferisco darle in privato, non altro perche so che tanti italioti ci leggono e non vorrei trovarmi tra i piedi qualche coglione a vendere le statuette del presepe per le strade della citta’. Vi prego di contattarmi sul [forum riservato se volete dritte sul come ho fatto ad ottenere il famoso semi permanent visa [mod 456] di 4 anni ad uso lavoro in proprio.

      Un abbraccio a tutti :-)

      ps: mi fermo in itaglia fino al 13 di sto mese, ho quasi finito tutte le mie incombenze che dovevo sbrigare, e dopodiche’ passeranno anni prima che rimetta piede in suolo italico anche solo per fare una visita.

         1 Mi Piace


      • Zest
      • Zest

      • 4 ottobre 2014 at 13:21

      sull’aldila’ (come lo avete battezzato voi) avevo dato un sacco di dritte, che tanti italioti poi andati sul posto hanno fatto danni, comportandosi male da furbi e da vigliacchi, la mia lezione l’ho imparata, ma non persevero, chi abbia seriamente intenzione di trasferirsi qui e voglia sapere come fare mi contatti, in sede privata, ovviamente quelli che mai prima ho visto d’ora in faccia , si dovranno far vedere anche attraverso una webcam, per capire a chi do le mie informazioni, perche’ io con i fantasmi non do piu’ nulla aggratis.

         1 Mi Piace



    • :)) :)) :)) Essì Chef, Ottimizzo ™ anche questa… :doubleup
      Buona la prima!

         0 Mi Piace



    Post a Comment!